WP_Post Object ( [ID] => 661721 [post_author] => 24 [post_date] => 2019-09-27 11:28:59 [post_date_gmt] => 2019-09-27 09:28:59 [post_content] => Bonus e premi di produzione fino a 12.000 euro. A tanto potrebbero ammontare gli "extra" che quest'anno si troveranno in busta paga i dipendenti e gli operai di Ferrari, stando a quanto reso nota dai sindacati che in questi giorni stanno rinegoziando il contratto con la Casa di Maranello fino al 2023.

Contratto senza precedenti in Ferrari

Considerando incentivi e premi di produzione si tratterebbe di un contratto senza precedenti. Anche se non si parla di cifre esatte, la nota congiunta dei sindacati lascia intendere che siamo di fronte ad un vero superpremio che farà felici i lavoratori di Ferrari, che così vedranno riconosciuto ancor di più il loro contributo agli straordinari successi di mercato del Cavallino Rampante, i cui conti continuano a crescere a ritmo sostenuto. Il nuovo contratto, firmato a Maranello dai sindacati metalmeccanici Fim Cisl Emilia Centrale, Uilm Uil Modena e Fismic Modena, prevede un nuovo premio di competitività che ha una parte economica e normativa con caratteristiche inedite nella storia della Ferrari. Il nuovo premio extra legato ai risultati copre il periodo 2020-2023 e fa seguito al premio di competitività 2016-2019.

Miglioramenti anche su tutele, genitorialità e formazione

Un bonus che nei prossimi quattro anni potranno crescere ulteriormente come hanno spiegato i segretari generali della Fim Cisl Emilia Centrale Giorgio Uriti, Uilm Uil Modena Alberto Zanetti e Fismic Modena Massimo Mello: "Non solo, se nel prossimo quadriennio continueranno a crescere produzione e performance, il premio per i dipendenti sarà notevolmente aumentato. Salgono anche gli anticipi del premio, che passano da due a tre. Le cifre esatte saranno comunicate domani durante le assemblee con i lavoratori Ferrari. Dal punto di vista sindacale è una conquista enorme. I soldi, che finiranno nelle tasche di tutti i 3.500 dipendenti Ferrari, interinali compresi, sono importanti, ma sottolineiamo anche i notevoli miglioramenti della parte normativa. Il nuovo premio – proseguono Uriti, Zanetti e Mello - stabilisce nuove regole e sostegni per le assenze dovute a malattie lunghe, gravi e per lutti familiari fino al secondo grado. Viene favorita la genitorialità attraverso la maternità e paternità facoltativa e l’allattamento. Aumenta la formazione dei lavoratori, non solo quella professionale, quindi erogata sul luogo di lavoro, ma anche personale per allargare le opportunità di carriera e gli orizzonti culturali. Questo premio è stato possibile perché l'azienda – concludono Fim Cisl, Uilm Uil e Fismic - riconosce che la crescita del suo valore è dovuta soprattutto alla straordinaria competenza, disponibilità e professionalità delle donne e uomini della Ferrari".

Critica la Fiom Cgil: "Aumento reale è di 1.500 euro"

La Fiom Cgil, attraverso il segretario nazionale Fiom Michele De Palma e quello di Modena Cesare Pizzolo, pur ammettendo che la "cifra del premio è importante", precisa però che in realtà l'aumento salariale "vero" sarà di 1.500 euro annui. Il superpremio infatti include bonus economici che già i lavoratori percepivano in altre forme: 5.000 euro con liberalità aziendale e 5.500 euro nel 2018 come premio di risultato, per un totale di 10.500 euro. Cifra che col nuovo contratto salirà fino a 12.000 euro, dunque con un aumento reale di 1.500 euro che la Fiom Cgil considera non in linea con le dinamiche di crescita di un'azienda come Ferrari che si sta avvicinando ai cinque miliardi di fatturato. [post_title] => Ferrari, bonus di produzione fino a 12.000 euro per dipendenti e operai nel nuovo contratto sindacale [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => ferrari-bonus-produzione-12000-euro-contratto-2023-sindacati [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-09-27 11:28:59 [post_modified_gmt] => 2019-09-27 09:28:59 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=661721 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Ferrari, bonus di produzione fino a 12.000 euro per dipendenti e operai nel nuovo contratto sindacale

Premio giustificato dagli ottimi risultati di mercato del Cavallino

I conti della Ferrari continuano a crescere e dell'ottimo stato di salute della Casa di Maranello beneficeranno anche i suoi lavoratori con un super bonus di produzione che arriverà fino a 12.000 euro, secondo quanto reso noto dai sindacati.
Ferrari, bonus di produzione fino a 12.000 euro per dipendenti e operai nel nuovo contratto sindacale

Bonus e premi di produzione fino a 12.000 euro. A tanto potrebbero ammontare gli “extra” che quest’anno si troveranno in busta paga i dipendenti e gli operai di Ferrari, stando a quanto reso nota dai sindacati che in questi giorni stanno rinegoziando il contratto con la Casa di Maranello fino al 2023.

Contratto senza precedenti in Ferrari

Considerando incentivi e premi di produzione si tratterebbe di un contratto senza precedenti. Anche se non si parla di cifre esatte, la nota congiunta dei sindacati lascia intendere che siamo di fronte ad un vero superpremio che farà felici i lavoratori di Ferrari, che così vedranno riconosciuto ancor di più il loro contributo agli straordinari successi di mercato del Cavallino Rampante, i cui conti continuano a crescere a ritmo sostenuto.

Il nuovo contratto, firmato a Maranello dai sindacati metalmeccanici Fim Cisl Emilia Centrale, Uilm Uil Modena e Fismic Modena, prevede un nuovo premio di competitività che ha una parte economica e normativa con caratteristiche inedite nella storia della Ferrari. Il nuovo premio extra legato ai risultati copre il periodo 2020-2023 e fa seguito al premio di competitività 2016-2019.

Miglioramenti anche su tutele, genitorialità e formazione

Un bonus che nei prossimi quattro anni potranno crescere ulteriormente come hanno spiegato i segretari generali della Fim Cisl Emilia Centrale Giorgio Uriti, Uilm Uil Modena Alberto Zanetti e Fismic Modena Massimo Mello: “Non solo, se nel prossimo quadriennio continueranno a crescere produzione e performance, il premio per i dipendenti sarà notevolmente aumentato. Salgono anche gli anticipi del premio, che passano da due a tre. Le cifre esatte saranno comunicate domani durante le assemblee con i lavoratori Ferrari. Dal punto di vista sindacale è una conquista enorme. I soldi, che finiranno nelle tasche di tutti i 3.500 dipendenti Ferrari, interinali compresi, sono importanti, ma sottolineiamo anche i notevoli miglioramenti della parte normativa. Il nuovo premio – proseguono Uriti, Zanetti e Mello – stabilisce nuove regole e sostegni per le assenze dovute a malattie lunghe, gravi e per lutti familiari fino al secondo grado. Viene favorita la genitorialità attraverso la maternità e paternità facoltativa e l’allattamento. Aumenta la formazione dei lavoratori, non solo quella professionale, quindi erogata sul luogo di lavoro, ma anche personale per allargare le opportunità di carriera e gli orizzonti culturali. Questo premio è stato possibile perché l’azienda – concludono Fim Cisl, Uilm Uil e Fismic – riconosce che la crescita del suo valore è dovuta soprattutto alla straordinaria competenza, disponibilità e professionalità delle donne e uomini della Ferrari”.

Critica la Fiom Cgil: “Aumento reale è di 1.500 euro”

La Fiom Cgil, attraverso il segretario nazionale Fiom Michele De Palma e quello di Modena Cesare Pizzolo, pur ammettendo che la “cifra del premio è importante”, precisa però che in realtà l’aumento salariale “vero” sarà di 1.500 euro annui. Il superpremio infatti include bonus economici che già i lavoratori percepivano in altre forme: 5.000 euro con liberalità aziendale e 5.500 euro nel 2018 come premio di risultato, per un totale di 10.500 euro. Cifra che col nuovo contratto salirà fino a 12.000 euro, dunque con un aumento reale di 1.500 euro che la Fiom Cgil considera non in linea con le dinamiche di crescita di un’azienda come Ferrari che si sta avvicinando ai cinque miliardi di fatturato.

Ferrari, bonus di produzione fino a 12.000 euro per dipendenti e operai nel nuovo contratto sindacale
4 (80%) 3 votes
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati