WP_Post Object ( [ID] => 665104 [post_author] => 18 [post_date] => 2019-10-08 12:34:35 [post_date_gmt] => 2019-10-08 10:34:35 [post_content] => Nissan X-Trail – Se la Qashqai non dovesse bastare, se siete alla ricerca di una maggiore abitabilità e di una versatilità ancora maggiore, la sorella maggiore di quest’ultima potrebbe proprio fare al caso vostro. Stiamo parlando della Nissan X-Trail, suv di dimensioni medio-grandi, che rispetto alla sorella minore vede crescere la lunghezza a complessivi 469 cm. I 31 cm di lunghezza in più rispetto alla Qashqai si avvertono, ovviamente, in termini di spazio per le gambe dei passeggeri posteriori, nel bagagliaio da circa 560 litri, nonché nella possibilità di avere l’omologazione per 7 posti. Un plus non indifferente, che per le famiglie più numerose rappresenta una (rara) alternativa alle meno accattivanti monovolume. Interessante è anche il fronte della meccanica. Nonostante la stazza della vettura, il 1.3 da 160 cv, turbocompresso, riesce a fare un figurone, ben coadiuvato dalla trasmissione automatica doppia frizione DCT.

Design e Interni: [xrr rating=4/5]

Quasi 470 cm di lunghezza, con forme possenti e muscolose ma non per questo sgraziate. Come poc’anzi anticipato la lunghezza del corpo vettura sale fino a sfiorare i 4.70 metri, con il passo accresciuto a 270 cm. Tutto ciò, a differenza del passato, non va tuttavia a discapito dello stile. Dimenticate le forme non proprio equilibrate ed aggraziate delle vecchie Qashqai+2. Ora, il volume di coda, è stato pensato ex-ante per accogliere la terza fila di sedili, ed il tutto si integra con armonia in un corpo vettura che richiama sì tratti della sorella minore, rispetto alla quale si distingue tuttavia per una maggiore muscolosità delle forme, a partire dai parafanghi piuttosto scolpiti e pronunciati. Ciò, contribuisce ad accentuare la presenza scenica della vettura: la X-Trail è grande, e le sue forme sembrano quasi volerlo sottolineare. Insomma, a guardarla è proprio un “macchinone” anche se, come vedremo a breve, ciò non si traduce affatto in una guida impacciata, neanche nel traffico cittadino. Indispensabili, con così tanta lamiera, dei cerchi ben dimensionati. L’allestimento “Tekna”, quello della vettura in prova, prevede già di serie i 19”, che mantengono comunque una spalla ben dimensionata, così da non incidere – in negativo – sul comfort di marcia. Interni: tanta versatilità, molti accessori, ed atmosfera tendente al premium La X-Trail è alta, come lo è anche il posto guida. Così, salire e scendere dalla vettura è cosa assai facile, specialmente per i più alti di statura. L’abitacolo, con l’opzionale rivestimento in pelle marrone con impunture a rilievo fa tanta scena, e contribuisce a creare un’atmosfera tendente al premium, innalzando così la qualità percepita da chi si trova a bordo: finiture e materiali utilizzati evidenziano l’intento di realizzare un prodotto appagante e curato, con attenzioni anche per i passeggeri posteriori, che possono godere della seduta riscaldabile nonché delle bocchette posteriori del clima (merce sempre più rara). Bello è anche il volante, che non sfigurerebbe neanche su di una vettura sportiva. Diametro ridotto, piuttosto sagomato, e con la corona tagliata nella parte bassa. Notevole, inoltre, l’ampio tetto panoramico (apribile elettronicamente nella prima porzione), che regala tanta luce e tanta ariosità all’abitacolo. Al centro della plancia troviamo invece il sistema di infotainment NissanConnect, semplice e intuitivo nel suo funzionamento, ma non proprio all’ultimo grido per grafiche, ricchezza di funzioni e dimensioni dello schermo (7 pollici). La visibilità, sotto la luce diretta del sole, non è peraltro delle migliori. Una gran comodità, invece, il sistema di telecamere “Intelligent Around View Monitor”, che oltre alla tradizionale retrocamera consente la visualizzazione dei 360° attorno alla vettura, nonché l’apertura del bagagliaio “hands-free”. Basta muovere il piede proprio sotto al paraurti posteriore ed un sensore provvederà all’apertura ed alla chiusura del portellone.

Comportamento su Strada: [xrr rating=4/5]

Grande stradista, i chilometri scorrono via senza pesare Il comportamento dinamico di questa X-Trail rappresenta esattamente ciò che ci si attende da una vettura che promette di fare della versatilità il suo punto di forza. Innanzitutto la si apprezza per il notevole comfort di marcia. Il 1.3, in particolare al minimo, è davvero silenzioso, al punto da essere pressoché inavvertibile (è addirittura capitato che un passeggero ci chiedesse se la vettura fosse ibrida). Una volta in marcia, si apprezza inoltre l’assorbimento delle sconnessioni, con l’assetto tendente al morbido che filtra a dovere ogni asperità dell’asfalto. Tutto ciò, comunque, non va troppo a discapito del dinamismo. Certo, esagerando con la velocità in curva, emerge un po’ di rollio e c’è un minimo d’inerzia nei cambi di direzione, ma non al punto da intaccare la precisione con cui viene seguita la traiettoria impostata. La coda, inoltre, segue sempre fedelmente l’asse anteriore, con il controllo di stabilità sempre vigile e pronto a smorzare sul nascere eventuali seppur improbabili perdite d’aderenza. Insomma, guidare questa X-Trail risulta un’esperienza gradevole in ogni frangente, anche se il suo terreno d’elezione restano le lunghe percorrenze, dove riesce a coccolare gli occupanti senza mai far pesare i chilometri d’asfalto che scorrono sotto le ruote. Notevole il pacchetto di sistemi di assistenza alla guida offerti di serie, tra cui troviamo l’avviso per il cambio di corsia involontario, la frenata d’emergenza con riconoscimento pedoni, il riconoscimento della segnaletica stradale, il monitoraggio dell’angolo cieco. Suggeriamo di completare il tutto con il pacchetto opzionale (da 800€) che include il cruise control adattivo ed il sistema di mantenimento di corsia.

Motore e Prestazioni: [xrr rating=4/5]

Nonostante le dimensioni, il 1.3 muove la X-Trail con grande disinvoltura. Le vecchie trasmissioni CVT sono soltanto un ricordo... Non più di un quinquennio fa, una vettura di queste dimensioni, con una massa di circa 1.600 Kg e con sotto al cofano un motore di appena 1.300 cc., sarebbe risultata ai più un progetto ai limiti del non-senso. Ma adesso, grazie al downsizing, ecco che anche un motore del genere riesce a fare la sua figura a fronte di un corpo vettura così dimensionato. Il 1.3 vanta infatti una potenza considerevole, 160 Cv, che consentono alla X-Trail di raggiungere i 100 km/h in 11.5 secondi, con la velocità di punta dichiarata di 198 km/h. Ciò che più si apprezza del propulsore – oltre alla silenziosità già richiamata – è la rotondità di funzionamento e la gradevolezza ad ogni regime di rotazione. Omogeneo e regolare in basso, non disdegna neanche di allungare verso la zona rossa, quando si preme con decisione sul pedale dell’acceleratore. Il valore di coppia massimo, di 270 Nm, viene erogato già a 1.800 giri/min, non senza generare qualche pattinamento e qualche reazione sul volante nelle marce basse. Particolarmente riuscito è l’abbinamento con il cambio automatico doppia-frizione DCT, semplicemente di un altro pianeta rispetto alle trasmissioni CVT (a variazione continua) che ci era capitato di provare in passato su vetture della casa giapponese. Il nuovo automatico, infatti, riesce ad essere sempre morbido e fluido nella marcia cittadina, dove i passaggi da un rapporto all’altro avvengono sempre in maniera dolce ed inavvertibile. All’occorrenza, comunque, riesce anche ad essere rapido e lesto nel kick down e nel passaggio da una marcia all’altra.

Consumi e Costi: [xrr rating=4/5]

Consumi di benzina sempre ragionevoli e dotazione full. Per la trazione integrale occorre passare al diesel Optando per il benzina 1.3 da 160 Cv 2WD con cambio DCT il prezzo di listino parte da circa 31.300€, che diventano 35.610€ per la versione top di gamma “Tekna” come quella in prova, che vanta una dotazione praticamente da ammiraglia. L’unico optional che ci sentiamo di suggerirvi, come detto, è il pacchetto da 800€ che include cruise adattivo e mantenimento di corsia. Per il resto, è già tutto “offerto” con la dotazione di serie. Il 1.3, pur vantando una buona potenza, non riduce sul lastrico alla voce consumi. Il dichiarato dalla casa è di 6.5 litri/100 km nel ciclo misto. Noi, durante la nostra prova, in base alle indicazioni fornite dal trip computer, abbiamo messo a segno percorrenze che andavano dagli 8.5 litri/100 km della marcia cittadina, ai 6.3 litri/100 km nella guida extraurbana a velocità costante. In autostrada, a 130 km/h di cruise, vengono indicati circa 7.5 litri/100km. Da non sottovalutare, comunque, l’alternativa diesel, con il riuscitissimo 1.6 dCi da 131 Cv ed il 2.0 dCi declinato nelle versioni da 150 e 177 Cv. Le versioni a gasolio, peraltro, sono le sole disponibili anche in abbinamento alla trazione integrale. Se solo le pubbliche amministrazioni si rendessero conto dell’inutile ed inefficacie crociata che stanno portando avanti avverso i moderni ed ecologici motori a gasolio Euro 6… [review pros="Grande abitabilità e versatilità. Comfort di marcia ragguardevole" cons="Sistema di infotainment non tra i più aggiornati. Scarsa visibilità del display sotto la luce diretta del sole."]

Nissan X-Trail: la Pagella di Motorionline

[xrrgroup][xrr label="Motore:" rating="4/5" group="s1" ] [xrr label="Accelerazione:" rating="3.5/5" group="s1" ] [xrr label="Ripresa:" rating="4/5" group="s1"] [xrr label="Cambio:" rating="4/5" group="s1"] [xrr label="Frenata:" rating="3.5/5" group="s1"] [xrr label="Sterzo:" rating="4/5" group="s1"] [xrr label="Tenuta di Strada:" rating="4/5" group="s1" ] [xrr label="Comfort:" rating="4.5/5" group="s1" ] [xrr label="Infotainment:" rating="3.5/5" group="s1" ] [xrr label="Abitabilità:" rating="5/5" group="s1" ] [xrr label="Bagagliaio:" rating="4.5/5" group="s1" ] [xrr label="Posizione di guida:" rating="4/5" group="s1" ] [xrr label="Dotazione:" rating="4.5/5" group="s1" ] [xrr label="Prezzo:" rating="4/5" group="s1" ] [xrr label="Design:" rating="4/5" group="s1" ] [xrr label="Finitura" rating="4/5" group="s1" ] [xrr label="Piacere di guida:" rating="3.5/5" group="s1" ] [xrr label="Consumi:" rating="4/5" group="s1" ] [/xrrgroup]
[post_title] => Nissan X-Trail DIG-T 160 DCT 2WD: riduttivo considerarla una semplice Qashqai, più grande [PROVA SU STRADA] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => nissan-x-trail-dig-t-160-dct-2wd-riduttivo-considerarla-una-semplice-qashqai-piu-grande-prova-su-strada [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-10-08 12:34:35 [post_modified_gmt] => 2019-10-08 10:34:35 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=665104 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Nissan X-Trail DIG-T 160 DCT 2WD: riduttivo considerarla una semplice Qashqai, più grande [PROVA SU STRADA]

Disponibile anche a 7 posti, offre tanta versatilità ed un comfort sempre di livello

Dimensioni importanti per la sorella maggiore della best seller Qashqai. A tutto vantaggio dell'abitabilità interna e del bagagliaio, che può anche ospitare la terza fila di sedili. Notevole la dotazione di accessori dell'allestimento top di gamma Tekna, mentre il 1.3 benzina turbocompresso da 160 Cv, nonostante la mole della vettura, riesce sempre ben figurare, grazie anche all'apporto fondamentale del rapido cambio doppia frizione DCT.

Nissan X-Trail – Se la Qashqai non dovesse bastare, se siete alla ricerca di una maggiore abitabilità e di una versatilità ancora maggiore, la sorella maggiore di quest’ultima potrebbe proprio fare al caso vostro. Stiamo parlando della Nissan X-Trail, suv di dimensioni medio-grandi, che rispetto alla sorella minore vede crescere la lunghezza a complessivi 469 cm. I 31 cm di lunghezza in più rispetto alla Qashqai si avvertono, ovviamente, in termini di spazio per le gambe dei passeggeri posteriori, nel bagagliaio da circa 560 litri, nonché nella possibilità di avere l’omologazione per 7 posti. Un plus non indifferente, che per le famiglie più numerose rappresenta una (rara) alternativa alle meno accattivanti monovolume. Interessante è anche il fronte della meccanica. Nonostante la stazza della vettura, il 1.3 da 160 cv, turbocompresso, riesce a fare un figurone, ben coadiuvato dalla trasmissione automatica doppia frizione DCT.

Design e Interni:  ★★★★☆ 

Quasi 470 cm di lunghezza, con forme possenti e muscolose ma non per questo sgraziate.

Come poc’anzi anticipato la lunghezza del corpo vettura sale fino a sfiorare i 4.70 metri, con il passo accresciuto a 270 cm. Tutto ciò, a differenza del passato, non va tuttavia a discapito dello stile. Dimenticate le forme non proprio equilibrate ed aggraziate delle vecchie Qashqai+2. Ora, il volume di coda, è stato pensato ex-ante per accogliere la terza fila di sedili, ed il tutto si integra con armonia in un corpo vettura che richiama sì tratti della sorella minore, rispetto alla quale si distingue tuttavia per una maggiore muscolosità delle forme, a partire dai parafanghi piuttosto scolpiti e pronunciati. Ciò, contribuisce ad accentuare la presenza scenica della vettura: la X-Trail è grande, e le sue forme sembrano quasi volerlo sottolineare. Insomma, a guardarla è proprio un “macchinone” anche se, come vedremo a breve, ciò non si traduce affatto in una guida impacciata, neanche nel traffico cittadino. Indispensabili, con così tanta lamiera, dei cerchi ben dimensionati. L’allestimento “Tekna”, quello della vettura in prova, prevede già di serie i 19”, che mantengono comunque una spalla ben dimensionata, così da non incidere – in negativo – sul comfort di marcia.

Interni: tanta versatilità, molti accessori, ed atmosfera tendente al premium

La X-Trail è alta, come lo è anche il posto guida. Così, salire e scendere dalla vettura è cosa assai facile, specialmente per i più alti di statura. L’abitacolo, con l’opzionale rivestimento in pelle marrone con impunture a rilievo fa tanta scena, e contribuisce a creare un’atmosfera tendente al premium, innalzando così la qualità percepita da chi si trova a bordo: finiture e materiali utilizzati evidenziano l’intento di realizzare un prodotto appagante e curato, con attenzioni anche per i passeggeri posteriori, che possono godere della seduta riscaldabile nonché delle bocchette posteriori del clima (merce sempre più rara). Bello è anche il volante, che non sfigurerebbe neanche su di una vettura sportiva. Diametro ridotto, piuttosto sagomato, e con la corona tagliata nella parte bassa. Notevole, inoltre, l’ampio tetto panoramico (apribile elettronicamente nella prima porzione), che regala tanta luce e tanta ariosità all’abitacolo. Al centro della plancia troviamo invece il sistema di infotainment NissanConnect, semplice e intuitivo nel suo funzionamento, ma non proprio all’ultimo grido per grafiche, ricchezza di funzioni e dimensioni dello schermo (7 pollici). La visibilità, sotto la luce diretta del sole, non è peraltro delle migliori. Una gran comodità, invece, il sistema di telecamere “Intelligent Around View Monitor”, che oltre alla tradizionale retrocamera consente la visualizzazione dei 360° attorno alla vettura, nonché l’apertura del bagagliaio “hands-free”. Basta muovere il piede proprio sotto al paraurti posteriore ed un sensore provvederà all’apertura ed alla chiusura del portellone.

Comportamento su Strada:  ★★★★☆ 

Grande stradista, i chilometri scorrono via senza pesare

Il comportamento dinamico di questa X-Trail rappresenta esattamente ciò che ci si attende da una vettura che promette di fare della versatilità il suo punto di forza. Innanzitutto la si apprezza per il notevole comfort di marcia. Il 1.3, in particolare al minimo, è davvero silenzioso, al punto da essere pressoché inavvertibile (è addirittura capitato che un passeggero ci chiedesse se la vettura fosse ibrida). Una volta in marcia, si apprezza inoltre l’assorbimento delle sconnessioni, con l’assetto tendente al morbido che filtra a dovere ogni asperità dell’asfalto. Tutto ciò, comunque, non va troppo a discapito del dinamismo. Certo, esagerando con la velocità in curva, emerge un po’ di rollio e c’è un minimo d’inerzia nei cambi di direzione, ma non al punto da intaccare la precisione con cui viene seguita la traiettoria impostata. La coda, inoltre, segue sempre fedelmente l’asse anteriore, con il controllo di stabilità sempre vigile e pronto a smorzare sul nascere eventuali seppur improbabili perdite d’aderenza. Insomma, guidare questa X-Trail risulta un’esperienza gradevole in ogni frangente, anche se il suo terreno d’elezione restano le lunghe percorrenze, dove riesce a coccolare gli occupanti senza mai far pesare i chilometri d’asfalto che scorrono sotto le ruote. Notevole il pacchetto di sistemi di assistenza alla guida offerti di serie, tra cui troviamo l’avviso per il cambio di corsia involontario, la frenata d’emergenza con riconoscimento pedoni, il riconoscimento della segnaletica stradale, il monitoraggio dell’angolo cieco. Suggeriamo di completare il tutto con il pacchetto opzionale (da 800€) che include il cruise control adattivo ed il sistema di mantenimento di corsia.

Motore e Prestazioni:  ★★★★☆ 

Nonostante le dimensioni, il 1.3 muove la X-Trail con grande disinvoltura. Le vecchie trasmissioni CVT sono soltanto un ricordo…

Non più di un quinquennio fa, una vettura di queste dimensioni, con una massa di circa 1.600 Kg e con sotto al cofano un motore di appena 1.300 cc., sarebbe risultata ai più un progetto ai limiti del non-senso. Ma adesso, grazie al downsizing, ecco che anche un motore del genere riesce a fare la sua figura a fronte di un corpo vettura così dimensionato. Il 1.3 vanta infatti una potenza considerevole, 160 Cv, che consentono alla X-Trail di raggiungere i 100 km/h in 11.5 secondi, con la velocità di punta dichiarata di 198 km/h. Ciò che più si apprezza del propulsore – oltre alla silenziosità già richiamata – è la rotondità di funzionamento e la gradevolezza ad ogni regime di rotazione. Omogeneo e regolare in basso, non disdegna neanche di allungare verso la zona rossa, quando si preme con decisione sul pedale dell’acceleratore. Il valore di coppia massimo, di 270 Nm, viene erogato già a 1.800 giri/min, non senza generare qualche pattinamento e qualche reazione sul volante nelle marce basse. Particolarmente riuscito è l’abbinamento con il cambio automatico doppia-frizione DCT, semplicemente di un altro pianeta rispetto alle trasmissioni CVT (a variazione continua) che ci era capitato di provare in passato su vetture della casa giapponese. Il nuovo automatico, infatti, riesce ad essere sempre morbido e fluido nella marcia cittadina, dove i passaggi da un rapporto all’altro avvengono sempre in maniera dolce ed inavvertibile. All’occorrenza, comunque, riesce anche ad essere rapido e lesto nel kick down e nel passaggio da una marcia all’altra.

Consumi e Costi:  ★★★★☆ 

Consumi di benzina sempre ragionevoli e dotazione full. Per la trazione integrale occorre passare al diesel

Optando per il benzina 1.3 da 160 Cv 2WD con cambio DCT il prezzo di listino parte da circa 31.300€, che diventano 35.610€ per la versione top di gamma “Tekna” come quella in prova, che vanta una dotazione praticamente da ammiraglia. L’unico optional che ci sentiamo di suggerirvi, come detto, è il pacchetto da 800€ che include cruise adattivo e mantenimento di corsia. Per il resto, è già tutto “offerto” con la dotazione di serie. Il 1.3, pur vantando una buona potenza, non riduce sul lastrico alla voce consumi. Il dichiarato dalla casa è di 6.5 litri/100 km nel ciclo misto. Noi, durante la nostra prova, in base alle indicazioni fornite dal trip computer, abbiamo messo a segno percorrenze che andavano dagli 8.5 litri/100 km della marcia cittadina, ai 6.3 litri/100 km nella guida extraurbana a velocità costante. In autostrada, a 130 km/h di cruise, vengono indicati circa 7.5 litri/100km. Da non sottovalutare, comunque, l’alternativa diesel, con il riuscitissimo 1.6 dCi da 131 Cv ed il 2.0 dCi declinato nelle versioni da 150 e 177 Cv. Le versioni a gasolio, peraltro, sono le sole disponibili anche in abbinamento alla trazione integrale. Se solo le pubbliche amministrazioni si rendessero conto dell’inutile ed inefficacie crociata che stanno portando avanti avverso i moderni ed ecologici motori a gasolio Euro 6…

Pro e Contro

Ci PiaceNon Ci Piace
Grande abitabilità e versatilità. Comfort di marcia ragguardevoleSistema di infotainment non tra i più aggiornati. Scarsa visibilità del display sotto la luce diretta del sole.

Nissan X-Trail: la Pagella di Motorionline

Motore:★★★★☆ 
Accelerazione:★★★½☆ 
Ripresa:★★★★☆ 
Cambio:★★★★☆ 
Frenata:★★★½☆ 
Sterzo:★★★★☆ 
Tenuta di Strada:★★★★☆ 
Comfort:★★★★½ 
Infotainment:★★★½☆ 
Abitabilità:★★★★★ 
Bagagliaio:★★★★½ 
Posizione di guida:★★★★☆ 
Dotazione:★★★★½ 
Prezzo:★★★★☆ 
Design:★★★★☆ 
Finitura★★★★☆ 
Piacere di guida:★★★½☆ 
Consumi:★★★★☆ 

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati