WP_Post Object ( [ID] => 666633 [post_author] => 24 [post_date] => 2019-10-11 10:18:55 [post_date_gmt] => 2019-10-11 08:18:55 [post_content] => Le auto che si alzano in volo e in un sol colpo si lasciano alle spalle i problemi del traffico stradale rappresentano la futura frontiera della mobilità. Oltre ai diversi prototipi di start-up e aziende hi-tech che negli ultimi anni sono stati sviluppati e hanno effettuato vari test di volo in giro per il mondo, anche i costruttori automobilistici più grandi iniziano a dimostrare un interesse concreto verso questo settore che sembrerebbe destinato ad esplodere nel prossimo decennio.

Memorandum d'intesa Porsche - Boeing

Nasce in quest'ottica il memorandum d'intesa che Porsche ha firmato con la Boeing, il colosso americano che costruisce aerei. Si tratta di un accordo che ha come obiettivo quello di esplorare le possibilità di sviluppo dei veicoli terra-aria per il trasporto privato. Porsche, come spiegato da Detlev von Platen, membro del CdA del reparto vendite e marketing della Casa tedesca, scommette in maniera decisa sul fronte auto volanti: "Stiamo combinando la forza di due aziende leader internazionali per puntare a un segmento di mercato potenzialmente importantissimo in futuro. Porsche sta provando a migliorare nell'ambito della produzione di automobili sportive, diventando un marchio leader della mobilità premium. Nel lungo termine, questo potrebbe significare doversi muovere verso gli spostamenti in tre dimensioni".

Velivolo veloce in strada e in aria

Con la prospettiva di mettere in piedi un progetto comune nei prossimi anni, Porsche e Boeing lavoreranno congiuntamente per valutare tutti gli aspetti relativi allo sviluppo di un velivolo ad alimentazione elettrica, in grado di decollare ed atterrare in verticale come un elicottero, e che quando si muove in strada possa garantire le prestazioni di una Porsche.

Boeing: "L'obiettivo è creare un nuovo ecosistema di mobilità"

Insieme all'annuncio della firma del memorandum d'intesa sono state rilasciate un paio di immagini che ci mostrano quella che è una prima idea di auto volante, un veicolo caratterizzato da ali fisse non ripiegabili. Commentando l'accordo con Porsche Steve Nordlund, vice presidente e general manager Boeing NeXt, ha dichiarato: "I nostri sforzi comuni saranno mirati allo sviluppo di un nuovo ecosistema di mobilità sicuro ed efficiente". [post_title] => Porsche, accordo con Boeing per sviluppare le auto che volano [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => porsche-boeing-auto-volanti-flying-car [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-10-11 10:18:55 [post_modified_gmt] => 2019-10-11 08:18:55 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=666633 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Porsche, accordo con Boeing per sviluppare le auto che volano

La Casa tedesca scommette sulla nuova frontiera della mobilità

Porsche e Boeing hanno siglato un accordo per valutare lo sviluppo congiunto dell'auto volante, con lo scopo di dar vita ad un nuovo ecosistema di mobilità.
Porsche, accordo con Boeing per sviluppare le auto che volano

Le auto che si alzano in volo e in un sol colpo si lasciano alle spalle i problemi del traffico stradale rappresentano la futura frontiera della mobilità.

Oltre ai diversi prototipi di start-up e aziende hi-tech che negli ultimi anni sono stati sviluppati e hanno effettuato vari test di volo in giro per il mondo, anche i costruttori automobilistici più grandi iniziano a dimostrare un interesse concreto verso questo settore che sembrerebbe destinato ad esplodere nel prossimo decennio.

Memorandum d’intesa Porsche – Boeing

Nasce in quest’ottica il memorandum d’intesa che Porsche ha firmato con la Boeing, il colosso americano che costruisce aerei. Si tratta di un accordo che ha come obiettivo quello di esplorare le possibilità di sviluppo dei veicoli terra-aria per il trasporto privato.

Porsche, come spiegato da Detlev von Platen, membro del CdA del reparto vendite e marketing della Casa tedesca, scommette in maniera decisa sul fronte auto volanti: “Stiamo combinando la forza di due aziende leader internazionali per puntare a un segmento di mercato potenzialmente importantissimo in futuro. Porsche sta provando a migliorare nell’ambito della produzione di automobili sportive, diventando un marchio leader della mobilità premium. Nel lungo termine, questo potrebbe significare doversi muovere verso gli spostamenti in tre dimensioni”.

Velivolo veloce in strada e in aria

Con la prospettiva di mettere in piedi un progetto comune nei prossimi anni, Porsche e Boeing lavoreranno congiuntamente per valutare tutti gli aspetti relativi allo sviluppo di un velivolo ad alimentazione elettrica, in grado di decollare ed atterrare in verticale come un elicottero, e che quando si muove in strada possa garantire le prestazioni di una Porsche.

Boeing: “L’obiettivo è creare un nuovo ecosistema di mobilità”

Insieme all’annuncio della firma del memorandum d’intesa sono state rilasciate un paio di immagini che ci mostrano quella che è una prima idea di auto volante, un veicolo caratterizzato da ali fisse non ripiegabili. Commentando l’accordo con Porsche Steve Nordlund, vice presidente e general manager Boeing NeXt, ha dichiarato: “I nostri sforzi comuni saranno mirati allo sviluppo di un nuovo ecosistema di mobilità sicuro ed efficiente”.

Porsche, accordo con Boeing per sviluppare le auto che volano
5 (100%) 2 votes
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati