WP_Post Object ( [ID] => 664595 [post_author] => 67 [post_date] => 2019-10-13 09:38:44 [post_date_gmt] => 2019-10-13 07:38:44 [post_content] =>

Design e Interni: [xrr rating=4/5]

La nuova Bmw Serie 8 è grossa, l'han fatta grossa. Sembra addirittura più lunga dei suoi 484 cm per quanto la sua silhouette appaia piatta e allungata. Il cofano e le zone del profilo sembrano levigate dal vento, meno la zona posteriore, che rispetto al resto della vettura appare meno pulita, più massiccia e caratterizzata da tagli, nervature e sbalzi che contrastano un pò rispetto al resto. Le cose brutte sono altre, ci mancherebbe, ma se pensiamo al design della coda della sua antesignana, la serie 6, per esempio, si ritrova maggiore armonia. Quindi senza entrare troppo nel soggettivo, la grinta c'è e la macchina è una bella macchina ma qualcosa sembra non tornare quando la si osserva. Bisognerà probabilmente "farci l'occhio" a questa linea "piallata" e ai nuovi sguardi dei fari posteriori delle recenti Bmw. Il detto "quello che ti piace subito, ti piacerà per sempre" è li che ronza all'orecchio di molti appassionati del marchio. Lunga 484cm, larga 190 e alta 134cm,  l'esemplare oggetto della nostra prova è arricchito esteticamente dal Pack MSport. I cerchi da 20" (optional) completano il quadro filo-sportiveggiante di questa nuova Serie 8 cabrio. Nel frontale spiccano i due reni che compongono la grande mascherina a sviluppo orizzontale ( per fortuna...) e i sottili fari Laser Led, ottimi sia per il design che per efficacia nel funzionamento. Una nota molto positiva ci giunge dalla linea e dalle fattezze della capotte in tela che ben si inserisce nel contesto ed è perfetta sotto il profilo dell'insonorizzazione e del suo azionamento: l'apertura e la chiusura possono avvenire anche in movimento fino a 50km/h, in un tempo di 15". A velocità autostradali sembra di essere a bordo di una coupè piuttosto che su una cabriolet con capotte in tela.

Interni lussuosi dal design convenzionale

Ottimi i materiali, la qualità e l'ergonomia dei sedili anche se dobbiamo segnalare che nell'esemplare in prova su fondi sconnessi e dossi, abbiamo riscontrato alcuni scricchiolii giungere dalla zona centrale della plancia e dalla parte superiore del cruscotto, probabilmente per qualche problema di assemblaggio che contestualmente segnaliamo ai tecnici bavaresi. Il cruscotto è un mix tra uno stile moderno e uno stile più classico in pieno gusto teutonico. L'ambiente è lussuoso ma non esente da fronzoli come il pomello del cambio "swarowsky", completano l'ambiente il cockpit-display da 10,25" dietro al volante a tre razze, il dominante schermo centrale da 12,3", l' Head-Up display a colori di serie o le luci colorate che variano il mood ambientale. Ottima l'ergonomia delle 4 sedute e lo spazio a disposizione dei passeggeri anteriori, meno l'abitabilità di quelli posteriori che risultano effettivamente più sfruttabili da famiglie con uno o due figli, che fruibile comodamente e per lunghi tragitti da 4 adulti, a causa del limitato spazio deputato a gambe e piedi. Molto valido l'impianto audio Bowers & Wilson (optional) dal suono pulito anche a capotte abbassata e a velocità sostenute. Altro optional che consigliamo sono i sedili ventilati ( caldi-freddi) che insieme alle bocchette di areazione poste dietro alla nuca dei sedili anteriori,  al frangivento (di serie),  consentono di poter scappottare anche quando le temperature si abbassano.

Comportamento su Strada: [xrr rating=4/5]

Quel recente passato nel quale Bmw ci aveva abituato ad auto molto più inclini a trasmettere sportività, prima che comfort, è forse un vago ricordo? Se penso a come viaggia questa serie 8, mi vengono in mente certe Bentley recenti, a livello caratteriale, piuttosto che la vecchia M6 disegnata da Bangle o una "normalissima" 650i. Lei è si grintosa nelle sembianze, ma al volante è più confortevole che "cattiva". Merito, o colpa, delle sospensioni pneumatiche a controllo elettronico che assorbono divinamente le asperità e del leggero sterzo parametrico/progressivo. Questo sterzo è velocissimo e l'ho trovato troppo sensibile nella risposta dei primissimi millimetri di rotazione. "Se volete un consiglio, manovratelo con estrema delicatezza altrimenti lui anticiperà sempre di pochissimo l'ingresso in curva e questo insieme all'azione dinamica delle 4 ruote sterzanti in fase, che contestualmente 'spingono dentro il posteriore', vi porterà a dover correggere spessissimo la traiettoria, se sarete indelicati nel manovrarlo". Ottima e proporzionata alle prestazioni e al peso della vettura la frenata che è molto potente, sempre sicura e ben modulabile. Validi, i freni, anche a livello di affaticamento quando vengono sfruttati adottando a lungo uno stile di guida aggressivo. Capitolo a parte andrebbe riservato agli Adas, i sistemi di assistenza e aiuto alla guida. Lei li ha tutti. Dal cruise control attivo, alla correzione del cambio di corsia, la frenata assistita, la guida autonoma assistita ( va da sola ma ogni "tot secondi" ti chiede di toccare il volante) e per specifiche ed ulteriori dettagli vi rimandiamo al sito di www.bmw.it o a colleghi che amano più di me raccontare come guidano da sole le auto...

Motore e Prestazioni: [xrr rating=4/5]

Il motore è un 6 cilindri in linea turbo diesel, tre litri, capace di sviluppare la potenza massima di 320cv e 680nm di coppia massima disponibile già a 1.750giri/m. Il propulsore ha una risposta prontissima, piena, corposa e in modalità sport plus gli scarichi si "aprono", rendendo il sound più accattivante, profondo: un bel borbottio composto, ma pieno e regolato su una frequenza che ci può stare. Il peso della vettura si attesta poco sopra le 2 tonnellate in ordine di marcia, 2.030 kg, 125 kg in più rispetto alla Coupe. L'accelerazione sullo 0-100 km/h viene coperto in appena 5,2" e la velocità massima è limitata a 250km/h. Grazie a questi numeri è sempre leggera al volante ed estremamente incisiva, soprattutto in accelerazione. Se amate la spinta con la "S" maiuscola, non vi deluderà, se poi siete dei puristi del motorismo di lusso, probabilmente, la 850i sarà l'opzione che sceglierete nonostante qui la spinta ci sia e i consumi facciano pendere l'ago della bilancia dalla sua.

Consumi e Costi: [xrr rating=4/5]

Consumi bassi a patto di non esagerare con l'acceleratore: 6,2 l/100km medio (7,4 urbano, 5,4 extraurbano) Listino a partire da Euro 114.700 ( qui il configuratore). [review pros="L'erogazione fluida, costante, piena del 6 cilindri diesel Il comfort complessivo anche a cielo aperto" cons="La linea, i volumi, gli sbalzi mancano di una certa armonia. I comandi dell' infotainment non sono di facilissima e immediata interpretazione. Abitabilità dei passeggeri posteriori scarsa."]  

Bmw 840d Xdrive Cabrio: la Pagella di Motorionline

  [xrrgroup][xrr label="Motore:" rating="4.5/5" group="s1" ] [xrr label="Ripresa:" rating="4/5" group="s1"] [xrr label="Cambio:" rating="4/5" group="s1"] [xrr label="Frenata:" rating="5/5" group="s1"] [xrr label="Sterzo:" rating="3/5" group="s1"] [xrr label="Tenuta di Strada:" rating="4/5" group="s1" ] [xrr label="Comfort:" rating="5/5" group="s1" ] [xrr label="Posizione di guida:" rating="5/5" group="s1" ] [xrr label="Dotazione:" rating="4/5" group="s1" ] [xrr label="Qualità/Prezzo:" rating="4/5" group="s1" ] [xrr label="Design:" rating="3.5/5" group="s1" ] [xrr label="Consumi:" rating="4/5" group="s1" ] [/xrrgroup] [post_title] => BMW Serie 840d XDrive Cabrio: come va la nuova ammiraglia 'scoperta' [VIDEO PROVA SU STRADA] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => bmw-840d-xdrive-cabrio-prova-caratteristiche-prestazioni-motore-prezzi [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-10-23 15:04:20 [post_modified_gmt] => 2019-10-23 13:04:20 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=664595 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

BMW Serie 840d XDrive Cabrio: come va la nuova ammiraglia ‘scoperta’ [VIDEO PROVA SU STRADA]

Comoda e veloce, grazie all'unità 3 litri turbo diesel

Bmw 840d XDrive Cabrio - La nuova BMW 840d Xdrive Cabrio è l'ammiraglia cabriolet di lusso della Bayerische Motoren Werke, un'auto capace di accompagnare gli occupanti in una dimensione rinnovata nello spirito, e nella sostanza, rispetto al recente passato.

Design e Interni:

Rating: ★★★★☆ 

La nuova Bmw Serie 8 è grossa, l’han fatta grossa. Sembra addirittura più lunga dei suoi 484 cm per quanto la sua silhouette appaia piatta e allungata. Il cofano e le zone del profilo sembrano levigate dal vento, meno la zona posteriore, che rispetto al resto della vettura appare meno pulita, più massiccia e caratterizzata da tagli, nervature e sbalzi che contrastano un pò rispetto al resto. Le cose brutte sono altre, ci mancherebbe, ma se pensiamo al design della coda della sua antesignana, la serie 6, per esempio, si ritrova maggiore armonia. Quindi senza entrare troppo nel soggettivo, la grinta c’è e la macchina è una bella macchina ma qualcosa sembra non tornare quando la si osserva. Bisognerà probabilmente “farci l’occhio” a questa linea “piallata” e ai nuovi sguardi dei fari posteriori delle recenti Bmw. Il detto “quello che ti piace subito, ti piacerà per sempre” è li che ronza all’orecchio di molti appassionati del marchio. Lunga 484cm, larga 190 e alta 134cm,  l’esemplare oggetto della nostra prova è arricchito esteticamente dal Pack MSport. I cerchi da 20″ (optional) completano il quadro filo-sportiveggiante di questa nuova Serie 8 cabrio.

Nel frontale spiccano i due reni che compongono la grande mascherina a sviluppo orizzontale ( per fortuna…) e i sottili fari Laser Led, ottimi sia per il design che per efficacia nel funzionamento. Una nota molto positiva ci giunge dalla linea e dalle fattezze della capotte in tela che ben si inserisce nel contesto ed è perfetta sotto il profilo dell’insonorizzazione e del suo azionamento: l’apertura e la chiusura possono avvenire anche in movimento fino a 50km/h, in un tempo di 15″. A velocità autostradali sembra di essere a bordo di una coupè piuttosto che su una cabriolet con capotte in tela.

Interni lussuosi dal design convenzionale

Ottimi i materiali, la qualità e l’ergonomia dei sedili anche se dobbiamo segnalare che nell’esemplare in prova su fondi sconnessi e dossi, abbiamo riscontrato alcuni scricchiolii giungere dalla zona centrale della plancia e dalla parte superiore del cruscotto, probabilmente per qualche problema di assemblaggio che contestualmente segnaliamo ai tecnici bavaresi. Il cruscotto è un mix tra uno stile moderno e uno stile più classico in pieno gusto teutonico. L’ambiente è lussuoso ma non esente da fronzoli come il pomello del cambio “swarowsky”, completano l’ambiente il cockpit-display da 10,25″ dietro al volante a tre razze, il dominante schermo centrale da 12,3″, l’ Head-Up display a colori di serie o le luci colorate che variano il mood ambientale.

Ottima l’ergonomia delle 4 sedute e lo spazio a disposizione dei passeggeri anteriori, meno l’abitabilità di quelli posteriori che risultano effettivamente più sfruttabili da famiglie con uno o due figli, che fruibile comodamente e per lunghi tragitti da 4 adulti, a causa del limitato spazio deputato a gambe e piedi.

Molto valido l’impianto audio Bowers & Wilson (optional) dal suono pulito anche a capotte abbassata e a velocità sostenute. Altro optional che consigliamo sono i sedili ventilati ( caldi-freddi) che insieme alle bocchette di areazione poste dietro alla nuca dei sedili anteriori,  al frangivento (di serie),  consentono di poter scappottare anche quando le temperature si abbassano.

Comportamento su Strada:

Rating: ★★★★☆ 

Quel recente passato nel quale Bmw ci aveva abituato ad auto molto più inclini a trasmettere sportività, prima che comfort, è forse un vago ricordo? Se penso a come viaggia questa serie 8, mi vengono in mente certe Bentley recenti, a livello caratteriale, piuttosto che la vecchia M6 disegnata da Bangle o una “normalissima” 650i. Lei è si grintosa nelle sembianze, ma al volante è più confortevole che “cattiva”. Merito, o colpa, delle sospensioni pneumatiche a controllo elettronico che assorbono divinamente le asperità e del leggero sterzo parametrico/progressivo. Questo sterzo è velocissimo e l’ho trovato troppo sensibile nella risposta dei primissimi millimetri di rotazione. “Se volete un consiglio, manovratelo con estrema delicatezza altrimenti lui anticiperà sempre di pochissimo l’ingresso in curva e questo insieme all’azione dinamica delle 4 ruote sterzanti in fase, che contestualmente ‘spingono dentro il posteriore’, vi porterà a dover correggere spessissimo la traiettoria, se sarete indelicati nel manovrarlo”.

Ottima e proporzionata alle prestazioni e al peso della vettura la frenata che è molto potente, sempre sicura e ben modulabile. Validi, i freni, anche a livello di affaticamento quando vengono sfruttati adottando a lungo uno stile di guida aggressivo.

Capitolo a parte andrebbe riservato agli Adas, i sistemi di assistenza e aiuto alla guida. Lei li ha tutti. Dal cruise control attivo, alla correzione del cambio di corsia, la frenata assistita, la guida autonoma assistita ( va da sola ma ogni “tot secondi” ti chiede di toccare il volante) e per specifiche ed ulteriori dettagli vi rimandiamo al sito di www.bmw.it o a colleghi che amano più di me raccontare come guidano da sole le auto…

Motore e Prestazioni:

Rating: ★★★★☆ 

Il motore è un 6 cilindri in linea turbo diesel, tre litri, capace di sviluppare la potenza massima di 320cv e 680nm di coppia massima disponibile già a 1.750giri/m. Il propulsore ha una risposta prontissima, piena, corposa e in modalità sport plus gli scarichi si “aprono”, rendendo il sound più accattivante, profondo: un bel borbottio composto, ma pieno e regolato su una frequenza che ci può stare. Il peso della vettura si attesta poco sopra le 2 tonnellate in ordine di marcia, 2.030 kg, 125 kg in più rispetto alla Coupe. L’accelerazione sullo 0-100 km/h viene coperto in appena 5,2″ e la velocità massima è limitata a 250km/h. Grazie a questi numeri è sempre leggera al volante ed estremamente incisiva, soprattutto in accelerazione. Se amate la spinta con la “S” maiuscola, non vi deluderà, se poi siete dei puristi del motorismo di lusso, probabilmente, la 850i sarà l’opzione che sceglierete nonostante qui la spinta ci sia e i consumi facciano pendere l’ago della bilancia dalla sua.

Consumi e Costi:

Rating: ★★★★☆ 

Consumi bassi a patto di non esagerare con l’acceleratore: 6,2 l/100km medio (7,4 urbano, 5,4 extraurbano)

Listino a partire da Euro 114.700 ( qui il configuratore).

Pro e Contro

Ci PiaceNon Ci Piace
L'erogazione fluida, costante, piena del 6 cilindri diesel

Il comfort complessivo anche a cielo aperto

La linea, i volumi, gli sbalzi mancano di una certa armonia.

I comandi dell' infotainment non sono di facilissima e immediata interpretazione.

Abitabilità dei passeggeri posteriori scarsa.

 

Bmw 840d Xdrive Cabrio: la Pagella di Motorionline

 

Motore:★★★★½ 
Ripresa:★★★★☆ 
Cambio:★★★★☆ 
Frenata:★★★★★ 
Sterzo:★★★☆☆ 
Tenuta di Strada:★★★★☆ 
Comfort:★★★★★ 
Posizione di guida:★★★★★ 
Dotazione:★★★★☆ 
Qualità/Prezzo:★★★★☆ 
Design:★★★½☆ 
Consumi:★★★★☆ 

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati