WP_Post Object ( [ID] => 668397 [post_author] => 40 [post_date] => 2019-10-17 18:47:58 [post_date_gmt] => 2019-10-17 16:47:58 [post_content] => Mick Schumacher sale a bordo della Ferrari F8 Tributo e il racconto, gli spunti, le sensazioni provate che si collegano a preziosi ricordi, arricchiscono la prova della potente vettura.

Evoluzione e tradizione

Parlando dell'auto, estetica e tecnica convergono. Il profilo e il frontale risultano taglienti e filanti, il disegno dei gruppi ottici con firma luminosa LED e il connotativo S-Duct accentuano la visione anteriore, agendo assieme a diverse e affinate propaggini che massimizzano la portata d’aria verso la parte retrostante. Altrettanto articolata la zona posteriore, dove spiccano i fari di forma circolare ma anche il ricercato disegno del lunotto, che rimanda in parte alla storica F40. Ridefinito il volante, dato il diametro più compatto rispetto a quello della 488 GTB, in un ambiente curato ed essenziale, tipico delle vetture sportive modenesi. Tra i dettagli interessanti anche la presenza di uno schermo da 7 pollici dedicato al passeggero, oltre a una rinnovata HMI (Human Machine Interface).

Tanta energia, progressione funambolica

La spinta trasmessa dal motore centrale V8 Turbo di 3.9 litri ammonta a 720 cavalli, l'attuale punto più elevato di questa produzione. Una potenza specifica di 185 CV/l, pareggiando il dato della 488 Pista, quindi una coppia massima di 770 Nm. Tanta energia da rapportare a un peso in ordine di marcia di 1.435 kg e un dato a secco più contenuto di 40 kg, sempre considerando la 488 GTB. Riprendendo ancora i dati sul modello: lo scatto da 0 a 100 km/h è racchiuso in 2,9 secondi, raggiungendo una velocità di 340 km/h. Tra i fattori cruciali dunque figurano aerodinamica, meccanica e sofisticati sistemi, tipo un Side Slip Angle Control di ultima generazione. Video: Ferrari Immagine di apertura ripresa dal filmato [post_title] => Ferrari F8 Tributo: Mick Schumacher e la potente V8 a Fiorano [VIDEO] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => ferrari-f8-tributo-caratteristiche-test-drive-mick-schumacher [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-10-17 18:47:58 [post_modified_gmt] => 2019-10-17 16:47:58 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=668397 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Ferrari F8 Tributo: Mick Schumacher e la potente V8 a Fiorano [VIDEO]

Un'energia che tocca i 720 cavalli

Emozioni e sensazioni di guida del giovane pilota Mick Schumacher, figlio del grande Michael, a bordo della più recente sportiva con motore V8 Turbo di Maranello
Ferrari F8 Tributo: Mick Schumacher e la potente V8 a Fiorano [VIDEO]

Mick Schumacher sale a bordo della Ferrari F8 Tributo e il racconto, gli spunti, le sensazioni provate che si collegano a preziosi ricordi, arricchiscono la prova della potente vettura.

Evoluzione e tradizione

Parlando dell’auto, estetica e tecnica convergono. Il profilo e il frontale risultano taglienti e filanti, il disegno dei gruppi ottici con firma luminosa LED e il connotativo S-Duct accentuano la visione anteriore, agendo assieme a diverse e affinate propaggini che massimizzano la portata d’aria verso la parte retrostante. Altrettanto articolata la zona posteriore, dove spiccano i fari di forma circolare ma anche il ricercato disegno del lunotto, che rimanda in parte alla storica F40.
Ridefinito il volante, dato il diametro più compatto rispetto a quello della 488 GTB, in un ambiente curato ed essenziale, tipico delle vetture sportive modenesi. Tra i dettagli interessanti anche la presenza di uno schermo da 7 pollici dedicato al passeggero, oltre a una rinnovata HMI (Human Machine Interface).

Tanta energia, progressione funambolica

La spinta trasmessa dal motore centrale V8 Turbo di 3.9 litri ammonta a 720 cavalli, l’attuale punto più elevato di questa produzione. Una potenza specifica di 185 CV/l, pareggiando il dato della 488 Pista, quindi una coppia massima di 770 Nm. Tanta energia da rapportare a un peso in ordine di marcia di 1.435 kg e un dato a secco più contenuto di 40 kg, sempre considerando la 488 GTB. Riprendendo ancora i dati sul modello: lo scatto da 0 a 100 km/h è racchiuso in 2,9 secondi, raggiungendo una velocità di 340 km/h. Tra i fattori cruciali dunque figurano aerodinamica, meccanica e sofisticati sistemi, tipo un Side Slip Angle Control di ultima generazione.

Video: Ferrari
Immagine di apertura ripresa dal filmato

Ferrari F8 Tributo: Mick Schumacher e la potente V8 a Fiorano [VIDEO]
5 (100%) 3 votes
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati