WP_Post Object ( [ID] => 660358 [post_author] => 70 [post_date] => 2019-10-23 10:43:36 [post_date_gmt] => 2019-10-23 08:43:36 [post_content] => La Mazda MX-30 è la prima elettrica di serie della casa giapponese ed è stata presentata al Salone di Tokyo 2019. Si tratta di un modello dedicato principalmente ad un utilizzo cittadino, visto i circa 200 chilometri di autonomia, con un design distintivo ed un focus sul conducente. Questa vettura è già ordinabile ed arriverà nelle concessionarie nella seconda metà del 2020.

Le caratteristiche della Mazda MX-30

Partendo dal design, la Mazda MX-30 presenta un design distintivo, evolvendo i concetti della filosofia Kodo del marchio giapponese. Un elemento caratteristico è sicuramente l’apertura della portiera posteriore controvento (ispirata alla RX-8), così come un frontale riprogettato approfittando dell’assenza del propulsore termico e riducendo così le prese d’aria. La griglia vede incastonato il logo Mazda, mentre il prolungamento del cofano segue le linee dei fari a LED. Gli interni sono stati realizzati con materiali biocompatibili, sostituendo molte delle parti in pelle con un’alternativa vegana, mentre il sughero è stato utilizzato per la consolle sul tunnel. La progettazione dell‘abitacolo ispira un senso di apertura attraverso spazi vuoti intorno alla console centrale, che creano un collegamento ideale tra la zona occupata dal passeggero e quella del guidatore.

Un’autonomia di circa 200 chilometri

La casa giapponese non ha rilasciato le complete specifiche sul motore elettrico della MX-30, ma la batteria da 35,5 kWh permette un’autonomia di circa 200 chilometri. “Superando così la media giornaliera di 48 km del cliente europeo” scrive Mazda sul proprio comunicato. La batteria è rigidamente integrata nella struttura della scocca del veicolo, aumentando la rigidità generale della carrozzeria e fornendo un’immediata risposta alle azioni del conducente. Inoltre, data l’importanza del suono per la percezione di coppia e velocità da parte di chi guida, gli ingegneri Mazda hanno anche creato all’interno un sistema audio elettronico che è sincronizzato per frequenza e pressione sonora con la coppia del motore elettrico. [post_title] => Mazda MX-30: la prima elettrica è già ordinabile [FOTO e VIDEO] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => mazda-mx-30-elettrica-caratteristiche-anticipazioni-motore-autonomia-uscita [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-10-23 10:54:26 [post_modified_gmt] => 2019-10-23 08:54:26 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=660358 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Mazda MX-30: la prima elettrica è già ordinabile [FOTO e VIDEO]

Ha un'autonomia di circa 200 chilometri

La Mazda MX-30 è la prima elettrica del marchio giapponese, con un'autonomia di circa 200 chilometri ed un design dedicato. La vettura è già ordinabile ed arriverà nelle concessionarie nella seconda metà del 2020.

La Mazda MX-30 è la prima elettrica di serie della casa giapponese ed è stata presentata al Salone di Tokyo 2019. Si tratta di un modello dedicato principalmente ad un utilizzo cittadino, visto i circa 200 chilometri di autonomia, con un design distintivo ed un focus sul conducente. Questa vettura è già ordinabile ed arriverà nelle concessionarie nella seconda metà del 2020.

Le caratteristiche della Mazda MX-30

Partendo dal design, la Mazda MX-30 presenta un design distintivo, evolvendo i concetti della filosofia Kodo del marchio giapponese. Un elemento caratteristico è sicuramente l’apertura della portiera posteriore controvento (ispirata alla RX-8), così come un frontale riprogettato approfittando dell’assenza del propulsore termico e riducendo così le prese d’aria. La griglia vede incastonato il logo Mazda, mentre il prolungamento del cofano segue le linee dei fari a LED.

Gli interni sono stati realizzati con materiali biocompatibili, sostituendo molte delle parti in pelle con un’alternativa vegana, mentre il sughero è stato utilizzato per la consolle sul tunnel. La progettazione dell‘abitacolo ispira un senso di apertura attraverso spazi vuoti intorno alla console centrale, che creano un collegamento ideale tra la zona occupata dal passeggero e quella del guidatore.

Un’autonomia di circa 200 chilometri

La casa giapponese non ha rilasciato le complete specifiche sul motore elettrico della MX-30, ma la batteria da 35,5 kWh permette un’autonomia di circa 200 chilometri. “Superando così la media giornaliera di 48 km del cliente europeo” scrive Mazda sul proprio comunicato.

La batteria è rigidamente integrata nella struttura della scocca del veicolo, aumentando la rigidità generale della carrozzeria e fornendo un’immediata risposta alle azioni del conducente. Inoltre, data l’importanza del suono per la percezione di coppia e velocità da parte di chi guida, gli ingegneri Mazda hanno anche creato all’interno un sistema audio elettronico che è sincronizzato per frequenza e pressione sonora con la coppia del motore elettrico.

Mazda MX-30: la prima elettrica è già ordinabile [FOTO e VIDEO]
5 (100%) 1 vote
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati