Jeep investe ancora di più sulla Juventus: aumentato di 25 milioni il fisso annuale della sponsorizzazione

Jeep investe ancora di più sulla Juventus: aumentato di 25 milioni il fisso annuale della sponsorizzazione

Si passa da 17 a 42 milioni all'anno, esclusi i bonus

Jeep verserà 25 milioni di euro in più all'anno, per questa e la prossima stagione, nelle casse della Juventus rafforzando ancora di più l'accordo di sponsorizzazione con la squadra bianconera.
Jeep investe ancora di più sulla Juventus: aumentato di 25 milioni il fisso annuale della sponsorizzazione

Jeep ha deciso di investire in maniera ancora più significativa sulla Juventus, squadra di calcio di cui il marchio automobilistico americano è main sponsor.

Parte fissa sale da 17 a 42 milioni

Grazie alla cassa di risonanza sempre più ampia, derivante dagli eccellenti risultati sportivi ottenuti dalla Juventus, Jeep per questa e la prossima stagione aumenterà di 25 milioni di euro la quota fissa annuale, che salirà così da 17 a 42 milioni di euro. Un accordo che riguarda esclusivamente la parte fissa, escludendo dunque i bonus.

Si lavora già al rinnovo dell’accordo che scade nel 2021

Nell’ultima stagione calcistica, oltre ai 17 milioni di euro base, la Juventus ha ricevuto da Jeep altri 3 milioni di euro di bonus, ai quali si aggiunge un altro milione di valorizzazione della fornitura auto. Oltre a rivedere in maniera importante l’investimento della sponsorizzazione di Jeep per i prossimi due anni, il marchio automobilistico e la Juventus hanno già avviato le trattative per discutere del rinnovo della partnership, con l’attuale accordo che è in scadenza nel 2021.

A tal proposito il comunicato ufficiale spiega che “Juventus e FCA hanno convenuto di iniziare, anticipatamente rispetto alle previsioni contrattuali, le negoziazioni per il rinnovo della sponsorizzazione”. Alla luce dei risultati sportivi ottenuti dalla squadra bianconera e della crescita delle performance commerciali di Jeep è molto probabile che la partnership tra i due brand sia destinata a continuare ancora a lungo.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati