WP_Post Object ( [ID] => 671153 [post_author] => 24 [post_date] => 2019-10-28 11:54:38 [post_date_gmt] => 2019-10-28 10:54:38 [post_content] => Il contratto collettivo nazionale di lavoro di chi opera nell'autonoleggio è stato rinnovato. Sono oltre 20.000 i lavoratori del settore dell'autonoleggio, del soccorso stradale e di parcheggi e/o autorimesse interessati dal rinnovo.

In media 120 euro in più in busta paga

Aumenti retributivi medi complessivi di 120 euro ed erogazione di una tantum forfettaria di 330 euro in due tranche, sono queste le misure previste dall'intesa che nei giorni scorsi è stata raggiunta da ANIASA, l'Associazione Nazionale Industria dell'Autonoleggio e Servizi Automobilistici di Confindustria, e dalla organizzazione sindacali FILT-CGIL, FIT-CISL e UilTrasporti.

Accordo valido fino a fine 2021

Ampio spazio dell'accordo siglato, che sarà valido fino al 31 dicembre 2021, è riservato all'adeguamento alle normative vigenti del mercato del lavoro e a una ampia regolamentazione sul tema degli appalti; una disciplina, quest’ultima, particolarmente rilevante in quanto il settore è caratterizzato dallo svolgimento di servizi ausiliari all'attività dell'autonoleggio, quali l’approntamento, la pulizia e il "navettamento" delle vetture, effettuati anche tramite contratti di appalto, da cui conseguono cambi di gestione fra le imprese appaltatrici. Le parti hanno regolamentato il cambio di appalto con l'obiettivo di tutelare i livelli complessivi dell'occupazione, anche al fine di evitare l'insorgere di fenomeni distorsivi della concorrenza.

Scala parametrale rivista

Tra gli aspetti di maggiore rilevanza dell’intesa firmata una completa rivisitazione della scala parametrale che ha portato ad ampliare i livelli professionali e un adeguamento della classificazione dei lavoratori, più rispondente alle effettive esigenze delle aziende. È stato previsto, inoltre, a partire dal 2021 l’incremento dello 0,5% della previdenza sanitaria complementare, con il cosiddetto contributo mensile contrattuale"(oggi pari all'1% a carico del datore di lavoro) per tutti i dipendenti. Costituisce parte integrante dell'accordo anche il protocollo di settore contro le molestie sul luogo di lavoro.

Benincasa, segretario generale di ANIASA: "Concorrenza basata su qualità dei servizi"

Rinnovo del contratto accolto con soddisfazione da ANIASA, come si evince dalla parole del suo segretario generale, Giuseppe Benincasa: "Il rinnovo consentirà alle aziende di misurarsi e farsi concorrenza sulla base della qualità dei servizi in un mercato, quello del noleggio veicoli, protagonista dell'evoluzione dei trend della smart mobility e che fornisce un supporto strategico alla mobilità aziendale e turistica del nostro Paese e al mercato automobilistico". [post_title] => Autonoleggio, rinnovato il contratto nazionale di lavoro per oltre 20.000 lavoratori [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => autonoleggio-rinnovo-contratto-nazionale-di-lavoro-2019 [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-10-28 11:54:38 [post_modified_gmt] => 2019-10-28 10:54:38 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=671153 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Autonoleggio, rinnovato il contratto nazionale di lavoro per oltre 20.000 lavoratori

Previsti aumenti medi di 120 euro

ANIASA e i sindacati hanno raggiunto l'intesa per il rinnovo del contratto nazionale di lavoro che riguarda oltre 20.000 lavoratori del settore dell'autonoleggio. L'intesa, che prevede aumenti di 120 euro in media, è valido fino al 31 dicembre 2021.
Autonoleggio, rinnovato il contratto nazionale di lavoro per oltre 20.000 lavoratori

Il contratto collettivo nazionale di lavoro di chi opera nell’autonoleggio è stato rinnovato. Sono oltre 20.000 i lavoratori del settore dell’autonoleggio, del soccorso stradale e di parcheggi e/o autorimesse interessati dal rinnovo.

In media 120 euro in più in busta paga

Aumenti retributivi medi complessivi di 120 euro ed erogazione di una tantum forfettaria di 330 euro in due tranche, sono queste le misure previste dall’intesa che nei giorni scorsi è stata raggiunta da ANIASA, l’Associazione Nazionale Industria dell’Autonoleggio e Servizi Automobilistici di Confindustria, e dalla organizzazione sindacali FILT-CGIL, FIT-CISL e UilTrasporti.

Accordo valido fino a fine 2021

Ampio spazio dell’accordo siglato, che sarà valido fino al 31 dicembre 2021, è riservato all’adeguamento alle normative vigenti del mercato del lavoro e a una ampia regolamentazione sul tema degli appalti; una disciplina, quest’ultima, particolarmente rilevante in quanto il settore è caratterizzato dallo svolgimento di servizi ausiliari all’attività dell’autonoleggio, quali l’approntamento, la pulizia e il “navettamento” delle vetture, effettuati anche tramite contratti di appalto, da cui conseguono cambi di gestione fra le imprese appaltatrici. Le parti hanno regolamentato il cambio di appalto con l’obiettivo di tutelare i livelli complessivi dell’occupazione, anche al fine di evitare l’insorgere di fenomeni distorsivi della concorrenza.

Scala parametrale rivista

Tra gli aspetti di maggiore rilevanza dell’intesa firmata una completa rivisitazione della scala parametrale che ha portato ad ampliare i livelli professionali e un adeguamento della classificazione dei lavoratori, più rispondente alle effettive esigenze delle aziende. È stato previsto, inoltre, a partire dal 2021 l’incremento dello 0,5% della previdenza sanitaria complementare, con il cosiddetto contributo mensile contrattuale”(oggi pari all’1% a carico del datore di lavoro) per tutti i dipendenti. Costituisce parte integrante dell’accordo anche il protocollo di settore contro le molestie sul luogo di lavoro.

Benincasa, segretario generale di ANIASA: “Concorrenza basata su qualità dei servizi”

Rinnovo del contratto accolto con soddisfazione da ANIASA, come si evince dalla parole del suo segretario generale, Giuseppe Benincasa: “Il rinnovo consentirà alle aziende di misurarsi e farsi concorrenza sulla base della qualità dei servizi in un mercato, quello del noleggio veicoli, protagonista dell’evoluzione dei trend della smart mobility e che fornisce un supporto strategico alla mobilità aziendale e turistica del nostro Paese e al mercato automobilistico”.

Autonoleggio, rinnovato il contratto nazionale di lavoro per oltre 20.000 lavoratori
5 (100%) 1 vote
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati