WP_Post Object ( [ID] => 650141 [post_author] => 84 [post_date] => 2019-10-30 13:00:25 [post_date_gmt] => 2019-10-30 12:00:25 [post_content] =>

Fiat 120

Ormai lo sappiamo, la Fiat Centoventi, o Fiat 120, la vettura elettrica del gruppo FCA, prima o poi affollerà le strade italiane. La versione commerciale, a dispetto del concept che abbiamo imparato ad amare, ha ruote di dimensioni più piccole, portiere tradizionali e non con quelle posteriori ad apertura contro vento e...basta, le differenze dalla concept car finiscono qui! Poche modifiche per un'auto inedita e originale ideata dal top manager di Fiat a livello globale, Olivier François.

Uscita

Ancora non c'è una data per il debutto ma già da ora possiamo dirvi che il prezzo della Fiat 120 si dovrebbe assestare dai 15.000 euro ai 18.000 euro e si muoverà grazie alla presenza di un set di batterie modulari con un'autonomia di 100 km. Troppo risicata l'autonomia dite? Beh, non disperate! Sarà sempre possibile acquistare o noleggiare fino a 3 batterie addizionali, con incrementi di 100 km di autonomia ciascuna.

Autonomia

Le batterie addizionali sono installate sotto la vettura cosi da istallarle e rimuoverle nel minor tempo possibile grazie a un binario scorrevole che sostiene e collega le batterie. C'è anche la possibilità di avere una batteria ulteriore, da mettere sotto il sedile, che può essere sganciata e messa sotto carica direttamente a casa o in garage. In totale, con le batterie aggiuntive si può raggiungere un'autonomia di 500 chilometri.

Personalizzazione

Se state arredando casa potrete cogliere l'occasione e, già che ci siete, arredare anche la nuova Fiat 120. La neonata del gruppo FCA verrà infatti venduta come una casa vuota che il cliente potrà arredare con tutta calma e secondo i suoi gusti. Fiat venderà accessori per arricchire l'auto ma è previsto comunque un allestimento di base, di serie, con cui uscirà la vettura dagli stabilimenti.

Colori e wrapping

La nuova Fiat sarà disponibile in un solo colore, simile alla lamiera trattata, per semplificare la produzione, ma sarà estremamente personalizzabile. Il cliente potrà scegliere l'abbinamento tra quattro colori per il tetto, quattro per il paraurti, quattro per i copri-ruota e, ancora, quattro colori per le pellicole esterne e per il wrapping. Il wrapping, in particolare, potrà essere eseguito presso qualsiasi dealer in qualsiasi momento, su richiesta del cliente e, grazie alle superfici esterne della macchina lineari e piatte, sarà realizzabile in pochissimo tempo e avrà un prezzo contenuto.

Interni e abitacolo

A dispetto delle dimensioni compatte (3,68 metri) all'interno dell'abitacolo c'è tanto spazio a disposizione per gli occupanti e se fuori la parola d'ordine è personalizzazione, dentro non si cambia certo registro. Tutto, o quasi, è intercambiabile e personalizzabile in base ai nostri gusti: volete un sedile più comodo? Bene, potete farlo, magari sostituendolo con una poltrona dalla seduta più ergonomica, sportiva o rigida. Se siete soliti viaggiare con i vostri animali potrete sempre decidere di sostituire il posto del passeggero in un pratico porta-gatti, oppure potrete mettere un tavolino per poterci appoggiare le cose. Anche la plancia si può personalizzare e presenta alcuni buchi per poterci incastrare tutti gli oggetti che vogliamo, da porta-penne a porta computer-telefoni-tablet. Tutti questi oggetti saranno venduti esclusivamente da MOPAR, che dispone, in via esclusiva, del catalogo accessori per la Centoventi. Tutti gli accessori saranno costruiti tramite la stampa 3D. Il volante, almeno nel concept, è minimale e anticipa un display digitale che può raggiungere i 22 pollici. Questo permette di avere sotto controllo, in un unico schermo, sia il quadro strumenti sia il display touch dell'infotainmet. Inoltre, la cornice del quadro strumenti presenta un LED che può inviare segnali visivi o segnalarci lo stato rimanente di carica delle batterie. Confermata la compatibilità dell'infotainment con Apple Car Play o Android Auto.

Allestimenti e versioni

Fiat propone la nuova Centoventi in quattro diverse versioni: la classica cinque porte con forme standard ma anche tanto ampio spazio da dedicare ai nostri ospiti che non dovranno limitare i movimenti anche se siederanno sul divanetto posteriore. Una versione van, che strizza l'occhio ai professionisti, avendo un bagagliaio più capiente e la possibilità di far sparire il divanetto posteriore, aumentando cosi lo spazio a disposizione per trasportare gli arnesi da lavoro. Una versione crossover, che stizza l'occhio alle famiglie più numerose, con spazio e altezza da terra maggiorati. E infine, la spiaggina, più sbarazzina e giovanile, con la possibilità di avere il tetto scoperchiabile.

La nuova Fiat Panda

Per l'azienda 'italiana' Fiat, la Centoventi sarà la nuova Panda, ma con propulsione elettrica. Aspettiamo, con ansia, di sapere se Fiat produrrà anche una versione a benzina.

Configuratore

In attesa dell'uscita, Fiat ha reso disponibile il configuratore per iniziare a spippolare un po' con le prime modifiche stilistiche ed estetiche, cosi da iniziare a personalizzare la propria Centoventi! Clicca qui. [post_title] => Fiat Centoventi: il focus sugli interni. Tutte le ultime news [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => fiat-centoventi-120-2020-elettrica-prezzo-uscita-configuratore-prova-strada-caratteristiche [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-10-30 14:22:38 [post_modified_gmt] => 2019-10-30 13:22:38 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=650141 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 7 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Fiat Centoventi: il focus sugli interni. Tutte le ultime news

Fiat Centoventi, ecco come sarà la personalizzazione all'uscita

Fiat Centoventi, ecco come sarà la personalizzazione all'uscita. Prezzo basso con batteria supplementari
Fiat Centoventi: il focus sugli interni. Tutte le ultime news

Fiat 120

Ormai lo sappiamo, la Fiat Centoventi, o Fiat 120, la vettura elettrica del gruppo FCA, prima o poi affollerà le strade italiane. La versione commerciale, a dispetto del concept che abbiamo imparato ad amare, ha ruote di dimensioni più piccole, portiere tradizionali e non con quelle posteriori ad apertura contro vento e…basta, le differenze dalla concept car finiscono qui! Poche modifiche per un’auto inedita e originale ideata dal top manager di Fiat a livello globale, Olivier François.

Uscita

Ancora non c’è una data per il debutto ma già da ora possiamo dirvi che il prezzo della Fiat 120 si dovrebbe assestare dai 15.000 euro ai 18.000 euro e si muoverà grazie alla presenza di un set di batterie modulari con un’autonomia di 100 km. Troppo risicata l’autonomia dite? Beh, non disperate! Sarà sempre possibile acquistare o noleggiare fino a 3 batterie addizionali, con incrementi di 100 km di autonomia ciascuna.

Autonomia

Le batterie addizionali sono installate sotto la vettura cosi da istallarle e rimuoverle nel minor tempo possibile grazie a un binario scorrevole che sostiene e collega le batterie. C’è anche la possibilità di avere una batteria ulteriore, da mettere sotto il sedile, che può essere sganciata e messa sotto carica direttamente a casa o in garage. In totale, con le batterie aggiuntive si può raggiungere un’autonomia di 500 chilometri.

Personalizzazione

Se state arredando casa potrete cogliere l’occasione e, già che ci siete, arredare anche la nuova Fiat 120. La neonata del gruppo FCA verrà infatti venduta come una casa vuota che il cliente potrà arredare con tutta calma e secondo i suoi gusti. Fiat venderà accessori per arricchire l’auto ma è previsto comunque un allestimento di base, di serie, con cui uscirà la vettura dagli stabilimenti.

Colori e wrapping

La nuova Fiat sarà disponibile in un solo colore, simile alla lamiera trattata, per semplificare la produzione, ma sarà estremamente personalizzabile. Il cliente potrà scegliere l’abbinamento tra quattro colori per il tetto, quattro per il paraurti, quattro per i copri-ruota e, ancora, quattro colori per le pellicole esterne e per il wrapping. Il wrapping, in particolare, potrà essere eseguito presso qualsiasi dealer in qualsiasi momento, su richiesta del cliente e, grazie alle superfici esterne della macchina lineari e piatte, sarà realizzabile in pochissimo tempo e avrà un prezzo contenuto.

Interni e abitacolo

A dispetto delle dimensioni compatte (3,68 metri) all’interno dell’abitacolo c’è tanto spazio a disposizione per gli occupanti e se fuori la parola d’ordine è personalizzazione, dentro non si cambia certo registro. Tutto, o quasi, è intercambiabile e personalizzabile in base ai nostri gusti: volete un sedile più comodo? Bene, potete farlo, magari sostituendolo con una poltrona dalla seduta più ergonomica, sportiva o rigida. Se siete soliti viaggiare con i vostri animali potrete sempre decidere di sostituire il posto del passeggero in un pratico porta-gatti, oppure potrete mettere un tavolino per poterci appoggiare le cose.

Anche la plancia si può personalizzare e presenta alcuni buchi per poterci incastrare tutti gli oggetti che vogliamo, da porta-penne a porta computer-telefoni-tablet. Tutti questi oggetti saranno venduti esclusivamente da MOPAR, che dispone, in via esclusiva, del catalogo accessori per la Centoventi. Tutti gli accessori saranno costruiti tramite la stampa 3D.

Il volante, almeno nel concept, è minimale e anticipa un display digitale che può raggiungere i 22 pollici. Questo permette di avere sotto controllo, in un unico schermo, sia il quadro strumenti sia il display touch dell’infotainmet. Inoltre, la cornice del quadro strumenti presenta un LED che può inviare segnali visivi o segnalarci lo stato rimanente di carica delle batterie. Confermata la compatibilità dell’infotainment con Apple Car Play o Android Auto.

Allestimenti e versioni

Fiat propone la nuova Centoventi in quattro diverse versioni: la classica cinque porte con forme standard ma anche tanto ampio spazio da dedicare ai nostri ospiti che non dovranno limitare i movimenti anche se siederanno sul divanetto posteriore.

Una versione van, che strizza l’occhio ai professionisti, avendo un bagagliaio più capiente e la possibilità di far sparire il divanetto posteriore, aumentando cosi lo spazio a disposizione per trasportare gli arnesi da lavoro.

Una versione crossover, che stizza l’occhio alle famiglie più numerose, con spazio e altezza da terra maggiorati.

E infine, la spiaggina, più sbarazzina e giovanile, con la possibilità di avere il tetto scoperchiabile.

La nuova Fiat Panda

Per l’azienda ‘italiana’ Fiat, la Centoventi sarà la nuova Panda, ma con propulsione elettrica. Aspettiamo, con ansia, di sapere se Fiat produrrà anche una versione a benzina.

Configuratore

In attesa dell’uscita, Fiat ha reso disponibile il configuratore per iniziare a spippolare un po’ con le prime modifiche stilistiche ed estetiche, cosi da iniziare a personalizzare la propria Centoventi! Clicca qui.

Fiat Centoventi: il focus sugli interni. Tutte le ultime news
3.9 (77.5%) 72 votes
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

7 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Salvatore

    8 Agosto 2019 at 09:42

    “Aspettiamo, con ansia, di sapere se Fiat produrrà anche una versione a benzina.”
    Se è un modello con pianale per Elettriche… la vedo dura. potrebbe essere simile nel concetto, ma è come sperare che rifacciano la Punto endotermica!

  2. ORLANDO BIZZOCCHI

    22 Agosto 2019 at 12:44

    E’ SULLA BUONA STRADA PER DIVENTARE UNA GRAN MACCHINA, QUANDO ARRIVERA’ SUL MERCATO SPERO CHE SIA ANCORA PIU’ BELLA.

  3. Larini Valerio

    28 Agosto 2019 at 18:39

    Speriamo di poterla provare presso una concessionaria

  4. Giacinto

    14 Settembre 2019 at 23:12

    Alla fine verrà a costare,mettendoci le batterie ausiliari la cintura di sicurezza,vetri elettrici, navigatore, condizionatore,radio.. sui 40mila euro e, buonanotte ai sognatori
    Solito marketing della ex fiat.

  5. Davolio mauro

    1 Ottobre 2019 at 16:26

    In effetti, col costo delle decine di accessori, optional, colori, batterie ecc…sono sicuro che si arriverà tranquillamente a superare anche i 30.000€. A quel punto mi oriento su chi fa elettrico già da tempo quindi con più esperienza ed affidabilità, allo stesso prezzo.

  6. Daniela

    4 Ottobre 2019 at 09:21

    Aspetto la versione 4×4…

  7. Pacini Renato

    10 Ottobre 2019 at 10:50

    perchè le auto elettriche devomo essere così brutte?

Articoli correlati