Mini: i 60 anni di storia celebrati con una one-off a Lucca Comics [FOTO]

È stata realizzata dal fumettista Giuseppe Palumbo

Mini presenta una one-off a Lucca Comics&Games 2019, realizzata dal famoso fumettista Giuseppe Palumbo. La vettura è esposta nella città toscana presso Colore&Sapori, in Viale Giosué Carducci

Mini festeggia i 60 anni di storia anche a Lucca Comics&Games 2019, la fiera dedicata a fumetti e giochi, aperta fino al prossimo 3 novembre nella città toscana. Infatti, per l’occasione, l’autore di fumetti Giuseppe Palumbo (disegnatore di Diabolik) ha realizzato una one-off, che sarà esposta all’evento presso Colore&Sapori, in Viale Giosué Carducci.

Le caratteristiche della Mini one-off

La Mini è avvolta da una striscia a fumetti, con i momenti più iconici della storia del marchio. La storia inizia sulla fiancata destra, con il ritratto di Alec Issigonis (il padre della piccola britannica), per passare poi ai successi di Mini nel Rally di Montecarlo e alla citazione degli inseguimenti della pellicola “The Italian Job”, una delle apparizioni cinematografiche con la vettura protagonista.

Sulla fiancata, Palumbo ha raffigurato delle citazioni dal mondo dell’intrattenimento, con le famose gag ideate da Rowan Atkinson, con la Mini di ‘Mr.Bean’. La sequenza prosegue con la storia più recente dell’ultimo ventennio fino al futuro del brand britannico, interpretato dalla nuova Mini Full Electric.

Sul cofano viene rappresentato l’anniversario dei 60 anni di storia: marmitte e fumi di scarico condividono, con nuvole di vapore e futuristiche scintille, l’onere di incorniciare la scena. Due strisce nere, racchiudono la rappresentazione e al contempo richiamano la classica firma Mini con linee di fuga che proseguono fino al cofano posteriore. La firma dell’autore si può trovare sul lato destro dell’auto, in corrispondenza dello sportello di rifornimento.

Chi è Giuseppe Palumbo

Giuseppe Palumbo, nato a Matera nel 1964, autore di fumetti dal 1986 è uno dei disegnatori di punta di Diabolik. Ha scelto di legarsi a Mini già dagli anni 2000, quando decise di associare il personaggio di Eva Kant la vettura inglese.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati