WP_Post Object ( [ID] => 672453 [post_author] => 24 [post_date] => 2019-11-05 12:30:47 [post_date_gmt] => 2019-11-05 11:30:47 [post_content] => Ferrari continua a vivere il suo fenomenale stato di grazia, raccogliendo sul mercato quelle soddisfazioni che al momento si fanno attendere sui circuiti di Formula 1.

Ricavi netti +9,2%, consegne +9,4%

I conti del Cavallino Rampante proseguono una crescita inarrestabile con il terzo trimestre dell'anno che si è chiuso con 915 milioni di euro di ricavi netti, ovvero +9,2% rispetto allo stesso periodo di un anno fa. Parliamo di 26 milioni in più rispetto a quelli attesi in media dagli analisti di Borsa. La terza trimestrale del 2019 ha fatto registrate 2.474 auto consegnate, 212 in più (+9,4%) rispetto all'anno precedente.

Utili in crescita

Che la Rossa si confermi per l'ennesima volta una macchina da soldi non è certo una novità. Nel terzo trimestre 2019 l'utile operativo è stato di 227 milioni grazie all'aumento dei volumi (20 milioni) e a una variazione positiva del mix/prezzo (23 milioni), e anche alle prime consegne delle Ferrari Monza SP1 e SP2. Il margine operativo è passato dal 24,2 al 24,8%, con l'utile netto che è migliorato del 15% arrivando a 169 milioni di euro.

Portofino e 812 Superfast trainano le vendite

In termini di modelli la crescita è stata trainata dalle otto cilindri (+9,5), ma sono andate forte anche le dodici cilindri (+8,9%). Più nello specifico le performance commerciali più significative del periodo sono state quelle di Portofino e 812 Superfast, con i due modelli a spingere le vendite della Ferrari.

Riviste al rialzo le stime per il 2019

Gli ottimi risultati economico-finanziari del Cavallino Rampante nel terzo trimestre dell'anno ha portato Ferrari a rivedere al rialzo gli obiettivi per il 2019. Le nuove stime fissano i ricavi netti a 3,7 miliardi di euro (contro i 3,5 miliardi precedentemente previsti), Ebitda adjusted a 1,27 miliardi di euro (tra 1,2 e 1,25 miliardi), Ebit adjusted 0,92 miliardi (0,85-0,9), free cash flow industriale superiore a 0,6 miliardi (maggiore di 0,55).

Camilleri annuncia un nuovo modello: sarà presentato il 14 novembre a Roma

Louis Camilleri, amministratore delegato di Ferrari, commenta così l'ultima trimestrale: "È stato un altro trimestre forte, gli ordini restano alti. Il rialzo degli obiettivi dimostra il buon momento del nostro core business". Lo stesso ad, ricordando che quest'anno il Cavallino ha presentato quattro nuovi modelli, annuncia che un altro nuovo modello, il quinto del 2019, verrà svelato il 14 novembre a Roma, senza però offrire alcun dettaglio o anticipazione su di esso.

Accordo del Cavallino con Giorgio Armani

Nell'occasione del rilascio dei dati relativi all'ultimo trimestre, Ferrari ha anche annunciato un accordo commerciale con Giorgio Armani, volto ad attuare una politica di diversificazione del marchio del Cavallino Rampante. Sull'accordo con Armani Camilleri afferma: "Puntiamo a diversificare il marchio su abbigliamento e intrattenimento. Quello con Armani è un accordo a lungo termine con il quale vogliamo alzare gli standard di tutti i nostri prodotti e concentrarci sul Made in Italy". Strategia di diversificazione del brand Ferrari che si basa su tre pilastri: abbigliamento e accessori (brand extension), intrattenimento per i più giovani (parchi tematici e simulatori di guida) e prodotti e servizi esclusivi per i proprietari di auto Ferrari. [post_title] => Ferrari, il boom continua: altra trimestrale da record, rivisti al rialzo i target del 2019 [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => ferrari-trimestrale-luglio-settembre-2019-vendite-ricavi-utili [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-11-05 12:30:47 [post_modified_gmt] => 2019-11-05 11:30:47 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=672453 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Ferrari, il boom continua: altra trimestrale da record, rivisti al rialzo i target del 2019

Ricavi netti a 915 milioni di euro, +9,2% rispetto a un anno fa

Crescono a gran ritmo le vendite di Ferrari e di conseguenza tutte le voci positive di bilancio del Cavallino Rampante che ha chiuso il terzo trimestre 2019 con ricavi netti in aumento del 9,2% rispetto all'anno precedente.
Ferrari, il boom continua: altra trimestrale da record, rivisti al rialzo i target del 2019

Ferrari continua a vivere il suo fenomenale stato di grazia, raccogliendo sul mercato quelle soddisfazioni che al momento si fanno attendere sui circuiti di Formula 1.

Ricavi netti +9,2%, consegne +9,4%

I conti del Cavallino Rampante proseguono una crescita inarrestabile con il terzo trimestre dell’anno che si è chiuso con 915 milioni di euro di ricavi netti, ovvero +9,2% rispetto allo stesso periodo di un anno fa. Parliamo di 26 milioni in più rispetto a quelli attesi in media dagli analisti di Borsa. La terza trimestrale del 2019 ha fatto registrate 2.474 auto consegnate, 212 in più (+9,4%) rispetto all’anno precedente.

Utili in crescita

Che la Rossa si confermi per l’ennesima volta una macchina da soldi non è certo una novità. Nel terzo trimestre 2019 l’utile operativo è stato di 227 milioni grazie all’aumento dei volumi (20 milioni) e a una variazione positiva del mix/prezzo (23 milioni), e anche alle prime consegne delle Ferrari Monza SP1 e SP2. Il margine operativo è passato dal 24,2 al 24,8%, con l’utile netto che è migliorato del 15% arrivando a 169 milioni di euro.

Portofino e 812 Superfast trainano le vendite

In termini di modelli la crescita è stata trainata dalle otto cilindri (+9,5), ma sono andate forte anche le dodici cilindri (+8,9%). Più nello specifico le performance commerciali più significative del periodo sono state quelle di Portofino e 812 Superfast, con i due modelli a spingere le vendite della Ferrari.

Riviste al rialzo le stime per il 2019

Gli ottimi risultati economico-finanziari del Cavallino Rampante nel terzo trimestre dell’anno ha portato Ferrari a rivedere al rialzo gli obiettivi per il 2019. Le nuove stime fissano i ricavi netti a 3,7 miliardi di euro (contro i 3,5 miliardi precedentemente previsti), Ebitda adjusted a 1,27 miliardi di euro (tra 1,2 e 1,25 miliardi), Ebit adjusted 0,92 miliardi (0,85-0,9), free cash flow industriale superiore a 0,6 miliardi (maggiore di 0,55).

Camilleri annuncia un nuovo modello: sarà presentato il 14 novembre a Roma

Louis Camilleri, amministratore delegato di Ferrari, commenta così l’ultima trimestrale: “È stato un altro trimestre forte, gli ordini restano alti. Il rialzo degli obiettivi dimostra il buon momento del nostro core business”. Lo stesso ad, ricordando che quest’anno il Cavallino ha presentato quattro nuovi modelli, annuncia che un altro nuovo modello, il quinto del 2019, verrà svelato il 14 novembre a Roma, senza però offrire alcun dettaglio o anticipazione su di esso.

Accordo del Cavallino con Giorgio Armani

Nell’occasione del rilascio dei dati relativi all’ultimo trimestre, Ferrari ha anche annunciato un accordo commerciale con Giorgio Armani, volto ad attuare una politica di diversificazione del marchio del Cavallino Rampante. Sull’accordo con Armani Camilleri afferma: “Puntiamo a diversificare il marchio su abbigliamento e intrattenimento. Quello con Armani è un accordo a lungo termine con il quale vogliamo alzare gli standard di tutti i nostri prodotti e concentrarci sul Made in Italy”. Strategia di diversificazione del brand Ferrari che si basa su tre pilastri: abbigliamento e accessori (brand extension), intrattenimento per i più giovani (parchi tematici e simulatori di guida) e prodotti e servizi esclusivi per i proprietari di auto Ferrari.

Ferrari, il boom continua: altra trimestrale da record, rivisti al rialzo i target del 2019
5 (100%) 1 vote
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati