Fusione FCA-PSA: Tavares “Opportunità enorme, nessun brand verrà cancellato”

Fusione FCA-PSA: Tavares “Opportunità enorme, nessun brand verrà cancellato”

L'amministratore delegato di PSA sull'accordo con FCA

Le prime parole pubbliche dell'amministratore delegato del gruppo francese Carlos Tavares sul progetto di fusione FCA-PSA: "La creazione di valore per gli azionisti è enorme, si tratta di un affare vantaggioso per tutti"
Fusione FCA-PSA: Tavares “Opportunità enorme, nessun brand verrà cancellato”

Lo scorso 31 ottobre è stato raggiunto l’accordo per il progetto di fusione tra Gruppo FCA e Groupe PSA, per formare il quarto gruppo mondiale nel settore automobilistico. Per la prima volta da quella data, è arrivata una dichiarazione pubblica da Carlos Tavares: l’amministratore delegato del gruppo francese ha parlato all’emittente radiofonica francese BFM Business, toccando molti temi.

Le aspettative di Tavares su questa fusione

Il dirigente portoghese è entusiasta e vede questa fusione come “un’opportunità enorme” per tutti: “Queste due società hanno una serie di somiglianze che sono abbastanza notevoli: entrambe hanno avuto grandi difficoltà – le sue parole – entrambe hanno visto da vicino la morte e sono state in grado di riprendersi grazie alla forza dei loro dipendenti e i loro leader, entrambe hanno avuto l’intelligenza di capire che saremo più forti insieme che separatamente”.

Si parla anche dell’aspetto economico, legato agli azionisti: “La creazione di valore per gli azionisti è enorme, non c’è assolutamente alcun dubbio che sia un ottimo affare per gli azionisti di entrambi ed è un affare vantaggioso per tutti”. Queste sinergie sono valutate “3,7 miliardi di euro all’anno ed è un valore nominale, un valore che cercheremo di migliorare nel tempo”.

FCA-PSA, nessun brand verrà cancellato

La fusione tra i due gruppi porta ad avere 14 marchi, alcuni dei quali si era parlato di qualche possibile cancellazione. Tavares, tuttavia, smentisce questa ipotesi: “Tutti hanno una caratteristica comune, cioè hanno una storia favolosa. Oggi non vedo alcun bisogno, se questo accordo dovesse essere concluso, di cancellare marchi perché hanno tutti la loro storia e tutti hanno la loro forza”. E, inoltre, c’è un riferimento al Gruppo Volkswagen: “Rimane inferiore al numero del nostro principale concorrente tedesco”.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati