WP_Post Object ( [ID] => 674124 [post_author] => 24 [post_date] => 2019-11-14 10:17:28 [post_date_gmt] => 2019-11-14 09:17:28 [post_content] => L'Alfa Romeo Giulia è un'auto che fa del design emozionale ed espressivo uno dei suoi punti di forza, oltre che di marcata distinzione rispetto alle concorrenti come le berline tedesche, britanniche o giapponesi.  Anche se potrebbe non essere la migliore vettura nel suo segmento, l'Alfa Romeo Giulia è in grado di offrire un eccellente compromesso che bilancia dinamica di guida e comfort. Se a queste qualità si aggiunge il fascino del design puramente italiano, fatto di linee morbide e allo stesso tempo possenti, le percentuali della Giulia di far breccia in chi cerca una nuova berlina sportiva aumentano notevolmente.

Aspettando la sostituta della Giulia

E se dovessimo guardare al futuro della Giulia? Anche se con i piani di sviluppo di FCA tutto può cambiare nel giro di pochi mesi (a maggior ragione nel momento in cui si concretizzerà la fusione con Groupe PSA), possiamo supporre che il marchio di Arese voglia sostituire l'attuale Giulia con un modello tutto nuovo entro il 2023. Il precedessore della Giulia, l'Alfa 159, è stato in produzione per 6 anni. Considerando che la Giulia è stata introdotta nel 2015 e che ha appena ricevuto un lieve aggiornamento, l'attuale berlina del Biscione dovrebbe restare sul mercato almeno per altri 2-3 anni.

FCA ha già un'idea sull'erede e potrebbe non essere una berlina

Tuttavia, è anche possibile che l'erede della Giulia non sia nemmeno una berlina, come riportato dal magazine inglese Autocar. Secondo il responsabile del design europeo di FCA, Klaus Busse - scrive Autocar - il costruttore italo-americano sta già pensando a quale tipo di veicolo potrebbe prendere il posto della Giulia per incrementare le vendite non soddisfacenti della berlina. Busse ha affermato: "Abbiamo un'idea, ma è ancora troppo presto per condividerla".

Il render con stile da tedesca

In ogni caso se dovessimo scommettere sulla sostituta dell'Alfa Romeo Giulia punteremmo ancora su una berlina, che inevitabilmente si presenterà con un design capace di emozionare, lontano dunque da quello che viene ipotizzato nel rendering qui sopra realizzato dal designer Kostur Alexandr. Come si può chiaramente notare, l'approccio stilistico utilizzato per questo rendering è un po' troppo "tedesco" per un'Alfa Romeo. Linee nitide e semplicistiche, con alcuni tratti della vettura, in particolare su anteriore e posteriore, che ricordano un po' la 159. In ogni caso l'auto qui immaginata è decisamente minimale e fredda per essere una berlina sportiva italiana per antonomasia. [post_title] => Alfa Romeo Giulia, quale futura erede? L'ipotesi stilistica di una nuova berlina [RENDERING] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => alfa-romeo-giulia-2023-rendering [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-11-14 10:17:28 [post_modified_gmt] => 2019-11-14 09:17:28 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=674124 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Alfa Romeo Giulia, quale futura erede? L’ipotesi stilistica di una nuova berlina [RENDERING]

Design però un po' troppo minimale e freddo

La vettura che tra qualche anno prenderà il posto dell'Alfa Romeo Giulia, probabilmente un'altra berlina, viene immaginata in un render che la disegna però con un approccio stilistico più da tedesca che da italiana.
Alfa Romeo Giulia, quale futura erede? L’ipotesi stilistica di una nuova berlina [RENDERING]

L‘Alfa Romeo Giulia è un’auto che fa del design emozionale ed espressivo uno dei suoi punti di forza, oltre che di marcata distinzione rispetto alle concorrenti come le berline tedesche, britanniche o giapponesi. 

Anche se potrebbe non essere la migliore vettura nel suo segmento, l’Alfa Romeo Giulia è in grado di offrire un eccellente compromesso che bilancia dinamica di guida e comfort. Se a queste qualità si aggiunge il fascino del design puramente italiano, fatto di linee morbide e allo stesso tempo possenti, le percentuali della Giulia di far breccia in chi cerca una nuova berlina sportiva aumentano notevolmente.

Aspettando la sostituta della Giulia

E se dovessimo guardare al futuro della Giulia? Anche se con i piani di sviluppo di FCA tutto può cambiare nel giro di pochi mesi (a maggior ragione nel momento in cui si concretizzerà la fusione con Groupe PSA), possiamo supporre che il marchio di Arese voglia sostituire l’attuale Giulia con un modello tutto nuovo entro il 2023. Il precedessore della Giulia, l’Alfa 159, è stato in produzione per 6 anni. Considerando che la Giulia è stata introdotta nel 2015 e che ha appena ricevuto un lieve aggiornamento, l’attuale berlina del Biscione dovrebbe restare sul mercato almeno per altri 2-3 anni.

FCA ha già un’idea sull’erede e potrebbe non essere una berlina

Tuttavia, è anche possibile che l’erede della Giulia non sia nemmeno una berlina, come riportato dal magazine inglese Autocar. Secondo il responsabile del design europeo di FCA, Klaus Busse – scrive Autocar – il costruttore italo-americano sta già pensando a quale tipo di veicolo potrebbe prendere il posto della Giulia per incrementare le vendite non soddisfacenti della berlina. Busse ha affermato: “Abbiamo un’idea, ma è ancora troppo presto per condividerla”.

Il render con stile da tedesca

In ogni caso se dovessimo scommettere sulla sostituta dell’Alfa Romeo Giulia punteremmo ancora su una berlina, che inevitabilmente si presenterà con un design capace di emozionare, lontano dunque da quello che viene ipotizzato nel rendering qui sopra realizzato dal designer Kostur Alexandr.

Come si può chiaramente notare, l’approccio stilistico utilizzato per questo rendering è un po’ troppo “tedesco” per un’Alfa Romeo. Linee nitide e semplicistiche, con alcuni tratti della vettura, in particolare su anteriore e posteriore, che ricordano un po’ la 159. In ogni caso l’auto qui immaginata è decisamente minimale e fredda per essere una berlina sportiva italiana per antonomasia.

Alfa Romeo Giulia, quale futura erede? L’ipotesi stilistica di una nuova berlina [RENDERING]
5 (100%) 2 votes
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati