WP_Post Object ( [ID] => 674267 [post_author] => 8 [post_date] => 2019-11-14 19:10:15 [post_date_gmt] => 2019-11-14 18:10:15 [post_content] => La Ferrari Roma ha ufficialmente debuttato nella Capitale davanti alla stampa internazionale, mostrando dal vivo le sue forme e la sua tecnologia dopo che nella serata di ieri, 13 novembre, erano state diffuse le immagini ufficiali. La nuova Ferrari Roma promette di essere una coupé sportiva estremamente affascinante ed evocativa, al punto che la casa di Maranello ha scelto questo nome non solamente come riferimento alla Città Eterna, ma anche perché vuole essere rappresentante della “Bella Vita” all’italiana. Un fascino che negli anni ’50 e ’60 ha letteralmente conquistato il mondo, così come lo stesso hanno fatto auto come la 250 GT Berlinetta Lusso e la 250 GT 2+2, entrambe fonte di ispirazione per la supercar che abbiamo visto oggi per la prima volta.

Ferrari Roma: lo stile e il design

La Ferrari Roma è stata concepita con due caratteristiche molto chiare nella mente dei tecnici di Maranello: garantire prestazioni degne del nome della casa e, al tempo stesso, valorizzare in chiave moderna la tradizione del Cavallino. Ecco quindi che questa coupé 2+ si propone al pubblico con un design estremamente pulito e sinuoso, con proporzioni armoniche e forme eleganti. Un approccio che la stessa casa ha definito “minimalista”, tant’è vero che persino le prese d’aria sono state ridotte allo stretto necessario dal punto di vista tecnico. Persino la calandra presenta un originale disegno traforato, in modo da integrarsi meglio nel disegno generale della vettura. La maggior parte degli orpelli e delle decorazioni sono state evitate ed è persino possibile non avere lo scudetto Ferrari sulla fiancata, per esaltare ancora di più la sinuosità dell’auto (si può comunque richiedere al momento dell’acquisto). I gruppi ottici sono naturalmente Full LED e sono divisi da una barra luminosa orizzontale che punta a comunicare una sorta di tensione intorno alla vettura. Lunga 4.656 mm, larga 1.974 mm e alta 1.301 mm, la nuova Ferrari Roma presenta anche un passo da 2.670 mm e una massa complessiva di 1.472 kg. Ciò significa che, grazie ai suoi 620 Cv, presenta un rapporto peso/potenza di 2,37 kg/Cv, il che ne fa un’assoluta leader di categoria. Passando al posteriore, troviamo dei particolarissimi fari “a gemma” che caratterizzano l’inconfondibile firma luminosa, mentre sul lunotto troviamo un’ala mobile che, grazie a questa soluzione, mantiene inalterate le forme dolci e morbide della carrozzeria. Completano il tutto i quattro aggressivi terminali di scarico.

Le due capsule dell’abitacolo della Ferrari Roma

Gli interni della nuova Ferrari Roma sono particolari e studiati tanto quanto l’esterno. Sono state infatti create due cellule separate per guidatore e passeggero, mossa che di fatto crea quello che viene chiamato Dual Cockpit, ovvero una plancia dedicata ad ognuno degli occupanti della vettura. La progettazione dell’abitacolo ha puntato moltissimo a ricreare l’HMI, ovvero l’Interfaccia Uomo-Macchina. Soprattutto per il guidatore, vige la filosofia “Occhi sulla strada e mani sul volante”, che porta per esempio tutte le funzioni più importanti dell’auto direttamente sul volante attraverso comandi touch. Davanti a questo troviamo un enorme display da 16 pollici che funge da quadro strumenti, completamente personalizzabile, mentre al centro della vettura, sul tunnel che separa le due cellule, si trova un display da 8,4 pollici che adempie alle funzioni di infotainment. Confermato anche il personal display del passeggero. Come la SF90 Stradale, anche la Ferrari Roma può godere della nuova chiave per l’accesso e l’avviamento del motore, con la notevole novità delle maniglie a scomparsa delle portiere.

Il ruggito della Ferrari Roma

Non abbiamo ancora potuto sentirla completamente accesa sul giusto palcoscenico, ma il V8 della Ferrari Roma promette di essere davvero uno dei motori più desiderati del suo segmento. Si tratta di un 3.855 cc turbo V8 capace di sviluppare una potenza massima di ben 620 Cv, mentre la coppia si assesta su 760 Nm disponibili ad un regime compreso tra i 5.750 e i 7.500 giri al minuto. Come vi avevamo anticipato sopra, il suo rapporto peso/potenza da 2,37 kg/Cv ne fa una “best in class”. Il tutto è controllato da un cambio F1 a doppia frizione a 8 rapporti, ottimizzato negli ingombri e più leggero di 6 kg rispetto alla precedente versione a 7 marce. L’obiettivo di questo cambio è quello di ridurre i consumi e aumentare il piacere di guida, che comunque è praticamente garantito visto che questo V8 appartiene alla stessa famiglia di meccaniche che sta vincendo il premio di Motore dell’Anno da quattro anni consecutivi. Grazie al sistema Variable Boost Management la Ferrari Roma dovrebbe essere molto reattiva ai comandi dell’acceleratore. Le prestazioni sono degne del nome di Maranello: lo scatto da 0 a 100 viene completato in 3,4 secondi, mentre quello da 0 a 200 in 9,3 secondi. La velocità massima raggiungibile è superiore ai 320 km/h. Non sono ancora stati annunciati i prezzi, che comunque dovrebbero aggirarsi leggermente sotto ai 200.000 €. Le prime consegne della nuova Ferrari Roma sono previste per l’estate 2020. [post_title] => Ferrari Roma, presentazione dal vivo per la nuova coupé V8 da 620 Cv [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => ferrari-roma-prezzo-foto-interni-listino-prestazioni-prova [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-11-15 18:05:40 [post_modified_gmt] => 2019-11-15 17:05:40 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=674267 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 1 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Ferrari Roma, presentazione dal vivo per la nuova coupé V8 da 620 Cv

Tutte le caratteristiche, la scheda tecnica, le foto LIVE e la tecnologia

La nuova Ferrari Roma ha debuttato ufficialmente nella capitale davanti alla stampa di tutto il mondo. È quindi arrivato il momento di scoprirla dettaglio per dettaglio con questo nostro primo contatto dal vivo, con caratteristiche, prestazioni e prezzo

La Ferrari Roma ha ufficialmente debuttato nella Capitale davanti alla stampa internazionale, mostrando dal vivo le sue forme e la sua tecnologia dopo che nella serata di ieri, 13 novembre, erano state diffuse le immagini ufficiali. La nuova Ferrari Roma promette di essere una coupé sportiva estremamente affascinante ed evocativa, al punto che la casa di Maranello ha scelto questo nome non solamente come riferimento alla Città Eterna, ma anche perché vuole essere rappresentante della “Bella Vita” all’italiana. Un fascino che negli anni ’50 e ’60 ha letteralmente conquistato il mondo, così come lo stesso hanno fatto auto come la 250 GT Berlinetta Lusso e la 250 GT 2+2, entrambe fonte di ispirazione per la supercar che abbiamo visto oggi per la prima volta.

Ferrari Roma: lo stile e il design

La Ferrari Roma è stata concepita con due caratteristiche molto chiare nella mente dei tecnici di Maranello: garantire prestazioni degne del nome della casa e, al tempo stesso, valorizzare in chiave moderna la tradizione del Cavallino. Ecco quindi che questa coupé 2+ si propone al pubblico con un design estremamente pulito e sinuoso, con proporzioni armoniche e forme eleganti. Un approccio che la stessa casa ha definito “minimalista”, tant’è vero che persino le prese d’aria sono state ridotte allo stretto necessario dal punto di vista tecnico. Persino la calandra presenta un originale disegno traforato, in modo da integrarsi meglio nel disegno generale della vettura. La maggior parte degli orpelli e delle decorazioni sono state evitate ed è persino possibile non avere lo scudetto Ferrari sulla fiancata, per esaltare ancora di più la sinuosità dell’auto (si può comunque richiedere al momento dell’acquisto). I gruppi ottici sono naturalmente Full LED e sono divisi da una barra luminosa orizzontale che punta a comunicare una sorta di tensione intorno alla vettura. Lunga 4.656 mm, larga 1.974 mm e alta 1.301 mm, la nuova Ferrari Roma presenta anche un passo da 2.670 mm e una massa complessiva di 1.472 kg. Ciò significa che, grazie ai suoi 620 Cv, presenta un rapporto peso/potenza di 2,37 kg/Cv, il che ne fa un’assoluta leader di categoria. Passando al posteriore, troviamo dei particolarissimi fari “a gemma” che caratterizzano l’inconfondibile firma luminosa, mentre sul lunotto troviamo un’ala mobile che, grazie a questa soluzione, mantiene inalterate le forme dolci e morbide della carrozzeria. Completano il tutto i quattro aggressivi terminali di scarico.

Le due capsule dell’abitacolo della Ferrari Roma

Gli interni della nuova Ferrari Roma sono particolari e studiati tanto quanto l’esterno. Sono state infatti create due cellule separate per guidatore e passeggero, mossa che di fatto crea quello che viene chiamato Dual Cockpit, ovvero una plancia dedicata ad ognuno degli occupanti della vettura. La progettazione dell’abitacolo ha puntato moltissimo a ricreare l’HMI, ovvero l’Interfaccia Uomo-Macchina. Soprattutto per il guidatore, vige la filosofia “Occhi sulla strada e mani sul volante”, che porta per esempio tutte le funzioni più importanti dell’auto direttamente sul volante attraverso comandi touch. Davanti a questo troviamo un enorme display da 16 pollici che funge da quadro strumenti, completamente personalizzabile, mentre al centro della vettura, sul tunnel che separa le due cellule, si trova un display da 8,4 pollici che adempie alle funzioni di infotainment. Confermato anche il personal display del passeggero. Come la SF90 Stradale, anche la Ferrari Roma può godere della nuova chiave per l’accesso e l’avviamento del motore, con la notevole novità delle maniglie a scomparsa delle portiere.

Il ruggito della Ferrari Roma

Non abbiamo ancora potuto sentirla completamente accesa sul giusto palcoscenico, ma il V8 della Ferrari Roma promette di essere davvero uno dei motori più desiderati del suo segmento. Si tratta di un 3.855 cc turbo V8 capace di sviluppare una potenza massima di ben 620 Cv, mentre la coppia si assesta su 760 Nm disponibili ad un regime compreso tra i 5.750 e i 7.500 giri al minuto. Come vi avevamo anticipato sopra, il suo rapporto peso/potenza da 2,37 kg/Cv ne fa una “best in class”. Il tutto è controllato da un cambio F1 a doppia frizione a 8 rapporti, ottimizzato negli ingombri e più leggero di 6 kg rispetto alla precedente versione a 7 marce. L’obiettivo di questo cambio è quello di ridurre i consumi e aumentare il piacere di guida, che comunque è praticamente garantito visto che questo V8 appartiene alla stessa famiglia di meccaniche che sta vincendo il premio di Motore dell’Anno da quattro anni consecutivi. Grazie al sistema Variable Boost Management la Ferrari Roma dovrebbe essere molto reattiva ai comandi dell’acceleratore. Le prestazioni sono degne del nome di Maranello: lo scatto da 0 a 100 viene completato in 3,4 secondi, mentre quello da 0 a 200 in 9,3 secondi. La velocità massima raggiungibile è superiore ai 320 km/h.

Non sono ancora stati annunciati i prezzi, che comunque dovrebbero aggirarsi leggermente sotto ai 200.000 €. Le prime consegne della nuova Ferrari Roma sono previste per l’estate 2020.

Ferrari Roma, presentazione dal vivo per la nuova coupé V8 da 620 Cv
5 (100%) 1 vote
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

1 commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. maurizio

    15 Novembre 2019 at 17:44

    Ferrari è sempre Ferrari

Articoli correlati