WP_Post Object ( [ID] => 674099 [post_author] => 80 [post_date] => 2019-11-14 22:19:18 [post_date_gmt] => 2019-11-14 21:19:18 [post_content] => La mobilità nelle grandi città è sicuramente uno dei temi del momento e Madrid lo sta affrontando in vari modi, dal car sharing ai nuovi mezzi per gli spostamenti cittadini come scooter e monopattini elettrici. Le auto elettriche fanno parte dei progetti legati a questo tema e Seat ha scelto appunto la capitale spagnola per presentare la nuova Mii electric. Seat Mii abbandona infatti i propulsori tradizionali e si affida unicamente all'elettrico, una scelta radicale ma commercialmente ben calibrata per rendere l'auto elettrica realmente accessibile. Mii electric sarà infatti disponibile per il mercato italiano solo in versione full optional, con la possibilità di scegliere il colore che si preferisce, ed offerta con una formula di noleggio molto interessante spiegata dettagliatamente nel testo che segue alla voce prezzi.

Design e interni

Mii electric si basa sulla piattaforma delle versioni con propulsori tradizionali, ma propone alcuni dettagli specifici come per esempio i loghi laterali Mii elelctric, i cerchi specifici da 16 pollici uniti a specchi retrovisori e tetto di colore nero. All'interno troviamo sedili riscaldati realizzati con un tessuto dedicato, parabrezza riscaldato tramite resistenze elettriche, la plancia con un nuovo rivestimento e le luci ambiente a led. Interessante il supporto per gli smartphone, che possono essere connessi all'auto e diventare quello che solitamente è lo schermo centrale della plancia. Seat Mii electric è un'auto connessa, che permette tramite la app Seat Connect di gestire da remoto per esempio la climatizzazione o sapere dove l'auto è posteggiata. E' possibile gestire anche la ricarica delle batterie, scegliendo le ore migliori per risparmiare sul "pieno" di elettroni in base alle tariffe appunto dell'energia elettrica. Per effettuare la ricarica si può poi scegliere tra 3 modalità con tempi, per arrivare al 80% della carica, che vanno da 12 ore per la normale presa domestica a un'ora utilizzando le colonnine fast charge.

Alla guida

Il percorso del test drive inizia con un tratto di circa 45 km di autostrada, dove possiamo iniziare a conoscere Seat Mii Electric. L'auto è silenziosa e l'assenza del motore termico sicuramente aiuta, rimane solo qualche fruscio aerodinamico intorno al parabrezza alle velocità autostradali. Le sospensioni assorbono discretamente ma gli ammortizzatori sono tarati eccessivamente liberi, cosa che viaggiando in città non emerge e dove l'assetto lavora in modo corretto. Il motore elettrico da 83 cv e 212 Nm fornisce accelerazioni molto buone e in più si può gestire l'entità del recupero di energia scegliendo tra 4 livelli. I livelli 3 e 4 permettono di guidare utilizzando solo il pedale dell'acceleratore, mentre il freno serve solo per le frenate più intense e per fermarsi completamente. Girando per il centro di Madrid Mii electric è sicuramente nel suo ambiente ideale, dove emergono poi le caratteristiche di compattezza e agilità di quest'auto, infatti la lunghezza totale è di 3,5 metri per una larghezza di 1,65 metri.  Sul fronte dell'autonomia i dati variano molto in funzione del percorso, infatti i risultati migliori si ottengono appunto in città dove i rallentamenti permettono di rigenerare la carica delle batterie. Seat dichiara 260 km di autonomia complessiva e stando al computer di bordo è un dato attendibile alle andature cittadine, mentre in autostrada i valori calano per la mancanza di frenate e rallentamenti e quindi di possibilità di rigenerazione delle batterie stesse.

Prezzi

Seat Mii electric viene proposta a 23.250 euro a cui vanno sottratti i valori degli incentivi statali e regionali che possono arrivare fino a 14.000 euro. È possibile anche avere l'auto pagando 199 euro al mese ( compresa la detrazione dovuta ai soli incentivi statali) con tutto incluso (assicurazione, manutenzione) per 36 mesi senza anticipo. Al termine di questo periodo si può poi scegliere se proseguire con una nuova Mii electric o scegliere un'altra auto della casa spagnola con l'eventuale adeguamento della rata. Questa formula è molto interessante perché permette di avere un'auto elettrica ad una cifra ragionevole e soprattutto senza l'onere dell'acquisto. [post_title] => Seat Mii electric: la prima elettrica della casa spagnola provata in anteprima [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => seat-mii-electric-la-prima-elettrica-della-casa-spagnola-provata-in-anteprima [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-11-14 22:19:18 [post_modified_gmt] => 2019-11-14 21:19:18 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=674099 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Seat Mii electric: la prima elettrica della casa spagnola provata in anteprima

Test drive sulle strade di Madrid

Seat Mii abbandona le motorizzazioni tradizionali e viene offerta full electric per soddisfare le nuove richieste di mobilità urbana

La mobilità nelle grandi città è sicuramente uno dei temi del momento e Madrid lo sta affrontando in vari modi, dal car sharing ai nuovi mezzi per gli spostamenti cittadini come scooter e monopattini elettrici. Le auto elettriche fanno parte dei progetti legati a questo tema e Seat ha scelto appunto la capitale spagnola per presentare la nuova Mii electric. Seat Mii abbandona infatti i propulsori tradizionali e si affida unicamente all’elettrico, una scelta radicale ma commercialmente ben calibrata per rendere l’auto elettrica realmente accessibile. Mii electric sarà infatti disponibile per il mercato italiano solo in versione full optional, con la possibilità di scegliere il colore che si preferisce, ed offerta con una formula di noleggio molto interessante spiegata dettagliatamente nel testo che segue alla voce prezzi.

Design e interni

Mii electric si basa sulla piattaforma delle versioni con propulsori tradizionali, ma propone alcuni dettagli specifici come per esempio i loghi laterali Mii elelctric, i cerchi specifici da 16 pollici uniti a specchi retrovisori e tetto di colore nero. All’interno troviamo sedili riscaldati realizzati con un tessuto dedicato, parabrezza riscaldato tramite resistenze elettriche, la plancia con un nuovo rivestimento e le luci ambiente a led. Interessante il supporto per gli smartphone, che possono essere connessi all’auto e diventare quello che solitamente è lo schermo centrale della plancia. Seat Mii electric è un’auto connessa, che permette tramite la app Seat Connect di gestire da remoto per esempio la climatizzazione o sapere dove l’auto è posteggiata. E’ possibile gestire anche la ricarica delle batterie, scegliendo le ore migliori per risparmiare sul “pieno” di elettroni in base alle tariffe appunto dell’energia elettrica. Per effettuare la ricarica si può poi scegliere tra 3 modalità con tempi, per arrivare al 80% della carica, che vanno da 12 ore per la normale presa domestica a un’ora utilizzando le colonnine fast charge.

Alla guida

Il percorso del test drive inizia con un tratto di circa 45 km di autostrada, dove possiamo iniziare a conoscere Seat Mii Electric. L’auto è silenziosa e l’assenza del motore termico sicuramente aiuta, rimane solo qualche fruscio aerodinamico intorno al parabrezza alle velocità autostradali. Le sospensioni assorbono discretamente ma gli ammortizzatori sono tarati eccessivamente liberi, cosa che viaggiando in città non emerge e dove l’assetto lavora in modo corretto. Il motore elettrico da 83 cv e 212 Nm fornisce accelerazioni molto buone e in più si può gestire l’entità del recupero di energia scegliendo tra 4 livelli. I livelli 3 e 4 permettono di guidare utilizzando solo il pedale dell’acceleratore, mentre il freno serve solo per le frenate più intense e per fermarsi completamente. Girando per il centro di Madrid Mii electric è sicuramente nel suo ambiente ideale, dove emergono poi le caratteristiche di compattezza e agilità di quest’auto, infatti la lunghezza totale è di 3,5 metri per una larghezza di 1,65 metri.  Sul fronte dell’autonomia i dati variano molto in funzione del percorso, infatti i risultati migliori si ottengono appunto in città dove i rallentamenti permettono di rigenerare la carica delle batterie. Seat dichiara 260 km di autonomia complessiva e stando al computer di bordo è un dato attendibile alle andature cittadine, mentre in autostrada i valori calano per la mancanza di frenate e rallentamenti e quindi di possibilità di rigenerazione delle batterie stesse.

Prezzi

Seat Mii electric viene proposta a 23.250 euro a cui vanno sottratti i valori degli incentivi statali e regionali che possono arrivare fino a 14.000 euro. È possibile anche avere l’auto pagando 199 euro al mese ( compresa la detrazione dovuta ai soli incentivi statali) con tutto incluso (assicurazione, manutenzione) per 36 mesi senza anticipo. Al termine di questo periodo si può poi scegliere se proseguire con una nuova Mii electric o scegliere un’altra auto della casa spagnola con l’eventuale adeguamento della rata. Questa formula è molto interessante perché permette di avere un’auto elettrica ad una cifra ragionevole e soprattutto senza l’onere dell’acquisto.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati