WP_Post Object ( [ID] => 674404 [post_author] => 58 [post_date] => 2019-11-15 15:56:06 [post_date_gmt] => 2019-11-15 14:56:06 [post_content] => Che vogliate o no, la mobilità elettrica è ormai la realtà. Lo testimoniamo i nuovi prodotti di DS, stiamo parlando di DS7 Crossback E-tense 4x4 e DS3 Crossback E-tense, due divise declinazioni della mobilità futura del marchio premium francese, che all'interno della E-DS Week (11-15 novembre 2019) ha voluto presentare la sua strategia di prodotto e di vision per gli anni a venire, chiarendo subito come, dal 2025 in poi, tutta la gamma del marchio sarà interamente elettrificata. Ciò significa che vedremo sia modelli 100% elettrici, come nel caso della DS3 Crossback E-Tense che versioni ibride Plug-In, sfruttando una tecnologia simile a quella impiegata per la prima volta sulla nuova DS7 Crossback E-tense 4x4. Due auto differenti, che rispondono a due esigenze ben distinte, per tipologia di carrozzeria ma anche come concetto di vettura, collegate però da un denominatore comune: offrire il miglior comfort possibile, con un abitacolo di livello e al top di gamma, con un impatto ambientale estremamente basso o nullo, esaltando lo spirito avanguardista e lungimirante del marchio francese.

Nuova DS7 Crossback E-Tense 4x4, si viaggia in prima classe, il premium alla francese

La DS7 Crossback la conosciamo già, un'auto che strizza l'occhio al mondo del design raffinato ed elegante, grazie alle sue linee ricercate e particolarmente elaborate. Basta guardare i fari posteriori e capiamo subito di cosa si sta parlando. Trama 3D che sembra sprofondare nella carrozzeria. Dentro è il tripudio della manifattura. Pelle Nappa ovunque, cuciture a mano su plancia e pannelli portiera, plastiche ridotte all'osso, dove serve. Cromature perfettamente azzeccate e quel senso di lusso che non ci abbandona mai. Tutto ciò è ovviamente riproposto sulla versione E-tense, grazie ai suoi allestimenti decisamente ricchi fin dalla versione di ingresso, la Business. Le sedute sono estremamente comode, riscaldate e ventilate, con regolazioni elettroniche e possibilità di selezionare la modalità massaggiante. Ci si sente proprio in un bel salotto, con tutti i comfort del caso, aiutati anche dai sistemi di assistenza alla guida di secondo livello, che ci aiutano a mantenere la giusta traiettoria anche in autostrada, godendoci il viaggio e i magnifici interni della vettura.

DS7 Crossback E-Tense, Ibrida Plug-In, fino a 50 km in modalità elettrica

La batteria da 13,2 kw/h posizionata tra la seduta posteriore e il bagagliaio alimenta due motori elettrici, il primo da 110 CV posizionato tra l'unita 1.6 Puretech a benzina da 200 CV e il cambio automatico EAT8, mentre il secondo lavora sull'asse posteriore, con 112 CV dando motricità in modalità 4x4 e ricreando quella trazione integrale "on-demand" tanto discussa negli ultimi anni. In sostanza non è presente un albero di trasmissione che collega i due assi bensì la centralina, che si occupa di gestire il funzionamento del tutto, invia l'input al motore elettrico per assicurare trazione quando richiesto. L'effetto finale è una trazione integrale in tutto e per tutto, che ci ha tirato fuori da situazioni estremamente complicate, con fango, melma, salite ripide, piccoli guadi e pendii scivolosi. Approvata totalmente, anche a batteria scarica, perché il sistema rigenera energia quanto basta per alimentare entrambi i motori e garantire la motricità su tutte e 4 le ruote quando si inserisce la modalità 4x4. Nelle altre modalità procede a trazione anteriore, per una questione di efficienza energetica. DS dichiara un'autonomia di circa 58 km (WLTP) in modalità totalmente elettrica, anche se su strada non siamo riusciti a spingerci oltre i 37 km circa. Il sistema lavora alla perfezione, integrando la spinta dell'unità termica con quelle elettriche, gestendo tutto alla perfezione attraverso il cambio automatico EAT8, senza eccessive vibrazioni o scossoni, all'attivazione/spegnimento delle componenti. Il peso è aumentato di circa 300 kg, sfiorando i 1900 kg in ordine di marcia, ma la dinamica di guida è buona e fluida, soffrendo un po' il peso in eccesso solo nei cambi di direzione repentini e nelle frenate brusche, mostrando un certo beccheggio, accentuato anche da una frenata un po' incerta. Nonostante la mole extra, con i suoi 300 CV totali e 520 Nm di coppia, lo scatto sarà bruciante, coprendo lo 0-100 km/h in soli 5,9 secondi, assicurando inoltre una progressive decisamente aggressiva e inaspettata per questa vettura. Se si gestisce bene il pedale del gas, è possibile raggiungere anche i 135 km/h in modalità totalmente elettrica, ma se si affonda troppo il piede interverrà il propulsore termico a supporto. Nel poco tempo a nostra disposizione con la vettura, abbiamo riscontrato un consumo complessivo di circa 15/16 km al litro, con piede gentile e uno stile di guida adatto alla tecnologia ibrida. Guidando invece in modo allegro e con la modalità sport, non è impossibile totalizzare dei consumi prossimi ai 10 km/l, ma d'altronde, la potenza c'è, così come il peso non proprio piuma. In autostrada però ha fatto segnare un soddisfacente 18 km al litro, alternando la propulsione a benzina ed elettrica. Le consegne partiranno da inizio 2020, con prezzi a partire da 51.050 euro per la versione Business.

DS3 Crossback E-tense, crossover compatto, agile, confortevole ma soprattutto elettrico

Prendete tutto ciò che di buono è stato detto per la sorellona, e trasportatelo sulla più piccola DS3 Crossback E-tense, il nuovo crossover elettrico francese che non teme le rivali premium tedesche, oltre ad essere l'unica alternativa elettrica fino ad oggi nel segmento premium. E' come la versione a benzina, se non fosse per i badge E-tense presenti nel retro, e il logo "E" sul frontale. L'avevamo già provato, ed eravamo rimasti soddisfatti per l'elevato comfort di bordo, in questo caso ulteriormente esaltato dalla propulsione elettrica. Sembra di viaggiare su un tappeto volante, qualsiasi asperità della strada viene inghiottita dalle sospensioni e dalle morbidissime poltrone. I fruscii aerodinamici sono ridotti al minimo, e l'unico rumore percepito è il leggero sibilo della componente elettrica che lavora. Su strada si comporta bene, è agile, nonostante i suoi 1600 kg di peso circa (oltre 300 in più della versione puretech), e ben ancorato al suolo, merito delle magistrali Michelin di cui è dotato e della tecnologica piattaforma E-CMP, già apprezzata su altre auto del gruppo PSA. Siamo rimasti solamente un po' contrariati dal feeling dei pedali della vettura, troppo leggeri e poco resistenti per i nostri gusti. Il pedale del gas è fin troppo leggero e non percepito sotto alla suola della scarpa, e lo stesso vale anche per quello del freno, difficilmente modulabile e che ci ha spesso portato a brusche frenate.

DS3 Crossback E-Tense, 100% elettrico, con 320 km di autonomia

La batteria da 50 kw/h è posizionata sotto al pianale della vettura, così da non rubare spazio all'abitacolo, che rimane comunque ampio e confortevole anche per 5 occupanti, nonostante i suoi 4 metri e 12 di lunghezza. Questa alimenta un propulsore da 100kw (136 CV), posizionato frontalmente che assicura partenze fulminee e scatti immediati, soprattutto negli ambienti urbani. Non gode di prestazioni mozzafiato come altre elettriche, staccando uno 0-100 km/h in circa 9 secondi, ma rientra negli standard di un'auto comune, idonea per gli spostamenti urbani e che non disdegna anche dei viaggi. L'autonomia, a tal proposito ci è sembrata un tantino ridotta rispetto ai 320 km dichiarati in ciclo WLTP, ma potrebbe essere dipeso solamente dal nostro stile di guida o dalla tipologia di strada che abbiamo incontrato. La ricarica del sistema è efficiente, potendo vantare due modalità di recupero dell'energia dalla frenata: la prima, simula il comportamento di un normale freno motore di un'auto a benzina, mentre la seconda applica una decelerazione maggiore, favorendo la ricarica più rapida della batteria. La ricarica da una colonnina rapida da 100 kW avviene in poco più di 1 ora, coprendone l'80% in soli 30 minuti (circa 9 km di autonomia al minuto). Tramite ricarica domestica, con la DS Smart Wallbox (non inclusa con la vettura) è possibile ricaricare interamente la batteria in circa 5 ore. La nuova DS3 Crossback E-tense è disponibile già da metà novembre ad un prezzo di partenza di 39.600 euro, eco-incentivi esclusi. [post_title] => Nuove DS7 Crossback E-tense 4x4 e DS3 Crossback E-tense, prova su strada della gamma elettrificata di DS [VIDEO] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => nuove-ds7-crossback-e-tense-4x4-e-ds3-crossback-e-tense-prova-su-strada-della-gamma-elettrificata-di-ds-video [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-11-15 15:56:36 [post_modified_gmt] => 2019-11-15 14:56:36 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=674404 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Nuove DS7 Crossback E-tense 4×4 e DS3 Crossback E-tense, prova su strada della gamma elettrificata di DS [VIDEO]

Ibridi Plug-in e 100% elettrico, questa sarà la strada del marchio Premium francese

E' arrivata la nuova gamma elettrificata di DS con i nuovi DS7 Crossback E-tense ibrido Plug-In e DS3 Crossback E-Tense , un crossover totalmente elettrico. Le abbiamo provate a Parigi, toccando con mano quella che dal 2025 sarà l'unica strada percorribile dal marchio premium francese, ovvero la mobilità elettrificata.

Che vogliate o no, la mobilità elettrica è ormai la realtà. Lo testimoniamo i nuovi prodotti di DS, stiamo parlando di DS7 Crossback E-tense 4×4 e DS3 Crossback E-tense, due divise declinazioni della mobilità futura del marchio premium francese, che all’interno della E-DS Week (11-15 novembre 2019) ha voluto presentare la sua strategia di prodotto e di vision per gli anni a venire, chiarendo subito come, dal 2025 in poi, tutta la gamma del marchio sarà interamente elettrificata. Ciò significa che vedremo sia modelli 100% elettrici, come nel caso della DS3 Crossback E-Tense che versioni ibride Plug-In, sfruttando una tecnologia simile a quella impiegata per la prima volta sulla nuova DS7 Crossback E-tense 4×4. Due auto differenti, che rispondono a due esigenze ben distinte, per tipologia di carrozzeria ma anche come concetto di vettura, collegate però da un denominatore comune: offrire il miglior comfort possibile, con un abitacolo di livello e al top di gamma, con un impatto ambientale estremamente basso o nullo, esaltando lo spirito avanguardista e lungimirante del marchio francese.

Nuova DS7 Crossback E-Tense 4×4, si viaggia in prima classe, il premium alla francese

La DS7 Crossback la conosciamo già, un’auto che strizza l’occhio al mondo del design raffinato ed elegante, grazie alle sue linee ricercate e particolarmente elaborate. Basta guardare i fari posteriori e capiamo subito di cosa si sta parlando. Trama 3D che sembra sprofondare nella carrozzeria. Dentro è il tripudio della manifattura. Pelle Nappa ovunque, cuciture a mano su plancia e pannelli portiera, plastiche ridotte all’osso, dove serve. Cromature perfettamente azzeccate e quel senso di lusso che non ci abbandona mai. Tutto ciò è ovviamente riproposto sulla versione E-tense, grazie ai suoi allestimenti decisamente ricchi fin dalla versione di ingresso, la Business. Le sedute sono estremamente comode, riscaldate e ventilate, con regolazioni elettroniche e possibilità di selezionare la modalità massaggiante. Ci si sente proprio in un bel salotto, con tutti i comfort del caso, aiutati anche dai sistemi di assistenza alla guida di secondo livello, che ci aiutano a mantenere la giusta traiettoria anche in autostrada, godendoci il viaggio e i magnifici interni della vettura.

DS7 Crossback E-Tense, Ibrida Plug-In, fino a 50 km in modalità elettrica

La batteria da 13,2 kw/h posizionata tra la seduta posteriore e il bagagliaio alimenta due motori elettrici, il primo da 110 CV posizionato tra l’unita 1.6 Puretech a benzina da 200 CV e il cambio automatico EAT8, mentre il secondo lavora sull’asse posteriore, con 112 CV dando motricità in modalità 4×4 e ricreando quella trazione integrale “on-demand” tanto discussa negli ultimi anni. In sostanza non è presente un albero di trasmissione che collega i due assi bensì la centralina, che si occupa di gestire il funzionamento del tutto, invia l’input al motore elettrico per assicurare trazione quando richiesto. L’effetto finale è una trazione integrale in tutto e per tutto, che ci ha tirato fuori da situazioni estremamente complicate, con fango, melma, salite ripide, piccoli guadi e pendii scivolosi. Approvata totalmente, anche a batteria scarica, perché il sistema rigenera energia quanto basta per alimentare entrambi i motori e garantire la motricità su tutte e 4 le ruote quando si inserisce la modalità 4×4. Nelle altre modalità procede a trazione anteriore, per una questione di efficienza energetica. DS dichiara un’autonomia di circa 58 km (WLTP) in modalità totalmente elettrica, anche se su strada non siamo riusciti a spingerci oltre i 37 km circa. Il sistema lavora alla perfezione, integrando la spinta dell’unità termica con quelle elettriche, gestendo tutto alla perfezione attraverso il cambio automatico EAT8, senza eccessive vibrazioni o scossoni, all’attivazione/spegnimento delle componenti.


Il peso è aumentato di circa 300 kg, sfiorando i 1900 kg in ordine di marcia, ma la dinamica di guida è buona e fluida, soffrendo un po’ il peso in eccesso solo nei cambi di direzione repentini e nelle frenate brusche, mostrando un certo beccheggio, accentuato anche da una frenata un po’ incerta. Nonostante la mole extra, con i suoi 300 CV totali e 520 Nm di coppia, lo scatto sarà bruciante, coprendo lo 0-100 km/h in soli 5,9 secondi, assicurando inoltre una progressive decisamente aggressiva e inaspettata per questa vettura. Se si gestisce bene il pedale del gas, è possibile raggiungere anche i 135 km/h in modalità totalmente elettrica, ma se si affonda troppo il piede interverrà il propulsore termico a supporto. Nel poco tempo a nostra disposizione con la vettura, abbiamo riscontrato un consumo complessivo di circa 15/16 km al litro, con piede gentile e uno stile di guida adatto alla tecnologia ibrida. Guidando invece in modo allegro e con la modalità sport, non è impossibile totalizzare dei consumi prossimi ai 10 km/l, ma d’altronde, la potenza c’è, così come il peso non proprio piuma. In autostrada però ha fatto segnare un soddisfacente 18 km al litro, alternando la propulsione a benzina ed elettrica. Le consegne partiranno da inizio 2020, con prezzi a partire da 51.050 euro per la versione Business.

DS3 Crossback E-tense, crossover compatto, agile, confortevole ma soprattutto elettrico

Prendete tutto ciò che di buono è stato detto per la sorellona, e trasportatelo sulla più piccola DS3 Crossback E-tense, il nuovo crossover elettrico francese che non teme le rivali premium tedesche, oltre ad essere l’unica alternativa elettrica fino ad oggi nel segmento premium. E’ come la versione a benzina, se non fosse per i badge E-tense presenti nel retro, e il logo “E” sul frontale. L’avevamo già provato, ed eravamo rimasti soddisfatti per l’elevato comfort di bordo, in questo caso ulteriormente esaltato dalla propulsione elettrica. Sembra di viaggiare su un tappeto volante, qualsiasi asperità della strada viene inghiottita dalle sospensioni e dalle morbidissime poltrone. I fruscii aerodinamici sono ridotti al minimo, e l’unico rumore percepito è il leggero sibilo della componente elettrica che lavora. Su strada si comporta bene, è agile, nonostante i suoi 1600 kg di peso circa (oltre 300 in più della versione puretech), e ben ancorato al suolo, merito delle magistrali Michelin di cui è dotato e della tecnologica piattaforma E-CMP, già apprezzata su altre auto del gruppo PSA. Siamo rimasti solamente un po’ contrariati dal feeling dei pedali della vettura, troppo leggeri e poco resistenti per i nostri gusti. Il pedale del gas è fin troppo leggero e non percepito sotto alla suola della scarpa, e lo stesso vale anche per quello del freno, difficilmente modulabile e che ci ha spesso portato a brusche frenate.

DS3 Crossback E-Tense, 100% elettrico, con 320 km di autonomia

La batteria da 50 kw/h è posizionata sotto al pianale della vettura, così da non rubare spazio all’abitacolo, che rimane comunque ampio e confortevole anche per 5 occupanti, nonostante i suoi 4 metri e 12 di lunghezza. Questa alimenta un propulsore da 100kw (136 CV), posizionato frontalmente che assicura partenze fulminee e scatti immediati, soprattutto negli ambienti urbani. Non gode di prestazioni mozzafiato come altre elettriche, staccando uno 0-100 km/h in circa 9 secondi, ma rientra negli standard di un’auto comune, idonea per gli spostamenti urbani e che non disdegna anche dei viaggi. L’autonomia, a tal proposito ci è sembrata un tantino ridotta rispetto ai 320 km dichiarati in ciclo WLTP, ma potrebbe essere dipeso solamente dal nostro stile di guida o dalla tipologia di strada che abbiamo incontrato. La ricarica del sistema è efficiente, potendo vantare due modalità di recupero dell’energia dalla frenata: la prima, simula il comportamento di un normale freno motore di un’auto a benzina, mentre la seconda applica una decelerazione maggiore, favorendo la ricarica più rapida della batteria. La ricarica da una colonnina rapida da 100 kW avviene in poco più di 1 ora, coprendone l’80% in soli 30 minuti (circa 9 km di autonomia al minuto). Tramite ricarica domestica, con la DS Smart Wallbox (non inclusa con la vettura) è possibile ricaricare interamente la batteria in circa 5 ore. La nuova DS3 Crossback E-tense è disponibile già da metà novembre ad un prezzo di partenza di 39.600 euro, eco-incentivi esclusi.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati