Fiat 600 Multipla: l’esemplare storico in evidenza a “Cars: Accelerating the Modern World” [FOTO]

Una vettura risalente al 1956

La storica multispazio prestata da FCA Heritage al prestigioso Victoria & Albert museum di Londra, in occasione di un'esposizione

Alla retrospettiva “Cars: Accelerating the Modern World”, prevista dal 23 novembre 2019 al 19 aprile 2020, si segnala la presenza dell’iconica Fiat 600 Multipla.

Il modello

La prima Fiat 600 risale al lontano 1955, in un periodo di grande ripresa. Sulle strade italiane iniziano a comparire sempre più veicoli. Una berlina a trazione posteriore, valutando la collocazione stessa del propulsore, dotata di due porte e quattro posti. Ma un’altra vettura era già all’orizzonte se si ritorna con la mente al 15 luglio del 1953, in occasione di una giornata di prova della futura Fiat 600, nota allora come “100” secondo il progetto siglato da Dante Giacosa. Una sessione organizzata da Vittorio Valletta, Presidente e Amministratore Delegato di Fiat nel periodo. Proprio al termine di quella giornata si pensò a una variante “giardiniera”, la Multipla fu presentata poi nel gennaio del 1956 al Salone di Bruxelles. Pochi mesi prima, precisamente nel 1955, una 600 berlina aveva permesso di coprire gli oltre 12.000 km del raid Roma- Calcutta in 11 giorni, come ricordato nell’occasione.
Spiccano le quattro porte, le anteriori ad apertura controvento diversamente delle posteriori. Le file sono abbattibili, ricavando nella zona posteriore un ampio piano di carico di circa due metri. La meccanica è similare a quella della 600 berlina, con un motore posteriore a sbalzo. Ma l’abitacolo è prolungato e figura un divano a due posti nella stessa area occupata da cofano anteriore, ruota di scorta e serbatoio sulla tradizionale berlina. Di conseguenza il frontale risulta spiovente ricordando i mezzi pesanti dell’epoca, l’interno poi può accogliere anche tre file di sedili e massimo sei persone, mentre la zona retrostante risulta più filante e convergente.
Una nuova versione D della gamma 600 compare nel 1960, dotata di un’unità motrice più ampia e prestante. Ciò consente di rafforzarne la diffusione, in particolare con l’allestimento taxi nel connotativo accostamento cromatico nero e verde bottiglia, che include un tassametro sulla plancia e un piano porta-valigie al posto del sedile anteriore del passeggero. Invariato nel complesso l’aspetto esterno a differenza dei due sedili e due strapuntini nella zona posteriore interna. Anche diversi clienti privati ordinarono degli esemplari bicolore, come ricordato.

La mostra

L’appuntamento espositivo al Victoria & Albert museum di Londra rimarca il ruolo delle automobili negli ultimi 130 anni, secondo molteplici aspetti: design, innovazione e impatto sociale. Si segnalano tre sezioni nevralgiche, oltre 250 oggetti e 15 vetture. Tra queste il primo esemplare di automobile, un prototipo di auto volante e anche la citata Fiat 600 Multipla. L’esemplare della collezione di FCA Heritage è di solito visibile presso il Centro Storico Fiat di Torino. Una nuova iniziativa nel 120° anniversario del costruttore torinese, assieme ad altre già segnalate come la partecipazione di una Fiat 3½ HP del 1899 alla prestigiosa “London to Brighton Veteran Car Run”, un pregiato esemplare appartenente a FCA UK Ltd e ammirabile presso il National Motor Museum di Beaulieu.

Foto: Fiat

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati