WP_Post Object ( [ID] => 675989 [post_author] => 84 [post_date] => 2019-11-22 15:14:13 [post_date_gmt] => 2019-11-22 14:14:13 [post_content] => La nuova Mercedes-Benz Classe A 180 diesel? Una piacevole sorpresa. Dopo qualche giorno passato in sua compagnia per capirne i segreti, testare gli interni e scrutare gli esterni, studiare gli allestimenti e i motori disponibili e le sue caratteristiche tecniche al fine di potervi dare una convincente prova su strada, la sensazione ricevuta è stata molto positiva.

Estetica e design

Viene da sè, la nuova Mercedes Classe A è la base della gamma, gli stilemi estetici e di design si evolvono sugli altri modelli Mercedes ma nella Classe A si presentano nella forma più neutra possibile. Esteticamente la linea è pulita e il fianco scevro di velleità estetica, solo due leggere nervature per rendere più dinamico il profilo e che aumentano la sensazione di muscolatura, mentre davanti non ci sono esagerazioni; solo una grande griglia frontale che include il badge della Casa con la Stella a Tre Punte, mentre poco più sotto un trittico di prese d'aria, solo quella inferiore funzionante mentre le più estreme sono 'piene'. Il gruppo ottico a LED? Semplice, di generose dimensioni ma senza strane forme estetiche, affusolato, cosi come tutta la parte anteriore. Passando in coda si osa di più, la coda accenna un timido spoiler mentre sotto ci sono le luci a sviluppo orizzontale (LED) con il disegno a freccia. Guardando ancor più in basso, risponde presente il diffusore che alloggia i terminali di scarico, fortunatamente veri. Restano da segnalare solo i cerchi da 17 pollici (di serie) con le cinque razze, doppie.

Interni e abitacolo

Dentro si è accolti dal salottino elegante di Mercedes. Il volante è cicciotto e questo mi permette di avere una presa salda e comoda, mentre il suo disegno è classico con i tanti tasti multifunzione posizionati sulle razze, quelli di sinistra mi permettono di settare e configurare i menu del quadro strumenti digitale, con quelli di sinistra invece comando l'infotainment. A proposito, il quadro strumenti e il display dell'infotainment sono accomunati dal piano black che li abbraccia, i display sono chiari e dall'estetica piacevole ma il touch multimediale wide-screen, ad alta risoluzione e di grandi dimensioni (10,25”) che trova spazio sulle versioni di alta gamma fa tutto un altro figurone (793,00 euro di optional). Continuando il giro panoramico, sotto al display centrale trovano spazio tre rotonde bocche per l'aerazione e i comandi fisici per impartire gli ordini al climatizzatore mentre ancora più sotto ecco il vano per la ricarica wireless del cellulare e il track-pad per governare il sistema multimediale MBUX, comprensivo di comandi vocali.

Abitabilità e bagagliaio

Le poltrone anteriori sono rivestite dalla pelle sintetica, sono ergonomiche, confortevoli e con la regolazione elettronica (optional). Il divanetto posteriore permette ai nostri ospiti di sedere con tutto lo spazio necessario per testa, gambe e spalle senza contare la presenza delle bocchette dell'aria posteriori. Resta da segnalare la presenza del tunnel che rende, comunque, possibile la seduta centrale posteriore ma ve la sconsiglio per i lunghi viaggi, per l'esiguo spazio riservato ai piedi e alle vostre spalle. Il bagagliaio? La capacità minima parte da ben 420 litri. Davvero niente male.

La prova su strada

Sotto al cofano della nuova Mercedes Classe A 180 d c'è il motore diesel 1.5 da 116 CV. Quest'ultimo è fluido nell'erogazione, con la coppia di 260 Nm disponibile a partire dai 2.000 giri, sotto questa soglia sonnecchia un po' per limitare i consumi ma basta un colpetto di gas per farla salire di giri e avere, cosi, un discreto sprint. Il tutto è accompagnato dal cambio automatico 7G-DCT che ho trovato preciso e puntuale in ogni circostanza, sia su tratti autostradali sia alle prese con le ripartenze e i semafori della città. Il set-up? E' un giusto mix tra morbidezza e rigidità. L'avantreno è leggermente più 'puntato' con un'escursione delle molle minore rispetto al posteriore. Ergo, l'avantreno segue bene  le traiettorie impostate nelle curve e nei cambi repentini di direzione ma nei passaggi sui dossi più duri è facile grattare il fondo. Il Multilink al posteriore permette di avere una buona stabilità in ogni situazione di guida. In autostrada la Mercedes Classe A 180d Sedan, da il meglio di sè. L'allungo è buono, la spinta che arriva dalla coppia senza strappi e l'abitacolo ben insonorizzato. Senza contare che le sospensioni copiano bene ogni asperità del terreno e permettono di affrontare anche le curve più veloci con sicurezza e comfort di guida .

I consumi

I 3,0-4,0 l/100 km promessi sulla carta per la Classe A 180 d con il cambio automatico si sono trasformati, come ci ha suggerito il computer di bordo, in 5,0-6,0 l/100 km, con una guida tranquilla e abbastanza pacata.

Il prezzo

La nuova Mercedes Classe A 180 d Sedan 2019 (qui il configuratore), in prova, con pacchetto integrazione per smartphone Apple o Android (250 euro), telecamera posteriore per la retromarcia assistita, pacchetto assistenza alla guida (1.510 euro), sedili anteriori regolabili elettricamente con memoria (285 euro ciascuno), tetto panoramico scorrevole (930 euro), riconoscimento automatico dei segnali stradali (295), fari Multibeam LED (420) e allestimento Sport (2.393 euro) potrà essere vostra a un prezzo di 34.500 euro. La Classe A 180 d Sedan di base ha un prezzo d'attacco di 24.400 euro. [review pros="Il design pulito rappresenta l'essenza dello stile Mercedes. Interni curati. Elevato comfort di guida." cons="Quadro strumenti e touch infotainment troppo piccoli. ADAS Line Assistant troppo invasivo"] Mercedes Classe A 180 d 2019 Sedan: la Pagella di Motorionline [xrrgroup][xrr label="Motore:" rating="4/5" group="s1" ] [xrr label="Ripresa:" rating="4/5" group="s1"] [xrr label="Cambio:" rating="5/5" group="s1"] [xrr label="Frenata:" rating="4/5" group="s1"] [xrr label="Sterzo:" rating="4/5" group="s1"] [xrr label="Tenuta di Strada:" rating="5/5" group="s1" ] [xrr label="Comfort:" rating="5/5" group="s1" ] [xrr label="Posizione di guida:" rating="4/5" group="s1" ] [xrr label="Dotazione:" rating="3/5" group="s1" ] [xrr label="Qualità/Prezzo:" rating="4/5" group="s1" ] [xrr label="Design:" rating="4/5" group="s1" ] [xrr label="Consumi:" rating="4/5" group="s1" ] [/xrrgroup] [post_title] => Mercedes Classe A 180 d 2019: PROVA SU STRADA con il 1.5 diesel da 116 CV [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => mercedes-classe-a-180-d-2019-prova-configuratore-prezzo-motore-consumi [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-11-22 15:23:46 [post_modified_gmt] => 2019-11-22 14:23:46 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=675989 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Mercedes Classe A 180 d 2019: PROVA SU STRADA con il 1.5 diesel da 116 CV

Nuova Mercedes Classe A 180 d Sedan: l'essenza di Mercedes nella prova su strada

Nuova Mercedes Classe A 180 d Sedan: l'essenza di Mercedes nella prova su strada. Prezzo, uscita, motori, allestimenti, caratteristiche tecniche e configuratore

La nuova Mercedes-Benz Classe A 180 diesel? Una piacevole sorpresa. Dopo qualche giorno passato in sua compagnia per capirne i segreti, testare gli interni e scrutare gli esterni, studiare gli allestimenti e i motori disponibili e le sue caratteristiche tecniche al fine di potervi dare una convincente prova su strada, la sensazione ricevuta è stata molto positiva.

Estetica e design

Viene da sè, la nuova Mercedes Classe A è la base della gamma, gli stilemi estetici e di design si evolvono sugli altri modelli Mercedes ma nella Classe A si presentano nella forma più neutra possibile. Esteticamente la linea è pulita e il fianco scevro di velleità estetica, solo due leggere nervature per rendere più dinamico il profilo e che aumentano la sensazione di muscolatura, mentre davanti non ci sono esagerazioni; solo una grande griglia frontale che include il badge della Casa con la Stella a Tre Punte, mentre poco più sotto un trittico di prese d’aria, solo quella inferiore funzionante mentre le più estreme sono ‘piene’. Il gruppo ottico a LED? Semplice, di generose dimensioni ma senza strane forme estetiche, affusolato, cosi come tutta la parte anteriore. Passando in coda si osa di più, la coda accenna un timido spoiler mentre sotto ci sono le luci a sviluppo orizzontale (LED) con il disegno a freccia. Guardando ancor più in basso, risponde presente il diffusore che alloggia i terminali di scarico, fortunatamente veri. Restano da segnalare solo i cerchi da 17 pollici (di serie) con le cinque razze, doppie.

Interni e abitacolo

Dentro si è accolti dal salottino elegante di Mercedes. Il volante è cicciotto e questo mi permette di avere una presa salda e comoda, mentre il suo disegno è classico con i tanti tasti multifunzione posizionati sulle razze, quelli di sinistra mi permettono di settare e configurare i menu del quadro strumenti digitale, con quelli di sinistra invece comando l’infotainment.

A proposito, il quadro strumenti e il display dell’infotainment sono accomunati dal piano black che li abbraccia, i display sono chiari e dall’estetica piacevole ma il touch multimediale wide-screen, ad alta risoluzione e di grandi dimensioni (10,25”) che trova spazio sulle versioni di alta gamma fa tutto un altro figurone (793,00 euro di optional). Continuando il giro panoramico, sotto al display centrale trovano spazio tre rotonde bocche per l’aerazione e i comandi fisici per impartire gli ordini al climatizzatore mentre ancora più sotto ecco il vano per la ricarica wireless del cellulare e il track-pad per governare il sistema multimediale MBUX, comprensivo di comandi vocali.

Abitabilità e bagagliaio

Le poltrone anteriori sono rivestite dalla pelle sintetica, sono ergonomiche, confortevoli e con la regolazione elettronica (optional). Il divanetto posteriore permette ai nostri ospiti di sedere con tutto lo spazio necessario per testa, gambe e spalle senza contare la presenza delle bocchette dell’aria posteriori. Resta da segnalare la presenza del tunnel che rende, comunque, possibile la seduta centrale posteriore ma ve la sconsiglio per i lunghi viaggi, per l’esiguo spazio riservato ai piedi e alle vostre spalle. Il bagagliaio? La capacità minima parte da ben 420 litri. Davvero niente male.

La prova su strada

Sotto al cofano della nuova Mercedes Classe A 180 d c’è il motore diesel 1.5 da 116 CV. Quest’ultimo è fluido nell’erogazione, con la coppia di 260 Nm disponibile a partire dai 2.000 giri, sotto questa soglia sonnecchia un po’ per limitare i consumi ma basta un colpetto di gas per farla salire di giri e avere, cosi, un discreto sprint. Il tutto è accompagnato dal cambio automatico 7G-DCT che ho trovato preciso e puntuale in ogni circostanza, sia su tratti autostradali sia alle prese con le ripartenze e i semafori della città.

Il set-up? E’ un giusto mix tra morbidezza e rigidità. L’avantreno è leggermente più ‘puntato’ con un’escursione delle molle minore rispetto al posteriore. Ergo, l’avantreno segue bene  le traiettorie impostate nelle curve e nei cambi repentini di direzione ma nei passaggi sui dossi più duri è facile grattare il fondo. Il Multilink al posteriore permette di avere una buona stabilità in ogni situazione di guida.

In autostrada la Mercedes Classe A 180d Sedan, da il meglio di sè. L’allungo è buono, la spinta che arriva dalla coppia senza strappi e l’abitacolo ben insonorizzato. Senza contare che le sospensioni copiano bene ogni asperità del terreno e permettono di affrontare anche le curve più veloci con sicurezza e comfort di guida .

I consumi

I 3,0-4,0 l/100 km promessi sulla carta per la Classe A 180 d con il cambio automatico si sono trasformati, come ci ha suggerito il computer di bordo, in 5,0-6,0 l/100 km, con una guida tranquilla e abbastanza pacata.

Il prezzo

La nuova Mercedes Classe A 180 d Sedan 2019 (qui il configuratore), in prova, con pacchetto integrazione per smartphone Apple o Android (250 euro), telecamera posteriore per la retromarcia assistita, pacchetto assistenza alla guida (1.510 euro), sedili anteriori regolabili elettricamente con memoria (285 euro ciascuno), tetto panoramico scorrevole (930 euro), riconoscimento automatico dei segnali stradali (295), fari Multibeam LED (420) e allestimento Sport (2.393 euro) potrà essere vostra a un prezzo di 34.500 euro. La Classe A 180 d Sedan di base ha un prezzo d’attacco di 24.400 euro.

Pro e Contro

Ci PiaceNon Ci Piace
Il design pulito rappresenta l'essenza dello stile Mercedes. Interni curati. Elevato comfort di guida.Quadro strumenti e touch infotainment troppo piccoli. ADAS Line Assistant troppo invasivo

Mercedes Classe A 180 d 2019 Sedan: la Pagella di Motorionline

Motore:★★★★☆ 
Ripresa:★★★★☆ 
Cambio:★★★★★ 
Frenata:★★★★☆ 
Sterzo:★★★★☆ 
Tenuta di Strada:★★★★★ 
Comfort:★★★★★ 
Posizione di guida:★★★★☆ 
Dotazione:★★★☆☆ 
Qualità/Prezzo:★★★★☆ 
Design:★★★★☆ 
Consumi:★★★★☆ 

Mercedes Classe A 180 d 2019: PROVA SU STRADA con il 1.5 diesel da 116 CV
5 (100%) 4 votes
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati