WP_Post Object ( [ID] => 645137 [post_author] => 84 [post_date] => 2019-11-22 16:00:58 [post_date_gmt] => 2019-11-22 15:00:58 [post_content] => La Lotus Evija, nuova hypercar 100% elettrica, è stata ufficialmente svelata. La creatura del marchio britannico, che porta il nome evocativo di un nuovo inizio, dato che Evija letteralmente significa "la prima della storia", si presenta con le forme di un bolide sportivo votato a performance da brivido e con l'avanzata tecnologia di quattro motori elettrici che sono in grado di assicura la spinta di 2.000 CV.

Serie limitata da 130 esemplari

Grazie alla sua elevatissima potenza a zero emissioni, la Evija è in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in meno di 3 secondi, assicurando un progressione repentina che la porta a raggiungere i 320 km/h di velocità massima. Presentata in grande stile a Londra, la nuova hypercar di Lotus sarà un'auto esclusiva che sarà costruita in soli 130 esemplari. Le prime consegne sono previste per il 2020, mentre il prezzo è compreso tra 1,5 e 2 milioni di sterline (tasse escluse). Sul mercato italiano il prezzo finale può arrivare a 2,7 milioni di euro. Il design della Lotus Evija mette l'aerodinamica tra le priorità e così prende forma il cofano anteriore pronunciato con aperture per aiutare il raffreddamento delle batterie, le superfici concave sulle fiancate, dove si nota l'assenza di maniglie sulle portiere (che si aprono e chiudono con un telecomando) e dei tradizionali specchietti esterni, e le generose feritoie sul posteriore.

Incollata a terra e con aerodinamica attiva

L'aspetto aerodinamico di forme e proporzioni dell'hypercar britannica è stato studiato per favorire la stabilità ad alte velocità, come del resto fa anche l'assetto estremamente basso. La Evija ha solo 10,5 cm di spazio dal suolo, sottolineando la sua predisposizione per la pista. Sulla sua nuova vettura Lotus ha realizzato anche un sistema di aerodinamica attiva con lo spoiler posteriore che può assumere diverse inclinazioni per favorire o meno la scorrevolezza dell'auto.

Volante e abitacolo da corsa

Gli interni della Lotus Evija sono improntate ad un stile racing, con il volante staccato dal cruscotto digitale che è rappresentato da un display che si focalizza essenzialmente sulle informazioni strettamente necessarie alla guida. Il volante della vettura s'ispira ai prototipi endurance e integra una serie di controlli fra i quali quelli relativi alla modalità di guida: cinque in tutto, che vanno da Range, la più tranquilla, a Track, la più estrema.

L'originale pilone centrale pieno di comandi

Alle due estremità ci sono due piccoli display che visualizzano le immagini riprese dalle telecamere esterne che sostituiscono gli specchietti. Oltre al cruscotto "sospeso", nell'abitacolo dell'hypercar inglese si nota un inedito pilone al centrale sul quale sono disposti una serie di comandi touch posizionati all'interno di incavi esagonali. I sedili hanno cinture di sicurezza a 3 punti di ancoraggio.

Quattro motori e 2.000 CV

Sotto l'aspetto tecnico e meccanico la Lotus Evija è particolarmente evoluta, grazie alla presenza dei quattro motori elettrici sviluppati dalla Xtrac che sviluppano complessivamente 2.000 CV di potenza e sono gestiti da un software creato dal reparto di ingegneria della Williams. A garantire l'erogazione di potenza ideale per ognuno dei quattro propulsori, in base al tipo di fondo stradale e alla situazione di guida, c'è la funzione torque vectoring di cui è dotata la Evija.

Autonomia di 400 km e ricarica completa in soli 18 minuti

La nuova hypercar di Lotus, grazie a telaio e monoscocca in fibra di carbonio, è estremamente leggera, con un peso di 1.680 chilogrammi. Agile e dunque velocissima, come raccontano le prestazioni di una vettura in grado di passare dai 200 ai 300 km/h in meno di 4 secondi. A tanta velocità corrisponde un buon livello di autonomia che è pari a 400 chilometri (ciclo WLTP), grazie alle batterie posizionate dietro la cabina di guida e visibili attraverso la copertura in vetro. La Lotus Evija è estremamente veloce anche nel ricaricare la batteria: bastano 18 minuti per fare il pieno grazia alla ricarica ultrarapida a 350 kW.

Il video sulla pista di Top Gear

L'hypercar 100% elettrica di Lotus, la Evija, è entrata nella fase iniziale dello sviluppo nel Regno Unito, fase che include anche le prime prove su strada e in pista. A dimostrazione di questo, Lotus ha pubblicato un video che mostra per la prima volta un prototipo in azione mentre affronta alcuni test ad alta velocità su un circuito privato (la pista dovrebbe essere quella di Top Gear), come prima parte del programma di sviluppo. Nel video si può vedere la prima Lotus elettrica correre in pista camuffata con una veste mimetica giallo-oro, mantenendo le forme della vettura che abbiamo visto a Pebble Beach e Dubai ma che, allo stesso tempo, potrebbe nascondere alcune piccole modifiche estetiche che vedremo solo più avanti. [post_title] => Lotus Evija: l'hypercar elettrica scende in pista [VIDEO] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => nuova-lotus-elettrica-evija-hypercar-motore-prezzo-uscita-prestazioni-prova [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-11-22 16:22:54 [post_modified_gmt] => 2019-11-22 15:22:54 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=645137 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 1 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Lotus Evija: l’hypercar elettrica scende in pista [VIDEO]

La Lotus Evija sarà realizzata in soli 130 esemplari

La Lotus Evija svela le sue caratteristiche da hypercar estrema ad alimentazione elettrica, dotata di quattro motori in grado di offrire una potenza complessiva di 2.000 CV. Le prime consegne previste per l'anno prossimo.

La Lotus Evija, nuova hypercar 100% elettrica, è stata ufficialmente svelata. La creatura del marchio britannico, che porta il nome evocativo di un nuovo inizio, dato che Evija letteralmente significa “la prima della storia”, si presenta con le forme di un bolide sportivo votato a performance da brivido e con l’avanzata tecnologia di quattro motori elettrici che sono in grado di assicura la spinta di 2.000 CV.

Serie limitata da 130 esemplari

Grazie alla sua elevatissima potenza a zero emissioni, la Evija è in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in meno di 3 secondi, assicurando un progressione repentina che la porta a raggiungere i 320 km/h di velocità massima. Presentata in grande stile a Londra, la nuova hypercar di Lotus sarà un’auto esclusiva che sarà costruita in soli 130 esemplari. Le prime consegne sono previste per il 2020, mentre il prezzo è compreso tra 1,5 e 2 milioni di sterline (tasse escluse). Sul mercato italiano il prezzo finale può arrivare a 2,7 milioni di euro.

Il design della Lotus Evija mette l’aerodinamica tra le priorità e così prende forma il cofano anteriore pronunciato con aperture per aiutare il raffreddamento delle batterie, le superfici concave sulle fiancate, dove si nota l’assenza di maniglie sulle portiere (che si aprono e chiudono con un telecomando) e dei tradizionali specchietti esterni, e le generose feritoie sul posteriore.

Incollata a terra e con aerodinamica attiva

L’aspetto aerodinamico di forme e proporzioni dell’hypercar britannica è stato studiato per favorire la stabilità ad alte velocità, come del resto fa anche l’assetto estremamente basso. La Evija ha solo 10,5 cm di spazio dal suolo, sottolineando la sua predisposizione per la pista. Sulla sua nuova vettura Lotus ha realizzato anche un sistema di aerodinamica attiva con lo spoiler posteriore che può assumere diverse inclinazioni per favorire o meno la scorrevolezza dell’auto.

Volante e abitacolo da corsa

Gli interni della Lotus Evija sono improntate ad un stile racing, con il volante staccato dal cruscotto digitale che è rappresentato da un display che si focalizza essenzialmente sulle informazioni strettamente necessarie alla guida. Il volante della vettura s’ispira ai prototipi endurance e integra una serie di controlli fra i quali quelli relativi alla modalità di guida: cinque in tutto, che vanno da Range, la più tranquilla, a Track, la più estrema.

L’originale pilone centrale pieno di comandi

Alle due estremità ci sono due piccoli display che visualizzano le immagini riprese dalle telecamere esterne che sostituiscono gli specchietti. Oltre al cruscotto “sospeso”, nell’abitacolo dell’hypercar inglese si nota un inedito pilone al centrale sul quale sono disposti una serie di comandi touch posizionati all’interno di incavi esagonali. I sedili hanno cinture di sicurezza a 3 punti di ancoraggio.

Quattro motori e 2.000 CV

Sotto l’aspetto tecnico e meccanico la Lotus Evija è particolarmente evoluta, grazie alla presenza dei quattro motori elettrici sviluppati dalla Xtrac che sviluppano complessivamente 2.000 CV di potenza e sono gestiti da un software creato dal reparto di ingegneria della Williams. A garantire l’erogazione di potenza ideale per ognuno dei quattro propulsori, in base al tipo di fondo stradale e alla situazione di guida, c’è la funzione torque vectoring di cui è dotata la Evija.

Autonomia di 400 km e ricarica completa in soli 18 minuti

La nuova hypercar di Lotus, grazie a telaio e monoscocca in fibra di carbonio, è estremamente leggera, con un peso di 1.680 chilogrammi. Agile e dunque velocissima, come raccontano le prestazioni di una vettura in grado di passare dai 200 ai 300 km/h in meno di 4 secondi. A tanta velocità corrisponde un buon livello di autonomia che è pari a 400 chilometri (ciclo WLTP), grazie alle batterie posizionate dietro la cabina di guida e visibili attraverso la copertura in vetro. La Lotus Evija è estremamente veloce anche nel ricaricare la batteria: bastano 18 minuti per fare il pieno grazia alla ricarica ultrarapida a 350 kW.

Il video sulla pista di Top Gear

L’hypercar 100% elettrica di Lotus, la Evija, è entrata nella fase iniziale dello sviluppo nel Regno Unito, fase che include anche le prime prove su strada e in pista. A dimostrazione di questo, Lotus ha pubblicato un video che mostra per la prima volta un prototipo in azione mentre affronta alcuni test ad alta velocità su un circuito privato (la pista dovrebbe essere quella di Top Gear), come prima parte del programma di sviluppo. Nel video si può vedere la prima Lotus elettrica correre in pista camuffata con una veste mimetica giallo-oro, mantenendo le forme della vettura che abbiamo visto a Pebble Beach e Dubai ma che, allo stesso tempo, potrebbe nascondere alcune piccole modifiche estetiche che vedremo solo più avanti.

Lotus Evija: l’hypercar elettrica scende in pista [VIDEO]
5 (100%) 1 vote
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

1 commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Michael 1963

    26 Luglio 2019 at 16:26

    SIIIIII!!!!! Facciamola dotiamola pure di un razzo che la fa approdare su Marte!!!

Articoli correlati