Crollati 30 metri di viadotto sulla Torino-Savona

Crollati 30 metri di viadotto sulla Torino-Savona

Il tratto interessato è quello dopo l'innesto con la A10, a circa un chilometro e mezzo da Savona verso Altare

È crollato sull'autostrada A6 Torino-Savona un tratto del viadotto Madonna del Monte in direzione Torino. Non risultato per ora vetture coinvolte, ma il tratto è bloccato in entrambe le direzioni
Crollati 30 metri di viadotto sulla Torino-Savona

È crollato nel pomeriggio di oggi, domenica 24 novembre, un tratto di circa 30 metri del viadotto Madonna del Monte, posto lungo l’autostrada A6 Torino-Savona.

Giovanni Toti non smentisce né conferma la presenza di persone

Nel momento in cui scriviamo non si ha notizia di eventuali vittime o feriti, ma i soccorsi già presenti sul luogo stanno continuando le verifiche. Secondo quanto dichiarato da Giovanni Toti, presidente della regione Liguria, al momento non è possibile né confermare, né smentire l’eventuale coinvolgimento di veicoli o persone. Secondo una segnalazione non confermata forse un’auto si trovava nella zona, ma i vigili del fuoco non hanno potuto dire altro. Secondo le prime immagini riprese dalle videocamere di sicurezza, un pullman si sarebbe fermato a pochi metri dal precipizio.

La causa sarebbe stata una frana

Per quanto ancora non sia sicuro, pare molto probabile che il crollo possa essere avvenuto a causa di una frana. Il viadotto era composto da due carreggiate diverse, una per direzione, e solamente una è crollata. La seconda è stata comunque chiusa per ragioni di sicurezza. Sono in corso in questo momento le verifiche per capire se il terreno sotto il viadotto possa o meno essere ancora soggetto a smottamenti. Il tratto interessato dall’interruzione è quello tra Savona e Altare, con il viadotto crollato in direzione Torino. Non è ancora possibile sapere quanto tempo passerà prima che il tratto, almeno in direzione Savona, possa essere riaperto.

Leggi altri articoli in Circolazione stradale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati