WP_Post Object ( [ID] => 676439 [post_author] => 24 [post_date] => 2019-11-25 10:33:16 [post_date_gmt] => 2019-11-25 09:33:16 [post_content] => La Tesla Cybertruck, il nuovo pick-up elettrico dalle forme decisamente inedite con un design da mezzo che sembra uscito da un film distopico, ha sorpreso tutti. Il nuovo vicolo dell'azienda californiana è da giorni, da subito dopo la presentazione in anteprima, al centro del dibattito mediatico, non solo di appassionati e operatori del mondo automotive.

Dal design tanto discusso alla rottura dei finestrini

Elon Musk, numero uno di Tesla, sapeva che Cybertruck avrebbe alzato un polverone di discussioni. Oltre al carattere innovativo e dirompente del design e dei materiali utilizzati per la sua costruzione, si è aggiunta la "gaffe" dei vetri infrangibili che poi in realtà si sono rotti durante la prova nell'evento di prestazione. Finestrini spaccati dalle palline di metallo lanciate dietro invito di Musk che hanno finito quasi per prevalere, mediaticamente, sulle novità "shock" che la Tesla Cybertruck porta in dote. Tra queste c'è anche la sua grande forza e l'elevata capacità di traino, qualità che il pick-up elettrico mette in mostra nel breve video (qui sotto) postato da Musk in cui Cybertruck traina una Ford F-150 in salita.

Musk: "Superati i 200.000 pre-ordini"

Tuttavia alla faccia dei detrattori e di chi ne ha delineato un flop annunciato, la Tesla Cybertruck ha esordito con un boom di ordini che racconta di un accoglienza decisamente positiva. Il nuovo pick-up, come reso noto da Musk sul suo profilo Twitter, ha superato i 200.000 ordini (ultimo aggiornamento di Musk alle 3 di notte italiana tra domenica e lunedì). Un numero che sale a gran ritmo e si avvicina alle 250.000 prenotazioni che alcuni fan avevano previsto nei giorni scorsi.

Richiesto un anticipo di soli 100 dollari

Un numero di pre-ordini elevato, sul quale probabilmente incide anche il deposito cauzionale basso (appena 100 dollari) che viene richiesto da Tesla. In ogni caso il mercato ha accolto con buon entusiasmo il Cybertruck, che è ordinabile anche in Italia fin dai primi minuti dopo la presentazione. Le prenotazioni raccolte fin qui si sono suddivide così tra le tre versioni che compongono la gamma del pick-up Tesla: 42% Dual Motor, 41% Tri Motor e 17% Single Motor. [post_title] => Tesla Cybertruck: altro che flop, già oltre 200.000 prenotazioni per il nuovo pick-up elettrico [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => tesla-cybertruck-ordini-prenotazioni-pick-up-elettrico [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-11-25 10:33:50 [post_modified_gmt] => 2019-11-25 09:33:50 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=676439 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Tesla Cybertruck: altro che flop, già oltre 200.000 prenotazioni per il nuovo pick-up elettrico

Accoglienza positiva per il nuovo veicolo commerciale futuristico

Sono già più di 200.000 le prenotazioni arrivate in pochi giorni per la Tesla Cybertruck, l'innovativo e tanto discusso nuovo pick-up elettrico presentato dall'azienda di Elon Musk.
Tesla Cybertruck: altro che flop, già oltre 200.000 prenotazioni per il nuovo pick-up elettrico

La Tesla Cybertruck, il nuovo pick-up elettrico dalle forme decisamente inedite con un design da mezzo che sembra uscito da un film distopico, ha sorpreso tutti.

Il nuovo vicolo dell’azienda californiana è da giorni, da subito dopo la presentazione in anteprima, al centro del dibattito mediatico, non solo di appassionati e operatori del mondo automotive.

Dal design tanto discusso alla rottura dei finestrini

Elon Musk, numero uno di Tesla, sapeva che Cybertruck avrebbe alzato un polverone di discussioni. Oltre al carattere innovativo e dirompente del design e dei materiali utilizzati per la sua costruzione, si è aggiunta la “gaffe” dei vetri infrangibili che poi in realtà si sono rotti durante la prova nell’evento di prestazione. Finestrini spaccati dalle palline di metallo lanciate dietro invito di Musk che hanno finito quasi per prevalere, mediaticamente, sulle novità “shock” che la Tesla Cybertruck porta in dote. Tra queste c’è anche la sua grande forza e l’elevata capacità di traino, qualità che il pick-up elettrico mette in mostra nel breve video (qui sotto) postato da Musk in cui Cybertruck traina una Ford F-150 in salita.

Musk: “Superati i 200.000 pre-ordini”

Tuttavia alla faccia dei detrattori e di chi ne ha delineato un flop annunciato, la Tesla Cybertruck ha esordito con un boom di ordini che racconta di un accoglienza decisamente positiva. Il nuovo pick-up, come reso noto da Musk sul suo profilo Twitter, ha superato i 200.000 ordini (ultimo aggiornamento di Musk alle 3 di notte italiana tra domenica e lunedì). Un numero che sale a gran ritmo e si avvicina alle 250.000 prenotazioni che alcuni fan avevano previsto nei giorni scorsi.

Richiesto un anticipo di soli 100 dollari

Un numero di pre-ordini elevato, sul quale probabilmente incide anche il deposito cauzionale basso (appena 100 dollari) che viene richiesto da Tesla. In ogni caso il mercato ha accolto con buon entusiasmo il Cybertruck, che è ordinabile anche in Italia fin dai primi minuti dopo la presentazione. Le prenotazioni raccolte fin qui si sono suddivide così tra le tre versioni che compongono la gamma del pick-up Tesla: 42% Dual Motor, 41% Tri Motor e 17% Single Motor.

Tesla Cybertruck: altro che flop, già oltre 200.000 prenotazioni per il nuovo pick-up elettrico
5 (100%) 1 vote
Leggi altri articoli in Veicoli commerciali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati