WP_Post Object ( [ID] => 677143 [post_author] => 24 [post_date] => 2019-11-27 17:11:44 [post_date_gmt] => 2019-11-27 16:11:44 [post_content] => Ford ha diffuso un nuovo video, un documentario che ci mostra come è nata la nuova Mustang Mach-E, dalla fase iniziale al prodotto finale, comprese le opinioni e le testimonianze di chi ha lavorato alla realizzazione del nuovo modello e dei proprietari della Mustang.  La Mustang Mach-E, primo modello 100% elettrico dell'Ovale Blu, è molto probabilmente il veicolo più importante nella storia recente di Ford e utilizza uno dei nomi più iconici e ricchi di valore simbolico del mondo automobilistico, quello della storica muscle car americana, cercando per certi versi di ridefinire ciò che è una Mustang e ciò che non lo è.

Cancellato un precedente progetto EV

Ford spiega di aver dovuto eliminare del tutto un precedente progetto di auto elettrica esistente e ricominciare da capo alla ricerca del modello giusto che potesse essere in grado di esprimere l'anima di Ford. Così si è deciso di guardare alla Mustang e di farsi ispirare dalla coupé sportiva più popolare, ma il percorso di sviluppo della Mustang Mach-E non è stato comunque privo di forti critiche e dietro-front sempre dietro l'angolo.

Un percorso travagliato

A tal proposito Bill Ford, presidente esecutivo della Casa nordamericana, nel documentario ammette: "Ero assolutamente irremovibile sul fatto che non dovesse essere una Mustang, perché per me non poteva mantenere la promessa della Mustang. Quando poi ho visto che sarebbe stato un SUV, non ero per nulla convinto". Il grande capo di Ford ha poi cambiato idea dopo aver guidato il nuovo modello.

Più versioni, autonomia fino a 482 km

La nuova Ford Mustang Mach-E sarà disponibile in diverse versioni, con due opzioni di batteria (75,7 e 98,8 kWh), trazione posteriore o integrale ed un'autonomia stimata fino a 482 chilometri. Al top della gamma c'è la versione GT Performance Edition con 459 CV di potenza e 830 Nm di coppia assicurati dai suoi due motori elettrici, che scatta da 0 a 96 km/h in meno di 3 secondi.

Interni essenziali, prime consegne a fine 2020

La Mustang Mach-E, che sarà dotata anche di freni maggiorati Brembo e sospensioni adattive MagnaRide, vanta anche un moderno abitacolo con interni minimali caratterizzati da quadro strumenti digitale con schermo da 10,2 pollici e sistema d'infotainment con grande display touch da 15,5 pollici, ad orientamento verticale, al centro del cruscotto. I primi esemplari della Ford Mustang Mach-E saranno consegnati negli ultimi mesi del 2020. [post_title] => Ford Mustang Mach-E: il documentario che ci porta nel dietro le quinte della sua genesi [VIDEO] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => ford-mustang-mach-e-documentario-suv-elettrico [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-11-27 17:12:52 [post_modified_gmt] => 2019-11-27 16:12:52 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=677143 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Ford Mustang Mach-E: il documentario che ci porta nel dietro le quinte della sua genesi [VIDEO]

Il travagliato percorso per arrivare dall'idea al prodotto finale

La Ford Mustang Mach-E, il nuovo SUV elettrico dell'Ovale Blu ispirato alla sportiva muscle car, ci racconta l'evoluzione del suo percorso di nascita.
Ford Mustang Mach-E: il documentario che ci porta nel dietro le quinte della sua genesi [VIDEO]

Ford ha diffuso un nuovo video, un documentario che ci mostra come è nata la nuova Mustang Mach-E, dalla fase iniziale al prodotto finale, comprese le opinioni e le testimonianze di chi ha lavorato alla realizzazione del nuovo modello e dei proprietari della Mustang. 

La Mustang Mach-E, primo modello 100% elettrico dell’Ovale Blu, è molto probabilmente il veicolo più importante nella storia recente di Ford e utilizza uno dei nomi più iconici e ricchi di valore simbolico del mondo automobilistico, quello della storica muscle car americana, cercando per certi versi di ridefinire ciò che è una Mustang e ciò che non lo è.

Cancellato un precedente progetto EV

Ford spiega di aver dovuto eliminare del tutto un precedente progetto di auto elettrica esistente e ricominciare da capo alla ricerca del modello giusto che potesse essere in grado di esprimere l’anima di Ford. Così si è deciso di guardare alla Mustang e di farsi ispirare dalla coupé sportiva più popolare, ma il percorso di sviluppo della Mustang Mach-E non è stato comunque privo di forti critiche e dietro-front sempre dietro l’angolo.

Un percorso travagliato

A tal proposito Bill Ford, presidente esecutivo della Casa nordamericana, nel documentario ammette: “Ero assolutamente irremovibile sul fatto che non dovesse essere una Mustang, perché per me non poteva mantenere la promessa della Mustang. Quando poi ho visto che sarebbe stato un SUV, non ero per nulla convinto”. Il grande capo di Ford ha poi cambiato idea dopo aver guidato il nuovo modello.

Più versioni, autonomia fino a 482 km

La nuova Ford Mustang Mach-E sarà disponibile in diverse versioni, con due opzioni di batteria (75,7 e 98,8 kWh), trazione posteriore o integrale ed un’autonomia stimata fino a 482 chilometri. Al top della gamma c’è la versione GT Performance Edition con 459 CV di potenza e 830 Nm di coppia assicurati dai suoi due motori elettrici, che scatta da 0 a 96 km/h in meno di 3 secondi.

Interni essenziali, prime consegne a fine 2020

La Mustang Mach-E, che sarà dotata anche di freni maggiorati Brembo e sospensioni adattive MagnaRide, vanta anche un moderno abitacolo con interni minimali caratterizzati da quadro strumenti digitale con schermo da 10,2 pollici e sistema d’infotainment con grande display touch da 15,5 pollici, ad orientamento verticale, al centro del cruscotto. I primi esemplari della Ford Mustang Mach-E saranno consegnati negli ultimi mesi del 2020.

Ford Mustang Mach-E: il documentario che ci porta nel dietro le quinte della sua genesi [VIDEO]
5 (100%) 1 vote
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati