WP_Post Object ( [ID] => 677428 [post_author] => 24 [post_date] => 2019-11-29 16:30:14 [post_date_gmt] => 2019-11-29 15:30:14 [post_content] => La Maserati 5000 GT, esclusiva coupé 2+2, compie 60 anni. Era il 1959 quando il marchio del Tridente presentò per la prima volta la 5000 GT al Salone di Torino dove fu l'indiscussa regina della manifestazione. 

Esclusiva vettura in serie limitata di 34 unità

Oggi Maserati celebra il 60° anniversario di una vettura che ha rappresentato un pezzo importante nella storia del brand modenese. La Maserati 5000 GT venne realizzata sulla spinta di una specifica richiesta dello Scià di Persia Rez Pahlavi. Di questa vettura, nello storico stabilimento di Viale Ciro Menotti a Modena, ne vennero prodotti solo 34 esemplari, carrozzati dai più prestigiosi carrozzieri italiani del tempo.

Nata su richiesta dello Scià di Persia

Il desiderio di Reza Pahlavi, allora Scià di Persia e grande appassionato di auto sportive, nacque dopo che lui stesso alla fine del 1958 ebbe occasione di mettersi al volante di una Maserati 3500 GT. Quest'ultima però non aveva, per lo Scià di Persia, un livello di prestazioni adeguato al suo desiderio, così l'ingegner Giulio Alfieri, all'epoca direttore tecnico di Maserati, assecondando la richiesta di un modello più potente e prestante del prestigioso cliente decise di intraprende un progetto ex novo.

Col rivisitato motore V8 dell 450S da corsa

Il nuovo progetto prevedeva la realizzazione di una nuova vettura e non di una semplice personalizzazione. Così nacque la Maserati 5000 GT, prestigiosa coupé 2+2, che montava il motore otto cilindri a V della 450S (nota barchetta da corsa del Tridente) portato con un incremento dell'alesaggio a sfiorare i cinque litri di cilindrata, sviluppando una potenza di 325 CV sufficienti a spingerla fino ai 270 chilometri orari.

Carrozzerie esclusive

La prima realizzazione della carrozzeria della Maserati 5000 GT venne affidata alla Carrozzeria Touring, per essere presentata al Salone di Torino del 1959, dove venne soprannominata "Scià di Persia" in onore del suo committente. Di quella versione ne vennero prodotte solo tre esemplari. L'anno successivo, nel 1960, la 5000 GT fu presente sullo stand del Salone di Ginevra, leggermente rivista per quanto riguarda il propulsore. La particolarità della Maserati 5000 GT fu quella di essere carrozzata da quasi tutte le principali atelier italiani dell'epoca: da Allemano a Pininfarina, da Monterosa a Ghia, da Bertone a Frua, fino a Michelotti per Vignale.

Clientela vip

Il grande consenso spinse a realizzarne alcuni esemplari per prestigiosi clienti tra quali il Principe Karim Aga Khan (vettura realizzata dalla Carozzeria Frua), l'Avvocato Gianni Agnelli (Carozzeria Pininfarina), l'industriale Ferdinando Innocenti (Carrozzeria Ghia), l'attore Stewart Granger (Carrozzeria Allemano) e il presidente del Messico, Adolfo López Mateos (Carrozzeria Allemano). [post_title] => Maserati 5000 GT: il Tridente celebra i 60 anni della mitica coupé 2+2 [FOTO] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => maserati-5000-gt-1959-60-anni [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-11-29 16:30:14 [post_modified_gmt] => 2019-11-29 15:30:14 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=677428 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Maserati 5000 GT: il Tridente celebra i 60 anni della mitica coupé 2+2 [FOTO]

Presentata nel 1959, prodotta in soli 34 esemplari

L'esclusiva e prestigiosa Maserati 5000 GT, presentata per la prima volta al Salone dell'automobile di Torino del 1959, festeggia il 60° anniversario.

La Maserati 5000 GT, esclusiva coupé 2+2, compie 60 anni. Era il 1959 quando il marchio del Tridente presentò per la prima volta la 5000 GT al Salone di Torino dove fu l’indiscussa regina della manifestazione. 

Esclusiva vettura in serie limitata di 34 unità

Oggi Maserati celebra il 60° anniversario di una vettura che ha rappresentato un pezzo importante nella storia del brand modenese. La Maserati 5000 GT venne realizzata sulla spinta di una specifica richiesta dello Scià di Persia Rez Pahlavi. Di questa vettura, nello storico stabilimento di Viale Ciro Menotti a Modena, ne vennero prodotti solo 34 esemplari, carrozzati dai più prestigiosi carrozzieri italiani del tempo.

Nata su richiesta dello Scià di Persia

Il desiderio di Reza Pahlavi, allora Scià di Persia e grande appassionato di auto sportive, nacque dopo che lui stesso alla fine del 1958 ebbe occasione di mettersi al volante di una Maserati 3500 GT. Quest’ultima però non aveva, per lo Scià di Persia, un livello di prestazioni adeguato al suo desiderio, così l’ingegner Giulio Alfieri, all’epoca direttore tecnico di Maserati, assecondando la richiesta di un modello più potente e prestante del prestigioso cliente decise di intraprende un progetto ex novo.

Col rivisitato motore V8 dell 450S da corsa

Il nuovo progetto prevedeva la realizzazione di una nuova vettura e non di una semplice personalizzazione. Così nacque la Maserati 5000 GT, prestigiosa coupé 2+2, che montava il motore otto cilindri a V della 450S (nota barchetta da corsa del Tridente) portato con un incremento dell’alesaggio a sfiorare i cinque litri di cilindrata, sviluppando una potenza di 325 CV sufficienti a spingerla fino ai 270 chilometri orari.

Carrozzerie esclusive

La prima realizzazione della carrozzeria della Maserati 5000 GT venne affidata alla Carrozzeria Touring, per essere presentata al Salone di Torino del 1959, dove venne soprannominata “Scià di Persia” in onore del suo committente. Di quella versione ne vennero prodotte solo tre esemplari.

L’anno successivo, nel 1960, la 5000 GT fu presente sullo stand del Salone di Ginevra, leggermente rivista per quanto riguarda il propulsore. La particolarità della Maserati 5000 GT fu quella di essere carrozzata da quasi tutte le principali atelier italiani dell’epoca: da Allemano a Pininfarina, da Monterosa a Ghia, da Bertone a Frua, fino a Michelotti per Vignale.

Clientela vip

Il grande consenso spinse a realizzarne alcuni esemplari per prestigiosi clienti tra quali il Principe Karim Aga Khan (vettura realizzata dalla Carozzeria Frua), l’Avvocato Gianni Agnelli (Carozzeria Pininfarina), l’industriale Ferdinando Innocenti (Carrozzeria Ghia), l’attore Stewart Granger (Carrozzeria Allemano) e il presidente del Messico, Adolfo López Mateos (Carrozzeria Allemano).

Maserati 5000 GT: il Tridente celebra i 60 anni della mitica coupé 2+2 [FOTO]
5 (100%) 1 vote
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati