WP_Post Object ( [ID] => 677463 [post_author] => 58 [post_date] => 2019-11-30 20:32:30 [post_date_gmt] => 2019-11-30 19:32:30 [post_content] => Piccolo sguardo al futuro per Subaru, che presenta la nuova Forester e-Boxer, spinta dal tradizionale propulsore termico 4 cilindri 2.0 boxer (sigla FB20) abbinato ad una piccola unità elettrica da 16 CV e 65 Nm, senza stravolgere quella che risulta essere sempre una meccanica affidabile, solida e capace di tirarci fuori da qualsiasi impiccio quando abbandoniamo l’asfalto. Nuova la piattaforma SGB, che presenta un irrigidimento telaistico del 70%, più sofisticata e capace di assicurare maggior feeling di guida. Più tecnologia a bordo con il pacchetto di sicurezza attiva EyeSight, di serie fin dall’allestimento d’ingresso, senza però arrivare ad una guida autonoma di livello 2, ma comunque, ben strutturato. I listini della nuova Subaru Forester e-Boxer partono da un prezzo di 35.500 euro per la versione Free, già ricca di serie con molti optional e accessori interessati, salendo fino alla Premium, da 43.000 euro, con tutto incluso, senza farsi mancare nulla.

Nuova Subaru Forester e-Boxer, design rivisto ma non stravolto

Piccola spolverata di novità estetiche per lei, che rinnova il design della quarta serie, mantenendo inalterata quella tipica forma a due volumi rialzati, quasi da multispazio, che l’accompagna fin dal lontano 1997. La lunghezza aumenta di circa 1,5 cm, mentre in larghezza guadagna ben 2 cm, presentando ora una lunghezza di 4,625 metri e una larghezza di 1,815m. Nuove le finiture cromate all’anteriore, intorno ai fari fendinebbia a LED,  per una maggiore eleganza, stessa tecnologia impiegata per i fari abbaglianti e anabbaglianti, che abbiamo apprezzato per la grande illuminazione in condizioni di scarsa illuminazione. Compaiono anche due paratie silver nella parte inferiore della carrozzeria, in puro stile off-road sia nel frontale che nel retro, mentre il profilo basso della vettura è tutto circondato di plastiche paracolpi, molto utili quando si abbandona l’asfalto cittadino. Nuovo anche il design dei cerchi in lega da 18” così come dei gruppi ottici posteriori, Led e con forma a C, che conferiscono un look un po’ elaborato, ma particolare, alla vettura.

Interni di qualità, poca plastica e tanta sostanza, con spazio in abbondanza

Piccole ma sostanziali migliorie anche dentro, dove appaiono due display sulla consolle. Quello superiore è dedicato al sistema ibrido e altre informazioni utili, così da tenere sempre sotto controllo la meccanica, mentre quello inferiore da 8” è destinato all’infotainment Starlink, abbastanza moderno e pratico nell’utilizzo di tutti i giorni, con Android Auto e Apple Carplay, e  tutte le tecnologie del caso. Non propriamente intuitivo e fluido il sistema di navigazione dalla grafica leggermente superata e non di facile utilizzo. L’interno è ben rifinito, traspare solidità, con pelle sul pannello portiera e plastiche morbide un po’ ovunque, ben fatto. C’è tanto spazio, grazie ai 3 cm in più di passo guadagnati con la nuova piattaforma SGP. Le sedute in pelle sono comode, per tutti e 5 i passeggeri, con spazio in abbondanza per gambe e testa. Dietro troviamo le bocchette dell’aria, prese USB e anche i sedili riscaldati, 3 accessori non scontati neanche su questo segmento di vetture. Il bagagliaio guadagna 4 litri, salendo a 509, fino ad un massimo di quasi 1800 litri abbattendo i sedili posteriori secondo uno schema 60:40. Nuovo il portellone posteriore elettroattuato, che risulta essere più rapido in apertura e chiusura di ben 4/5 secondi, guadagnando anche la funzione keyless: premendo il pulsante dedicato, si chiuderà il portellone, bloccando anche le porte del veicolo una volta completata la manovra.

Sospensioni da lode, dinamica di guida sincera e agile

Nonostante presenti un peso non proprio piuma da 1650 kg in ordine di marcia e una stazza considerevole, la nuova piattaforma SGP riesce a rendere abbastanza agile e composta su strada la nuova Forester e-Boxer. Le sospensioni digeriscono qualsiasi buca possiate incontrare, anche in off-road, e sostengono bene dal coricamento laterale, molto più di quanto non ci si potesse aspettare. Lo sterzo è corposo, anche se un po’ leggerino in alcune circostanze, diventando un tantino poco sincero durante le andature autostradali. Buono il comfort a bordo, si viaggia morbidi e rilassati, coccolati dalle comode sedute in pelle dell’allestimento Premium, top di gamma. L’isolamento acustico esterno è ben realizzato, i fruscii aerodinamici rimangono lievi fino a circa 120 km/h, oltre i quali il parabrezza tipicamente verticale inizia a renderli più pronunciati nell’abitacolo.

Mild-Hybrid presente, aiuta nelle ripartenza e quando si richiede un po’ di spunto in più

Il sistema ibrido della Subaru Forester e-Boxer è lieve, essendo appunto un Mild-Hybrid, quindi non così incisivo come un Full-Hybrid o un PHEV, e il motore termico 2.0 Boxer 4 cilindri regna comunque sovrano. E' stato rivisto per l'80% dei componenti per adattarsi ad un sistema ibrido di questo tipo, ed eroga una potenza massima di 150 CV tra i 5500 giri/min e i 6000 giri/min, risultando un po' pigro nei cambi di velocità quando si è già in movimento. La piccola batteria è stipata sotto al bagagliaio posteriore, al quale non ruba spazio, e alimenta un piccolo motore elettrico trifase sincrono a magneti permanenti, inserito all’interno della meccanica del cambio automatico CVT a 7 marce. L’autonomia in modalità EV è bassa, circa 1,5 km dichiarati da Subaru, che possono però avvicinarsi anche ai 2 km con piede gentile e leggero, fino ad un massimo di 40 km/h, oltre i quali si inserisce la spinta del propulsore termico. L’innesto di quest’ultimo è purtroppo un po’ ruvido, con una pronunciata vibrazione della scocca e conseguente disturbo acustico, che stona leggermente con la tranquillità della modalità EV. Le manovre sono quasi interamente gestite in modalità elettrica, che ci aiuta anche negli scatti da fermo, nelle ripartenze in salita e nella guida offroad, dove i suoi 65 Nm ci regalano quel guizzo in più che certe volte potrebbe essere fondamentale. Tutto il sistema ibrido fa segnare sulla bilancia un peso di circa 110 kg, incluso di cavi e cablaggi necessari, disposti in modo uniforme sulla vettura, che comunque fa segnare un baricentro abbastanza basso, considerando l'altezza complessiva, grazie soprattutto alla disposizione del motore Boxer.

Subaru Forester e-Boxer, una certezza dell’offroad, 4x4 impeccabile

Durante il breve tempo assieme alla Subaru Forester e-Boxer, abbiamo avuto modo di testarne le doti off-road su fango, strade bianche e sentieri con ciottolato e sassi di varie dimensioni, superando qualsiasi ostacolo con spiccata scioltezza. Le due modalità dedicate al fuoristrada, DIRT-SNOW e DEEP SNOW-MUD selezionabili dal manettino X-MODE modificano la ripartizione della coppia e l'intervento dell'elettronica per assicurare un comportamento più o meno aggressivo della vettura. Il sistema integrale permanente Subaru Symmetrical AWD (brevetto Subaru), della Forester e-Boxer si è rivelato perfettamente all'altezza del brand e della storia della vettura, senza mai dare l'impressione di andare in crisi, neanche con più di mezza ruota immersa tra pozze d'acqua, rocce e fango. Il sistema progettato e brevettato da Subaru, ripartisce la coppia ottimamente su tutte e 4 le ruote, attraverso un differenziale frontale e un differenziale posteriore, con una frizione multidisco centrale che rimanda fino al 40% di trazione sulle ruote posteriori.

Subaru Forester e-Boxer, consumi e prezzi

Subaru dichiara una riduzione dei consumi dell'11% rispetto al modello precedente, privo del sistema Mild-Hybrid, presentando un consumo di carburante di circa 8 litri/100 km in ciclo WLTP, abbastanza vicino agli 11 km al litro che abbiamo riscontrato noi nei pochi km assieme alla vettura. Ovviamente la mole da spostare è considerevole, così come la sua massa, però tutto sommato i valori risultano coerenti con ciò che dichiara la casa delle Pleiadi. Il listino della nuova Subaru Forester e-Boxer 2020 parte da un minimo di 35.500 euro, per l'allestimento FREE, decisamente già ricco ed ben equipaggiato, includendo anche il sistema di sicurezza passiva EyeSight. La gamma si articola su altri due allestimenti, STYLE da 38.500 euro ed infine Premium, da 43.000 con tutti incluso, per chi non vuole farsi mancare proprio nulla. [post_title] => Nuova Subaru Forester e-Boxer, PROVA SU STRADA del SUV 4x4 ibrido giapponese [VIDEO] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => nuova-subaru-forester-e-boxer-prova-su-srada-del-suv-4x4-ibrido-giapponese-video [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-12-02 16:15:59 [post_modified_gmt] => 2019-12-02 15:15:59 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=677463 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 1 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Nuova Subaru Forester e-Boxer, PROVA SU STRADA del SUV 4×4 ibrido giapponese [VIDEO]

Tecnologia Mild-Hybrid, grandi doti offroad e un prezzo di partenza di 35.500 euro

Si aggiorna la leggendaria Subaru Forester e-Boxer che guadagna la tecnologia Mild-Hybrid per questa MY 2020, una nuova piattaforma, 70% più rigida, tanta sicurezza attiva grazie al pacchetto EyeSight di serie e una capacità di superare ostacoli in modalità off-road che farebbe impallidire qualsiasi altro SUV fuoristrada.

Piccolo sguardo al futuro per Subaru, che presenta la nuova Forester e-Boxer, spinta dal tradizionale propulsore termico 4 cilindri 2.0 boxer (sigla FB20) abbinato ad una piccola unità elettrica da 16 CV e 65 Nm, senza stravolgere quella che risulta essere sempre una meccanica affidabile, solida e capace di tirarci fuori da qualsiasi impiccio quando abbandoniamo l’asfalto. Nuova la piattaforma SGB, che presenta un irrigidimento telaistico del 70%, più sofisticata e capace di assicurare maggior feeling di guida. Più tecnologia a bordo con il pacchetto di sicurezza attiva EyeSight, di serie fin dall’allestimento d’ingresso, senza però arrivare ad una guida autonoma di livello 2, ma comunque, ben strutturato. I listini della nuova Subaru Forester e-Boxer partono da un prezzo di 35.500 euro per la versione Free, già ricca di serie con molti optional e accessori interessati, salendo fino alla Premium, da 43.000 euro, con tutto incluso, senza farsi mancare nulla.

Nuova Subaru Forester e-Boxer, design rivisto ma non stravolto

Piccola spolverata di novità estetiche per lei, che rinnova il design della quarta serie, mantenendo inalterata quella tipica forma a due volumi rialzati, quasi da multispazio, che l’accompagna fin dal lontano 1997. La lunghezza aumenta di circa 1,5 cm, mentre in larghezza guadagna ben 2 cm, presentando ora una lunghezza di 4,625 metri e una larghezza di 1,815m. Nuove le finiture cromate all’anteriore, intorno ai fari fendinebbia a LED,  per una maggiore eleganza, stessa tecnologia impiegata per i fari abbaglianti e anabbaglianti, che abbiamo apprezzato per la grande illuminazione in condizioni di scarsa illuminazione. Compaiono anche due paratie silver nella parte inferiore della carrozzeria, in puro stile off-road sia nel frontale che nel retro, mentre il profilo basso della vettura è tutto circondato di plastiche paracolpi, molto utili quando si abbandona l’asfalto cittadino. Nuovo anche il design dei cerchi in lega da 18” così come dei gruppi ottici posteriori, Led e con forma a C, che conferiscono un look un po’ elaborato, ma particolare, alla vettura.

Interni di qualità, poca plastica e tanta sostanza, con spazio in abbondanza

Piccole ma sostanziali migliorie anche dentro, dove appaiono due display sulla consolle. Quello superiore è dedicato al sistema ibrido e altre informazioni utili, così da tenere sempre sotto controllo la meccanica, mentre quello inferiore da 8” è destinato all’infotainment Starlink, abbastanza moderno e pratico nell’utilizzo di tutti i giorni, con Android Auto e Apple Carplay, e  tutte le tecnologie del caso. Non propriamente intuitivo e fluido il sistema di navigazione dalla grafica leggermente superata e non di facile utilizzo. L’interno è ben rifinito, traspare solidità, con pelle sul pannello portiera e plastiche morbide un po’ ovunque, ben fatto. C’è tanto spazio, grazie ai 3 cm in più di passo guadagnati con la nuova piattaforma SGP. Le sedute in pelle sono comode, per tutti e 5 i passeggeri, con spazio in abbondanza per gambe e testa. Dietro troviamo le bocchette dell’aria, prese USB e anche i sedili riscaldati, 3 accessori non scontati neanche su questo segmento di vetture. Il bagagliaio guadagna 4 litri, salendo a 509, fino ad un massimo di quasi 1800 litri abbattendo i sedili posteriori secondo uno schema 60:40. Nuovo il portellone posteriore elettroattuato, che risulta essere più rapido in apertura e chiusura di ben 4/5 secondi, guadagnando anche la funzione keyless: premendo il pulsante dedicato, si chiuderà il portellone, bloccando anche le porte del veicolo una volta completata la manovra.

Sospensioni da lode, dinamica di guida sincera e agile

Nonostante presenti un peso non proprio piuma da 1650 kg in ordine di marcia e una stazza considerevole, la nuova piattaforma SGP riesce a rendere abbastanza agile e composta su strada la nuova Forester e-Boxer. Le sospensioni digeriscono qualsiasi buca possiate incontrare, anche in off-road, e sostengono bene dal coricamento laterale, molto più di quanto non ci si potesse aspettare. Lo sterzo è corposo, anche se un po’ leggerino in alcune circostanze, diventando un tantino poco sincero durante le andature autostradali. Buono il comfort a bordo, si viaggia morbidi e rilassati, coccolati dalle comode sedute in pelle dell’allestimento Premium, top di gamma. L’isolamento acustico esterno è ben realizzato, i fruscii aerodinamici rimangono lievi fino a circa 120 km/h, oltre i quali il parabrezza tipicamente verticale inizia a renderli più pronunciati nell’abitacolo.

Mild-Hybrid presente, aiuta nelle ripartenza e quando si richiede un po’ di spunto in più

Il sistema ibrido della Subaru Forester e-Boxer è lieve, essendo appunto un Mild-Hybrid, quindi non così incisivo come un Full-Hybrid o un PHEV, e il motore termico 2.0 Boxer 4 cilindri regna comunque sovrano. E’ stato rivisto per l’80% dei componenti per adattarsi ad un sistema ibrido di questo tipo, ed eroga una potenza massima di 150 CV tra i 5500 giri/min e i 6000 giri/min, risultando un po’ pigro nei cambi di velocità quando si è già in movimento. La piccola batteria è stipata sotto al bagagliaio posteriore, al quale non ruba spazio, e alimenta un piccolo motore elettrico trifase sincrono a magneti permanenti, inserito all’interno della meccanica del cambio automatico CVT a 7 marce. L’autonomia in modalità EV è bassa, circa 1,5 km dichiarati da Subaru, che possono però avvicinarsi anche ai 2 km con piede gentile e leggero, fino ad un massimo di 40 km/h, oltre i quali si inserisce la spinta del propulsore termico. L’innesto di quest’ultimo è purtroppo un po’ ruvido, con una pronunciata vibrazione della scocca e conseguente disturbo acustico, che stona leggermente con la tranquillità della modalità EV. Le manovre sono quasi interamente gestite in modalità elettrica, che ci aiuta anche negli scatti da fermo, nelle ripartenze in salita e nella guida offroad, dove i suoi 65 Nm ci regalano quel guizzo in più che certe volte potrebbe essere fondamentale. Tutto il sistema ibrido fa segnare sulla bilancia un peso di circa 110 kg, incluso di cavi e cablaggi necessari, disposti in modo uniforme sulla vettura, che comunque fa segnare un baricentro abbastanza basso, considerando l’altezza complessiva, grazie soprattutto alla disposizione del motore Boxer.

Subaru Forester e-Boxer, una certezza dell’offroad, 4×4 impeccabile

Durante il breve tempo assieme alla Subaru Forester e-Boxer, abbiamo avuto modo di testarne le doti off-road su fango, strade bianche e sentieri con ciottolato e sassi di varie dimensioni, superando qualsiasi ostacolo con spiccata scioltezza. Le due modalità dedicate al fuoristrada, DIRT-SNOW e DEEP SNOW-MUD selezionabili dal manettino X-MODE modificano la ripartizione della coppia e l’intervento dell’elettronica per assicurare un comportamento più o meno aggressivo della vettura. Il sistema integrale permanente Subaru Symmetrical AWD (brevetto Subaru), della Forester e-Boxer si è rivelato perfettamente all’altezza del brand e della storia della vettura, senza mai dare l’impressione di andare in crisi, neanche con più di mezza ruota immersa tra pozze d’acqua, rocce e fango. Il sistema progettato e brevettato da Subaru, ripartisce la coppia ottimamente su tutte e 4 le ruote, attraverso un differenziale frontale e un differenziale posteriore, con una frizione multidisco centrale che rimanda fino al 40% di trazione sulle ruote posteriori.

Subaru Forester e-Boxer, consumi e prezzi

Subaru dichiara una riduzione dei consumi dell’11% rispetto al modello precedente, privo del sistema Mild-Hybrid, presentando un consumo di carburante di circa 8 litri/100 km in ciclo WLTP, abbastanza vicino agli 11 km al litro che abbiamo riscontrato noi nei pochi km assieme alla vettura. Ovviamente la mole da spostare è considerevole, così come la sua massa, però tutto sommato i valori risultano coerenti con ciò che dichiara la casa delle Pleiadi. Il listino della nuova Subaru Forester e-Boxer 2020 parte da un minimo di 35.500 euro, per l’allestimento FREE, decisamente già ricco ed ben equipaggiato, includendo anche il sistema di sicurezza passiva EyeSight. La gamma si articola su altri due allestimenti, STYLE da 38.500 euro ed infine Premium, da 43.000 con tutti incluso, per chi non vuole farsi mancare proprio nulla.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

1 commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Paul

    30 Novembre 2019 at 23:26

    Pare che alla Subaru facciano di tutto per peggiorarle invece di migliorarle ” le Forester” quella che avevo prima aveva le ridotte aveva 158 cv e da 0 a 100 in 9″
    peso 1450 kg, la penultima ruote sempre più grandi 150 cv da 0 a 100 in 11″ niente ridotte peso 1550 kg, ora (l’ultima) sempre più grande sempre più pesante 1650 kg e sempre più consumosa e non credo proprio che ci stia il GPL.
    Boh!!! Auguri !!!

Articoli correlati