WP_Post Object ( [ID] => 677574 [post_author] => 24 [post_date] => 2019-12-02 11:24:03 [post_date_gmt] => 2019-12-02 10:24:03 [post_content] => Carlos Tavares, CEO del Gruppo PSA, ha parlato per la prima volta relativamente alla fusione tra FCA e PSA alla quale i due costruttori stanno lavorando da alcune settimane. Affrontando i possibili risvolti futuri che interesseranno il nuovo colosso automobilistico che sta per nascere, Tavares ha rilasciato le sue prime dichiarazioni sull'operazione in occasione di un'intervista ad Automotive News Europe.

Taveres opererà all'insegna dell'umiltà

In attesa della firma sul Memorandum of understanding, che dovrebbe arrivare entro questo mese con l'operazione di fusione che nelle intenzioni delle due aziende dovrebbe completarsi nella prima metà del 2020, Carlos Tavares ribadisce di voler restare "molto umile" nel suo ruolo di amministratore delegato, attualmente di PSA e a breve anche del nascente gruppo automobilistico derivante dall'aggregazione tra Fiat Chrysler Automobiles e Groupe PSA.

Un manager di successo

Carlos Tavares, alla guida di PSA dal 2014, ha risanato in tempi record i conti del costruttore francese, portando a termine nel 2017 l'acquisizione di Opel da General Motors, con il marchio del Fulmine che ha interrotto il trend negativo di vent'anni di perdite, portando in un anno e mezzo il margine operativo di Opel al 5%. Numeri e risultati che fanno capire bene il livello di credibilità dell'operato di Tavares, considerato un manager di assoluto successo nell'industria automobilistica.

Le ottime relazioni con Manley

Tuttavia nel nuovo gruppo che nascerà dalla fusione FCA-PSA non ci sarà certo spazio per personalismi di alcun genere, con Tavares che si ritiene un "privilegiato nell'accompagnare questo accordo fino alla conclusione con tutte le squadre coinvolte". Il numero uno di PSA sottolinea anche le "ottime relazioni" con Mike Manley, CEO di FCA, con il quale "spera di costruire assieme questa nuova realtà".

Tavares: "Sceglieremo i dirigenti top per ottenere i migliori risultati"

Come affermato da PSA e FCA nelle recenti lettere ai dipendenti, attualmente ben nove team costituiti da manager provenienti dai due costruttori stanno operativamente lavorando alla definizione del progetto di fusione per arrivare alla firma della lettera di intenti. Tavares afferma di fidarsi totalmente dell'operato che stanno portando avanti i circa 50 top manager che compongono le nove squadre di lavoro. Lo stesso numero uno di PSA sottolinea come sia fondamentale il lavoro di squadra per raggiungere un obiettivo così ambizioso: "C'è bisogno di tutti per arrivare a un'entità così grande". In ogni caso sarà la meritocrazia il criterio principale per scegliere chi occuperà le posizioni di vertice del nuovo gruppo che nascerà dalla fusione PSA-FCA, con Tavares che afferma: "Per ogni ruolo chiave verrà scelto il miglior dirigente per assicurare i risultati migliori". [post_title] => Fusione FCA-PSA, Carlos Tavares: "Al timone del nuovo Gruppo i manager migliori" [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => fusione-fca-psa-dichiarazioni-carlos-tavares [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-12-02 11:24:03 [post_modified_gmt] => 2019-12-02 10:24:03 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=677574 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Fusione FCA-PSA, Carlos Tavares: “Al timone del nuovo Gruppo i manager migliori”

Le prime parole sull'operazione del CEO di PSA

Carlos Tavares, CEO di Groupe PSA, ha rilasciato le prime dichiarazioni in merito alla fusione tra FCA e PSA spiegando che per i ruoli chiave del nuovo gruppi saranno scelti i manager migliori.
Fusione FCA-PSA, Carlos Tavares: “Al timone del nuovo Gruppo i manager migliori”

Carlos Tavares, CEO del Gruppo PSA, ha parlato per la prima volta relativamente alla fusione tra FCA e PSA alla quale i due costruttori stanno lavorando da alcune settimane.

Affrontando i possibili risvolti futuri che interesseranno il nuovo colosso automobilistico che sta per nascere, Tavares ha rilasciato le sue prime dichiarazioni sull’operazione in occasione di un’intervista ad Automotive News Europe.

Taveres opererà all’insegna dell’umiltà

In attesa della firma sul Memorandum of understanding, che dovrebbe arrivare entro questo mese con l’operazione di fusione che nelle intenzioni delle due aziende dovrebbe completarsi nella prima metà del 2020, Carlos Tavares ribadisce di voler restare “molto umile” nel suo ruolo di amministratore delegato, attualmente di PSA e a breve anche del nascente gruppo automobilistico derivante dall’aggregazione tra Fiat Chrysler Automobiles e Groupe PSA.

Un manager di successo

Carlos Tavares, alla guida di PSA dal 2014, ha risanato in tempi record i conti del costruttore francese, portando a termine nel 2017 l’acquisizione di Opel da General Motors, con il marchio del Fulmine che ha interrotto il trend negativo di vent’anni di perdite, portando in un anno e mezzo il margine operativo di Opel al 5%. Numeri e risultati che fanno capire bene il livello di credibilità dell’operato di Tavares, considerato un manager di assoluto successo nell’industria automobilistica.

Le ottime relazioni con Manley

Tuttavia nel nuovo gruppo che nascerà dalla fusione FCA-PSA non ci sarà certo spazio per personalismi di alcun genere, con Tavares che si ritiene un “privilegiato nell’accompagnare questo accordo fino alla conclusione con tutte le squadre coinvolte”. Il numero uno di PSA sottolinea anche le “ottime relazioni” con Mike Manley, CEO di FCA, con il quale “spera di costruire assieme questa nuova realtà”.

Tavares: “Sceglieremo i dirigenti top per ottenere i migliori risultati”

Come affermato da PSA e FCA nelle recenti lettere ai dipendenti, attualmente ben nove team costituiti da manager provenienti dai due costruttori stanno operativamente lavorando alla definizione del progetto di fusione per arrivare alla firma della lettera di intenti. Tavares afferma di fidarsi totalmente dell’operato che stanno portando avanti i circa 50 top manager che compongono le nove squadre di lavoro.

Lo stesso numero uno di PSA sottolinea come sia fondamentale il lavoro di squadra per raggiungere un obiettivo così ambizioso: “C’è bisogno di tutti per arrivare a un’entità così grande”. In ogni caso sarà la meritocrazia il criterio principale per scegliere chi occuperà le posizioni di vertice del nuovo gruppo che nascerà dalla fusione PSA-FCA, con Tavares che afferma: “Per ogni ruolo chiave verrà scelto il miglior dirigente per assicurare i risultati migliori”.

Fusione FCA-PSA, Carlos Tavares: “Al timone del nuovo Gruppo i manager migliori”
5 (100%) 4 votes
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati