WP_Post Object ( [ID] => 678345 [post_author] => 24 [post_date] => 2019-12-04 12:18:50 [post_date_gmt] => 2019-12-04 11:18:50 [post_content] => La Peugeot 208, best-seller del marchio francese recentemente rinnovata con la nuova generazione, potrebbe assumere un spirito decisamente più sbarazzino e sportivo qualora un giorno si presentasse in una inedita variante cabriolet. Di certo la 208 Cabrio non è tra le future priorità in programma del marchio francese, ma questo non ci vieta di immaginare come potrebbe apparire una vettura del genere.

Peugeot 208 Cabrio: addio al tetto

Ad aiutarci in maniera concreta in questo esercizio d'immaginazione è il nuovo rendering firmato Photoshop Auto che dà forma proprio alla Peugeot 208 Cabrio. Come possiamo vedere nella riproduzione grafica qui sopra, ci troviamo di fronte ad una vettura che quasi stravolge la sua natura di auto compatta "generalista" per la guida di tutti i giorni, elevandosi ad un maggiore livello di esclusività e dinamismo, come piace agli amanti della guida col vento tra i capelli.

Così si trasforma in roadster

La Peugeot 208 Cabrio immaginata in questo render andrebbe a collocarsi in una nicchia di mercato come quelle delle piccole roadster nella quale attualmente troviamo vetture come la Fiat 124 Spider e la Mazda MX-5. Conservando il caratteristico frontale della nuova Peugeot 208, con i distintivi gruppi ottici anteriori ad artigli, la Peugeot 208 Cabrio propone un cofano allungato, con nervature più marcate, che sfila la silhouette dell'auto.

Solo due posti nell'abitacolo

La rivoluzione estetica e concettuale si concretizza maggiormente dal montante anteriore in poi, con una fiancata rivista e più snella, con la carrozzeria a due porte che si sviluppa su un posteriore completamente nuovo, del quale si nota la coda pronunciata dietro l'abitacolo. Anche quest'ultimo viene stravolto dicendo addio al classico layout per lasciare il posto a una configurazione degli interni con due posti, come avviene per le roadster più pure e radicali. Ovviamente sulla parte superiore è stato completamente rimosso il tetto fisso in metallo, lasciando spazio alla struttura sul posteriore che permette di aprire e chiudere la capote in tessuto. [post_title] => Peugeot 208 Cabrio: l'idea stilistica che scopre la piccola del Leone [RENDERING] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => peugeot-208-cabrio-rendering [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-12-04 12:18:50 [post_modified_gmt] => 2019-12-04 11:18:50 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=678345 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Peugeot 208 Cabrio: l’idea stilistica che scopre la piccola del Leone [RENDERING]

Così diventa una due posti per la guida open-air

La Peugeot 208 Cabrio è la fantasiosa roadster ipotizzata in un nuovo render che dà vita a una versione decisamente più sportiva e libertina della compatta francese.
Peugeot 208 Cabrio: l’idea stilistica che scopre la piccola del Leone [RENDERING]

La Peugeot 208, best-seller del marchio francese recentemente rinnovata con la nuova generazione, potrebbe assumere un spirito decisamente più sbarazzino e sportivo qualora un giorno si presentasse in una inedita variante cabriolet.

Di certo la 208 Cabrio non è tra le future priorità in programma del marchio francese, ma questo non ci vieta di immaginare come potrebbe apparire una vettura del genere.

Peugeot 208 Cabrio: addio al tetto

Ad aiutarci in maniera concreta in questo esercizio d’immaginazione è il nuovo rendering firmato Photoshop Auto che dà forma proprio alla Peugeot 208 Cabrio. Come possiamo vedere nella riproduzione grafica qui sopra, ci troviamo di fronte ad una vettura che quasi stravolge la sua natura di auto compatta “generalista” per la guida di tutti i giorni, elevandosi ad un maggiore livello di esclusività e dinamismo, come piace agli amanti della guida col vento tra i capelli.

Così si trasforma in roadster

La Peugeot 208 Cabrio immaginata in questo render andrebbe a collocarsi in una nicchia di mercato come quelle delle piccole roadster nella quale attualmente troviamo vetture come la Fiat 124 Spider e la Mazda MX-5. Conservando il caratteristico frontale della nuova Peugeot 208, con i distintivi gruppi ottici anteriori ad artigli, la Peugeot 208 Cabrio propone un cofano allungato, con nervature più marcate, che sfila la silhouette dell’auto.

Solo due posti nell’abitacolo

La rivoluzione estetica e concettuale si concretizza maggiormente dal montante anteriore in poi, con una fiancata rivista e più snella, con la carrozzeria a due porte che si sviluppa su un posteriore completamente nuovo, del quale si nota la coda pronunciata dietro l’abitacolo. Anche quest’ultimo viene stravolto dicendo addio al classico layout per lasciare il posto a una configurazione degli interni con due posti, come avviene per le roadster più pure e radicali. Ovviamente sulla parte superiore è stato completamente rimosso il tetto fisso in metallo, lasciando spazio alla struttura sul posteriore che permette di aprire e chiudere la capote in tessuto.

Peugeot 208 Cabrio: l’idea stilistica che scopre la piccola del Leone [RENDERING]
5 (100%) 2 votes
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati