Nuova Mercedes-Benz Classe A Sedan, riscoprire l’eleganza di una belina elegante e sportiva

Nuova Mercedes-Benz Classe A Sedan, riscoprire l’eleganza di una belina elegante e sportiva

Tecnologica e spaziosa, con prezzi a partire da 28.600 euro

E' stata presentata la nuova Mercedes Classe A Sedan un po' controcorrente alle mode del momento, che vedono primeggiare SUV e Crossover. La casa della stella cerca invece di donare nuova vita alla sua auto per eccellenza, la berlina, introducendo un nuovo modello che apre le porte alle 3 volumi premium di Stoccarda.
Nuova Mercedes-Benz Classe A Sedan, riscoprire l’eleganza di una belina elegante e sportiva

Mercedes ci fa riassaporare tutto il bello e l’eleganza di una berlina con la nuova Classe A Sedan, una tre volumi compatta con una coda raccolta che apre le porte alla gamma di berline della casa stellata. Una tradizione per il produttore di Stoccarda, quella delle berline, che oggi come oggi in Italia si rischia di perdere. Siamo sempre più circondati di citycar, hatchback o SUV, mentre le auto a tre volumi, le più classiche stanno sempre più perdendo piede. Una mera questione di trend, una tendenza, tant’è che in altre parti del mondo, come in Cina o negli Stati Uniti, la berlina rappresenta ancora oggi uno dei segmenti più interessati dal mercato automobilistico.

Nuova Classe A Sedan, la “baby-benz” che può far sognare i più giovani

Così viene chiamata, “baby-Benz”, la berlina Premium che spiana la strada alla gamma storica di Mercedes, facendo sognare anche i più giovani con una vettura capace di offrire i pregi e la tecnologia della nuova Classe A, (con cui condivide la piattaforma MFA2, meccanica e molti componenti) ma con una carrozzeria più elegante e sportiva al tempo stesso, senza compromettere la praticità quotidiana. E’ infatti spaziosa, grazie ai suoi 4 metri e 54 di lunghezza, con sbalzi ridotti e passo abbondante, ben 2 metri e 79, che assicurano un abitacolo adeguato per 5 passeggeri, meglio se in 4 però. Lo spazio per la testa dei passeggeri posteriori è il migliore del segmento e il bagagliaio è decisamente capiente, con ben 420 litri di capacità di carico. Numeri e caratteristiche cha fanno di lei una berlina adatta a qualsiasi esigenza, dagli spostamenti urbani ai lunghi tragitti, dalla famiglia al commercialista, dal giovane in carriera allo scapolo in cerca di affermazione. Un modello, la Nuova Mercedes Classe A Sedan che segue l’onda di svecchiamento del marchio tedesco, iniziato nel 2012 con la Mercedes Classe A (W176), quando la forma della carrozzeria è mutata, da monovolume a berlina compatta, abbassando la media dell’età degli acquirenti di ben 13 anni, in un solo anno. Un’opera di riposizionamento veramente da lode, che ha instaurato un trend e un nuovo modo di comunicare di Mercedes, sempre più aperta alle innovazioni, alle tecnologie e al mondo dei giovani, discostandosi da quella posizione austera e autoreferenziale che ha sempre ricoperto nell’immaginario collettivo.

Mercedes Classe A Sedan, design che convince e aerodinamica da record

Il frontale e la parte centrale della Nuova Mercedes Classe A Sedan non si discostano molto dall’attuale Classe A due volumi, con linee morbide e affusolate che convergono nel frontale, dal profilo basso e acuminato, reso tale anche dalla forma sottile ed elegante dei nuovi gruppi ottici, dotati di tecnologia Multibeam Led o Led High performance. Il look cambia significativamente a seconda degli allestimenti, come la Sport o Premium, qui in foto, con un giusto mix tra eleganza e sportività, con cerchi in lega da 18″ AMG, assetto ribassato e design dedicato per i paraurti. Si può inoltre scegliere tra la versione Business, più sobria ma più accessoriata dal design elegante e raffinato, ed una lista di accessori considerevole. Sportiamo lo sguardo nel retro, dove cambia, e troviamo una coda raccolta, dal profilo alto e compatto. Una forma che si discosta dalle classiche berline del marchio, da sempre dotate di un generoso sbalzo posteriore. Qua invece è privilegiata la sportività, con forme raccolte e più robuste, con uno sbalzo che appare inferiore rispetto a quello frontale. I fari sono nuovi rispetto a quelli della Classe A, ma ben integrati nel design. Marchio di fabbrica di mercedes, è sempre l’efficienza aerodinamica a beneficio dei consumi e del comfort di marcia, come isolamento dai fruscii aerodinamici, infatti viene dichiarato un Cx aerodinamico di soli 0,22, un record di categoria e assoluto, pareggiando quello detenuto dalla precedente CLA Coupè.

Digitalizzata fin dalla nascita, MBUX di serie e tecnologie da ammiraglia

Pochi altri costruttori stanno investendo sulle nuove tecnologie e sistemi di assistenza alla guida come Mercedes, che è riuscita ad inglobare quasi tutte queste tecnologie anche sui modelli alla base della gamma, ereditato tutti quegli accessori in passato disponibili solo su vetture top, come Classe S e GLS. Troviamo infatti di serie il nuovo sistema di Infotainment MBUX, da 7″ o 10,25″ a richiesta, con strumentazione digitale fin dall’allestimento Executive, frenata di emergenza attiva e retrocamera. Salendo tra gli allestimenti Sport, Business e Premium gli accessori aumentano considerevolmente, con accesso a bordo hands-free, apertura del bagagliaio con il movimento del piede, fino ad arrivare ai sistemi di assistenza alla guida di secondo livello, che ci permettono di procedere senza dover controllare direttamente il veicolo per circa 30 secondi, dopo i quali ci è richiesto di riposizionare le mani sul volante. Attivando il Cruise control adattivo, unito al sistema Distronic, la vettura procederà autonomamente mantenendo il centro della carreggiata, rallentando in prossimità di altre vetture ed effettuando autonomamente i sorpassi inserendo l’indicatore di direzione. Un fitto sistema di telecamere, sensori e radar monitora lo spazio intorno a noi fino a 500 m, rendendo praticamente autonoma la vettura. Altro capitolo importante è sicuramente la connettività, infatti tramite la sim dati 4G presente nel sistema, sarà possibile essere sempre aggiornati in tempo reale su traffico, meteo, prezzi del carburante, parcheggi, luoghi di interesse e molto altro, oltre ad avere una panoramica completa della vostra vettura anche da remoto, grazie all’applicazione MercedesMe disponibile per smartphone.

Dinamica di guida sportiva, la piattaforma MFA2 è una certezza

Su strada la conosciamo già, eredita tutta la maneggevolezza e la tenuta di strada dalla sorella senza coda, grazie ad un telaio compatto e resistente, che assicura una guida piacevole e sportiva. Lo sterzo a servoassistenza elettrica è ottimo, cambia di intensità a seconda della modalità di guida inserita con il Drive Select. L’assetto è rigido al punto giusto in tutti gli allestimenti, diventando più secco e impostato nei modelli Sport e Premium, anche grazie all’impiego di pneumatici più votati alla guida sportiva, con spalla ridotta e dimensioni dei cerchi da 18 o 19 pollici. Decisamente contenuto il rollio laterale, la Nuova Mercedes Classe A Sedan si inserisce precisa e composta nelle curve, sapendo strappare qualche sorriso nel misto stretto grazie ad una buona direzionalità. La marcia è fluida, ben insonorizzata dall’esterno, merito del ridotto cx e dell’ottima insonorizzazione, con guarnizioni doppie o triple e pannelli fonoassorbenti ben ideati.

Motori tecnologici e all’avanguardia, benzina, diesel e ibrido plug-in

Tutti i propulsori presenti in gamma hanno ricevuto l’omologazione Euro 6-d temp, con ridotte emissioni di CO2 e tecnologie utili alla riduzione degli agenti nocivi. Il filtro antiparticolato è ovviamente di serie anche per tutte le unità a benzina. Dei test condotti in alcune aree metropolitane particolarmente inquinate hanno dimostrato come l’aria emessa dal tubo di scappamento di alcune motorizzazioni diesel fosse anche meno inquinata rispetto a quella pescata dal condotto di aspirazione della vettura. Un paradosso, considerando la demonizzazione che continua ad essere mossa verso questo carburante, ancora molto valido ed efficiente, in tutte le situazioni, al contrario di molti benzina di piccola cilindrata che hanno un range molto ristretto entro il quale assicurano i livelli di emissioni dichiarati dalla casa.

Saranno 4 i diesel proposti dalla casa di Stoccarda: l’1.5 turbodiesel 4 cilindri sarà impiegato per la 160d (95CV) e 180d (116CV),  salendo poi alla 200d (150 CV) e 220d (190CV) che sfrutteranno il 2.0 turbodiesel 4 cilindri. La trazione integrale sarà disponibile dalla 200d in poi, mentre il cambio automatico 7G-DCT a doppia frizione dalla 180d in su. I benzina saranno 5, a partire dalla A 180 (136 CV) e A 200 (163CV) che impiegheranno l’1.3 4 cilindri turbo, mentre A 220 (190 CV) e A 250 (224 CV) che sfrutteranno il più potente 2.0 turbo benzina 4 cilindri. La stessa unità 2.0 turbo, viene anche rivista dal reparto sportivo AMG per dare vita alla A 35 AMG, con 306 CV e 400 Nm di coppia, capace di staccare uno 0-100 km/h in soli 4,8 secondi, autolimitata elettronicamente a 250 km/h. L’unita Plug-In invece sarà la 250e, spinta dal’ 1.3 turbo benzina da 160 CV unito ad una meccanica elettrica capace di assicurare circa 102 CV, con oltre 60 km di autonomia in modalità EV. I prezzi della gamma Mercedes Classe A Sedan partono da una base di 28.600 euro per la 160d in allestimento Executive. Da non sottovalutare le formule d’acquisto my DrivePass e my MobilityPass, la prima riservata alla sola autovettura, la seconda include anche altri servizi come bollo, assicurazione e manutenzioni ordinaria e straordinaria. Entrambi leasing a 36 mesi, con varie soluzioni e rate a partire da 220 o 336 euro al mese a seconda dei servizi selezionati.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Auto

Mercedes GLB 200d 2020 | Com’è & Come Va

Nuova Mercedes GLB 2020: caratteristiche e prova su strada completa nel Com'è e Come Va
Nuova Mercedes GLB: il nuovo SUV della Stella si posiziona tra la più piccola GLA e la più “importante” GLC