Nuova Renault Clio 2019, la compatta con la guida autonoma

La piccola francese mantiene da sola la corsia, la velocità e molto altro ancora

La nuova Renault Clio 2019 non è solamente l’auto straniera più venduta d’Italia, ma anche una delle più tecnologiche del gruppo della Losanga. Sulla nuova Clio, infatti, debuttano i sistemi ADAS di livello 2 che poi si diffonderanno su tutta la gamma

La nuova Renault Clio 2019 è una delle auto più importanti della produzione della Losanga per diversi motivi. Prima di tutto perché è una delle più vendute, con ben 15 milioni di esemplari dal lancio, avvenuto nel 1990. In secondo luogo perché il Model Year 2019 ha portato al debutto su una vettura di questo genere una lunga serie di tecnologie che solo successivamente si diffonderanno sul resto della produzione. Stiamo parlando dei sistemi di guida semi-autonoma di livello 2.

Come funziona la guida autonoma sulla nuova Renault Clio?

La nuova Renault Clio 2019 può contare, secondo i numeri ufficiali della Losanga, su ben 20 sistemi ADAS (Advanced Driving Aid Systems, ovvero Sistemi di Aiuto alla Guida Avanzati), tutti raccolti in un unico pacchetto tecnologico. Uno dei più immediati e importanti è senza alcun dubbio il cruise control adattivo, sempre più diffuso nel mondo automotive, che oltre a tenere la velocità prescelta si occupa anche di mantenere una certa distanza dall’eventuale auto che precede, arrivando addirittura a fermarsi completamente e a ripartire automaticamente in caso di traffico congestionato. In stretta collaborazione con il cruise control adattivo lavora il sistema di controllo della corsia, che può attivarsi in due modi: solo acusticamente oppure con un intervento diretto sul volante, il quale cercherà sempre di tenere l’auto al centro della carreggiata. Ciò significa che la Renault Clio guida da sola? Ovviamente no e questo vale anche per tutte le altre auto che equipaggiano simili sistemi. Non si può guidare senza toccare il volante e dopo qualche secondo senza contatto il sistema prima avvisa il conducente e poi si disattiva. La nuova Renault Clio, comunque, promette di essere in grado di viaggiare senza le mani del conducente sul volante fino ad un minuto, anche se questo è solo il limite tecnologico, in quanto quello di legge è molto più basso (semplicemente il volante non va mai lasciato). Si tratta comunque di un traguardo tecnico molto importante, che un giorno potrà portarci alla guida autonoma completa (livello 4) o addirittura alla macchina robotizzata che avrà solo bisogno di sapere dove andare senza ulteriori interventi (livello 5). Insieme a questi due grandi sistemi ci sono anche altre chicche molto utili nel mondo ADAS, come ad esempio il riconoscimento dei segnali stradali e l’importantissima frenata di emergenza, in grado di individuare ostacoli, pedoni e ciclisti anche al buio.

ADAS: qual è il futuro?

L’immediato futuro degli ADAS di Renault non risiede solamente nella nuova Renault Clio 2019, ma anche su altri modelli come la nuova Renault Captur 2020 e durante il corso del prossimo anno vi saranno altre novità. Nel frattempo, comunque, lo studio e il perfezionamento della guida semi autonoma continua ad andare avanti. Nel 2017 era stata lanciata la Renault Symbioz, un prototipo che tecnicamente era già in possesso del livello 4 di guida autonoma, ovvero di quel momento in cui si può scegliere se guidare o meno e, nell’ultimo caso, ci si può anche distrarre dalla strada senza problemi. Una tecnologia che secondo le previsioni di Renault dell’epoca sarebbe stata pronta entro il 2030 e che oggi invece ha compiuto un balzo tale da potersi definire completa già nel 2023. Il problema, a quel punto, rimane comunque la legge, in quanto regolamentare le auto a guida autonoma, anche dal punto di vista assicurativo, non è semplice. Altri prototipi di Renault (EZ-Go, EZ-Pro e EZ-Ultimo) raggiungono facilmente il livello 4 o addirittura il livello 5, ma a quel punto il problema, così come per tutti i costruttori attivi in questo avanzatissimo settore, rimane quello del codice della strada a livello internazionale.

Leggi altri articoli in Accessori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati