WP_Post Object ( [ID] => 665635 [post_author] => 70 [post_date] => 2019-12-12 10:02:35 [post_date_gmt] => 2019-12-12 09:02:35 [post_content] => La Porsche Taycan sta avendo già un successo importante, almeno in Europa. Erano state 30.000 le persone ad aver manifestato l’interesse per la prima sportiva 100% elettrica del marchio tedesco, ma ora sono già oltre 10.000 i clienti ad aver tramutato questo pre-ordine in un vero contratto. “Tutto questo è ben al di sopra delle nostre aspettative”, dicono dalla casa di Zuffenhausen.

La produzione aumenta della Porsche Taycan

Questi numeri importanti portano anche alla necessità di un’accelerazione della produzione, per evitare di far aspettare troppo i clienti in attesa della vettura elettrica. “Nei primi mesi abbiamo abbassato la curva produttiva a mille veicoli – le parole del presidente Oliver Blume al quotidiano Handesblatt - stando molto attenti alla qualità. Ma nel 2020 ne faremo almeno 20 mila”.

Come viene prodotta la Taycan

Come tante altre auto di oggi, anche la Porsche Taycan è costruita in buona parte da tecnologici e avanzati robot. Nel filmato, della durata di quasi mezz'ora, vengono mostrati come i robot svolgono alcuni compiti complessi della produzione come la saldatura e il montaggio dei vari pannelli del corpo auto, comprese le portiere. Dipendenti altamente qualificati controllano che i processi siano stati compiuti correttamente, prima di passare alla verniciatura. I bracci robotici si muovono in maniera veloce e precisa per verniciare la Porsche Taycan, dimostrando quando risparmio di tempo consente questo tipo di verniciatura robotizzata rispetto a quella che potrebbe essere fatta manualmente. Completata la verniciatura, gli addetti alla produzione controllano accuratamente che la vernice sia stata applicata in modo corretto su ogni componente. La seconda parte del video di Porsche si concentra sulla catena cinematica della Taycan, dove la mano umana svolge un ruolo importante nell'assemblaggio dei motori elettrici. Ogni motore viene testato ed in breve tempo il gruppo propulsore elettrico viene montato sul telaio dell'auto. Quando tutti i componenti sono stati messi insieme, ogni Taycan viene messa "in azione" sui rulli per garantire che tutto funzioni perfettamente.

Un’autonomia più bassa del previsto

La nota meno positiva per la casa tedesca arriva dall’EPA, l’ente federale americano che omologa i dati sui consumi delle vetture. Sono state assegnate solamente 201 miglia (poco più di 323 chilometri) di autonomia alla Taycan, inferiori ai 450 km dichiarati nel ciclo WLTP. Ma da Zuffenhausen non sono preoccupati di questo risultato, visto che l’obiettivo primario era quello di realizzare una vettura in grado di regalare le classiche prestazioni ed emozioni di una Porsche all’elettrica. E, su questo, giurano di esserci riusciti perfettamente. [post_title] => Porsche Taycan: superata quota 10.000 ordini in Europa [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => porsche-taycan-produzione-prezzo-autonomia-elettrica [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-12-12 10:08:32 [post_modified_gmt] => 2019-12-12 09:08:32 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=665635 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Porsche Taycan: superata quota 10.000 ordini in Europa

L'EPA ha omologato un'autonomia di 323 km per la Taycan

La Porsche Taycan sta avendo un successo superiore alle attese ed aumenterà la produzione per il 2020. Però l'ente americano sui dati dei consumi ha omologato un'autonomia inferiore alle aspettative
Porsche Taycan: superata quota 10.000 ordini in Europa

La Porsche Taycan sta avendo già un successo importante, almeno in Europa. Erano state 30.000 le persone ad aver manifestato l’interesse per la prima sportiva 100% elettrica del marchio tedesco, ma ora sono già oltre 10.000 i clienti ad aver tramutato questo pre-ordine in un vero contratto. “Tutto questo è ben al di sopra delle nostre aspettative”, dicono dalla casa di Zuffenhausen.

La produzione aumenta della Porsche Taycan

Questi numeri importanti portano anche alla necessità di un’accelerazione della produzione, per evitare di far aspettare troppo i clienti in attesa della vettura elettrica. “Nei primi mesi abbiamo abbassato la curva produttiva a mille veicoli – le parole del presidente Oliver Blume al quotidiano Handesblatt – stando molto attenti alla qualità. Ma nel 2020 ne faremo almeno 20 mila”.

Come viene prodotta la Taycan

Come tante altre auto di oggi, anche la Porsche Taycan è costruita in buona parte da tecnologici e avanzati robot. Nel filmato, della durata di quasi mezz’ora, vengono mostrati come i robot svolgono alcuni compiti complessi della produzione come la saldatura e il montaggio dei vari pannelli del corpo auto, comprese le portiere. Dipendenti altamente qualificati controllano che i processi siano stati compiuti correttamente, prima di passare alla verniciatura.

I bracci robotici si muovono in maniera veloce e precisa per verniciare la Porsche Taycan, dimostrando quando risparmio di tempo consente questo tipo di verniciatura robotizzata rispetto a quella che potrebbe essere fatta manualmente. Completata la verniciatura, gli addetti alla produzione controllano accuratamente che la vernice sia stata applicata in modo corretto su ogni componente.

La seconda parte del video di Porsche si concentra sulla catena cinematica della Taycan, dove la mano umana svolge un ruolo importante nell’assemblaggio dei motori elettrici. Ogni motore viene testato ed in breve tempo il gruppo propulsore elettrico viene montato sul telaio dell’auto. Quando tutti i componenti sono stati messi insieme, ogni Taycan viene messa “in azione” sui rulli per garantire che tutto funzioni perfettamente.

Un’autonomia più bassa del previsto

La nota meno positiva per la casa tedesca arriva dall’EPA, l’ente federale americano che omologa i dati sui consumi delle vetture. Sono state assegnate solamente 201 miglia (poco più di 323 chilometri) di autonomia alla Taycan, inferiori ai 450 km dichiarati nel ciclo WLTP.

Ma da Zuffenhausen non sono preoccupati di questo risultato, visto che l’obiettivo primario era quello di realizzare una vettura in grado di regalare le classiche prestazioni ed emozioni di una Porsche all’elettrica. E, su questo, giurano di esserci riusciti perfettamente.

Porsche Taycan: superata quota 10.000 ordini in Europa
5 (100%) 1 vote
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati