Ferrari, sistema Halo sulle auto stradali: l’anticipazione di alcuni disegni su nuovi brevetti

Ferrari, sistema Halo sulle auto stradali: l’anticipazione di alcuni disegni su nuovi brevetti

Previsto un montante centrale per aumentare la sicurezza

Ferrari potrebbe presto introdurre un sistema protettivo Halo sulle auto stradali come anticipato dai disegni presenti in alcuni nuovi brevetti depositati dal Cavallino Rampante.
Ferrari, sistema Halo sulle auto stradali: l’anticipazione di alcuni disegni su nuovi brevetti

Ferrari potrebbe presto prevedere una specie di sistema Halo, simile a quello già visto sulle monoposto di Formula 1, anche sulle auto stradali. Si tratterebbe di un sistema protettivo aggiuntivo che assume la forma di un piccolo montante centrale posizionato davanti al posto di guida, utile dunque, così come accade in F1, a proteggere principalmente la testa di chi è al volante in caso di incidente.

Alternativa a montanti anteriori sempre più ingombranti

Il fatto che, per rispondere a requisiti di sicurezza sempre più stringenti, le auto debbano adottare montanti anteriori sempre più spessi che inevitabilmente però limitano la visuale del conducente, rendendo così in realtà la guida meno sicura, sta spingendo i costruttori a cercare delle alternative. Tale considerazione diventa ancora più fondamentale sulle auto sportive, dove la distanza e l’inclinazione più orizzontale dei montanti accentua il problema del restringimento della visuale del guidatore.

Un montante centrale per rendere più resistente l’abitacolo

Così Ferrari starebbe pensando ad una soluzione differente, quella appunto di una sorta di sistema Halo raffigurato sui bozzetti di un nuovo brevetto appena depositato. I disegni mostrano un montante centrale che taglia verticalmente in due la vettura. Questa struttura, che farebbe anche da canale per l’ingresso dell’aria all’interno dell’auto, sarebbe in grado di aumentare la resistenza e la robustezza dell’abitacolo in caso di incidente.

Con telecamera esterna integrata

Ovviamente il sistema protettivo sopra la testa del driver pensato per le auto stradali di Ferrari è stato rivisto rispetto a quello adottato in Formula 1. Il montante previsto nel brevetto è molto più largo ed inoltre è arricchito da un’ulteriore tecnologia, ovvero la possibilità di proiettare sulla parte interna del montante, all’altezza dello sguardo del conducente, delle immagini che vengono catturate in tempo reale dalla telecamera esterna integrata al montante stesso.

Telecamere digitali al posto degli specchietti retrovisori

La stessa peculiarità caratteristica tecnologica potrebbe essere adottata anche dai due montanti anteriori laterali, con la possibilità, come suggerisce il brevetto di Ferrari, di poter sostituire completamente gli specchietti retrovisori. Soluzione quest’ultima che già viene adottata da diversi costruttori che al posto dei tradizionali specchietti esterni utilizzano delle telecamere digitali laterali che visualizzano in tempo reale le immagini catturate all’interno della vettura.

C’è anche il tergicristallo a movimento verticale

Dal brevetto della Casa di Maranello emerge poi che questa nuova soluzione tecnica sarebbe praticabile con qualsiasi configurazione del tetto e della carrozzeria, quindi anche i modelli cabrio e spyder, compresi quelli con tetto removibile in tela, potrebbero adottare tale sistema. Inoltre il brevetto Ferrari prevede anche la presenza di un nuovo tergicristallo a movimento verticale, una soluzione che rispetto al classico posizionamento orizzontale permetterebbe, secondo gli ingegneri della Casa di Maranello, di ottenere un vantaggio aerodinamico.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati