Fiat Uno Turbo: il ritorno di una grande classica declinata ai giorni nostri [RENDERING]

Realizzata sulla base dell'Alfa Romeo 4C

La Fiat Uno Turbo torna in versione moderna con una suggestiva reinterpretazione estetica della sportiva torinese anni '80 e '90 nel nuovo rendering di Mario Piercarlo Marino.

La Fiat Uno Turbo, versione sportiva della mitica berlina del marchio torinese degli anni ’80 e ’90, è in grado di accendere la passione e l’entusiasmo di appassionati, designer e creativi anche a distanza di decenni.

Così la storica Uno Turbo i.e. lanciata nel 1985 che nacque dalla matita di Giorgetto Giugiaro, ritorna prepotentemente sotto la luce dei riflettori grazie ad un nuovo progetto digitale realizzato dal designer, nonché nostro lettore, Mario Piercarlo Marino, che ha dato forma ad una sua reinterpretazione stilistica in chiave moderna.

Su base Alfa Romeo 4C

I fascinosi render di Marino, allegati nella foto-gallery in calce all’articolo, danno concretezza ad una nuova Fiat Uno Turbo che punta a mantenere le sue caratteristiche di leggerezza, dinamismo e design dell’originale. La Uno Turbo moderna prende forma sul telaio di una vettura esistente, l’Alfa Romeo 4C, che per dimensioni è in linea con le intenzioni dichiarate dal designer.

Design sportivo

Oltre che per la vocazione sportiva condivisa e per lo stesso telaio, il legame tra la nuova Fiat Uno Turbo e l’Alfa Romeo 4C si consolida anche su meccanica e motore, quindi ipotizzandone una potenza simile. Al di là però delle assonanze con la 4C, la moderna Uno Turbo si distingue per un design tutto suo e per alcuni elementi proprio come il deflettore aerodinamico posteriore che assicura grande deportanza alle alte velocità, incollando la vettura all’asfalto.

Moderni cerchi a 4 razze come gli originali

La Fiat Uno Turbo disegnata da Marino si lega al modello originale per le sue linee semplici e squadrate, con un anteriore grintoso, un parabrezza avvolgente, le fiancate taglienti ed un elegante tetto in policarbonato apribile e smontabile che può essere riposto nel bagagliaio. Questa Uno Turbo moderna adotta anche i finestrini leggeri in policarbonato a sostituire i vetri tradizionali. Particolare attenzione da parte di Marino è stata poi riservata al cerchio in lega, che si trasforma in un moderno cerchio da 18 e 19 pollici senza snaturare il distintivo design a 4 razze del modello originale.

Interni rivisti e motore 1.8 turbo da 241 CV

Gli interni della vettura, dove rispetto alla 4C sono stati eliminati i sedili posteriori per fare posto al potente motore turbo, diventano però più spaziosi con un’altezza aumentata di 5 cm, oltre che ammodernati nei componenti.

Per quel che riguarda le caratteristiche meccaniche della moderna Fiat Uno Turbo, Marino ipotizza la presenza di un motore turbo da 1.8 litri che sviluppa 241 CV di potenza, affiancato dalla trazione posteriore. Con un peso complessivo contenuto di soli 895 kg, la moderna Uno Turbo sarebbe in grado di offrire accelerazioni da vera sportiva, con lo sprint 0-100 km/h coperto in 4,4 secondi.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    11 commenti

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    • angelo ha detto:

      sono stato un felice e orgoglioso possessore sia della mitica uno turbo ed anche della punto gt turbo, sarebbe un sogno l’uscita di una nuova versione della uno turbo ie.
      sicuramente sarebbe un successo di vendite…

    • Frank Terra ha detto:

      Bella ma non mi ricorda la fiat uno per niente.

    • Fabio Giannangelo ha detto:

      Abb bella ma si doveva prendere come base la Fase 1 che sarebbe quella originale. Cmq complimenti a chi ha fatto questo rendering, piccoli dettagli che fanno la differenza!

    • Giacomo Buitoni ha detto:

      Sarebbe il colmo. Smettiamo di fare Alfa Romeo coupé e sportive per il remake di quello che era un cesso di berlinetta che anche al tempo era brutta e tutto meno che sportiva. Era veloce sul dritto. Non lo fate vedere a qualcuno che conta, che potrebbe decidere di produrla al posto di GTV e 8c. Il rendering è molto molto bello a mio parere.
      Chiaramente questo è il mio utilissimo punto di vista personale.

    • Pier ha detto:

      Ne ho avute 4 tutte prima serie di qui una gruppoA quando correvo,questo rendering è davvero bello però il fatto di essere una 2 posti ne limiterebbe troppo le vendite, meglio svilupparla sulla base della Giulietta con motore e trasmissione anteriori e 4-5 posti

    • Ciro ha detto:

      Ma il prezzo? (Ovviamente credo inaccessibile per molti..)

    • Bledi ha detto:

      I Miti si tengono in vita, non fatelo morire per puoi farli rinascere
      Non avrà lo stesso fascino, è la stessa reputazione, bisogna che la dimostra, ma i tempi sono più duri, quando la concorrenza non ha fatto la stessa cosa

    • Sebastiano ha detto:

      È semplicemente un MOSTRO. Spero d cuore d vederla al più presto sul mercato. Ho visto tnt modelli bellissimi d Alfa, Fiat e lancia speriamo ke veramente d vederli sul mercato MONDIALE. NOI NON SIAMO SECONDO A NESSUNO!!!

    • Adriano ha detto:

      Non la ricorda. Non è una Uno Turbo. Parte male: la versione degli anni ’80/’90 era una utilitaria trasformata in una scheggia in grado di dare del filo da torcere a ben più costose e potenti berline e sportive di lusso.
      Questa nasce da un’auto d’élite che pochissimi si possono permettere (la 4C) spacciandola per una operazione nostalgia. Ma è puro marketing e lascia il tempo che trova.
      Peccato, qualcuno ci cascherà.

    • Massimo ha detto:

      Quanto costa

    • Simona ha detto:

      MA il costo?

    Articoli correlati