Alfa Romeo Giulia ETCR Romeo Ferraris: evoluzione stilistica dell’auto da corsa che verrà [RENDERING]

Alfa Romeo Giulia ETCR Romeo Ferraris: evoluzione stilistica dell’auto da corsa che verrà [RENDERING]

Con elementi derivati dalla Giulia Sport Tourer GATC di LP Design

La berlina del Biscione si avvicina visivamente alla pista con il nuovo rendering di LP Design che combina l'Alfa Romeo Giulia ETCR e la Giulia Sport Tourer GATC realizzata dallo stesso designer.
Alfa Romeo Giulia ETCR Romeo Ferraris: evoluzione stilistica dell’auto da corsa che verrà [RENDERING]

L’Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio proiettata nel mondo delle corse è sempre un’idea suggestiva ed appassionante, soprattutto per gli alfisti e per coloro che ricordano con nostalgia e trasporto i periodo d’oro della gloriosa tradizione sportiva del marchio del Biscione.

Pochi giorni fa è arrivata la notizia che, grazie a Romeo Ferraris, l’Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio prenderà parte al nuovo campionato ETCR, riservato alle auto da turismo che saranno spinte tutte dallo stesso powertrain elettrico alimentato dalle stesse batterie.

La Giulia elettrica che correrà nel 2020

Il primo sguardo preliminare sui tratti dell’Alfa Romeo Giulia ETCR ci è stato fornito dalle immagini digitali rilasciate qualche giorno fa, nelle quali si può vedere come Romeo Ferraris è intervenuto sugli esterni della Giulia Quadrifoglio, oltre che sul look con una specifica livrea racing bianca con grafiche in verde e rosso, al quale si aggiunge il generoso alettone in fibra di carbonio montato sul posteriore.

Mix tra la Giulia ETCR e la Giulia GATC

Dall’unione tra quella vettura e la recente creazione digitale della Giulia Sport Tourer GATC realizzata da LP Design, è nato un nuovo progetto di rendering, visibile nell’immagine qui sopra. Si tratta di una combinazione tra le due vetture appena citate, che cerca di prendere il meglio, secondo LP Desing, dell’una e dell’altra dando forma ad una sorta di evoluzione concreta dell’Alfa Romeo Giulia ETCR da portare in pista, avvicinandoci dunque a marzo 2020, quando la vettura della Casa di Arese preparata dal team Romeo Ferraris inizierà il programma di test e collaudi.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati