Nissan Leaf Tekna: Com’è & Come va

Nissan Leaf Tekna: la prova completa nel Com'è e Come va

Nissan Leaf Tekna: la prova completa nel Com'è e Come Va. Tutte le informazioni su consumi, prezzi, autonomia e sensazioni alla guida dell'elettrica di casa Nissan.

Leaf, l’elettrica di casa Nissan in produzione fin dal 2010 e completamente rinnovata nel 2017, è un’auto di medie dimensioni, piacevole da guidare, spaziosa e con un allestimento completo sia dal punto di vista degli accessori che dal punto di vista degli ADAS, nella versione Tekna. Oggi proveremo la motorizzazione da 150 CV. Non ci resta che scoprirne di più in questo Com’è & Come va!

Com’è fuori

Nissan Leaf ha dimensioni particolari; una via di mezzo tra le auto di segmento C e quelle di segmento D, proponendo però una forma tipica delle auto compatte a due volumi. La lunghezza è di 4490 mm (circa 20 cm in più rispetto alla media delle auto di segmento C) con una larghezza di 1788 mm e una altezza di 1540 mm. Partendo dal frontale possiamo notare subito i fari full LED collegati dalla calandra a V tipica di Nissan. Sopra si essa troviamo lo sportello dedicato alla ricarica dell’auto con due tipi di connettori. Proseguendo si può notare il parabrezza molto inclinato e la bella colorazione bi-colore con tetto nero che fa sembrare l’auto più bassa e sportiva. Un dettaglio forse un po’ datato sono le maniglie delle portiere, che sono cromate invece che in tinta con la carrozzeria. Al posteriore abbiamo poi uno spoiler sempre in colore nero e fari dal disegno geometrico, molto hi-tech, sempre a LED. Belli anche i cerchi specifici per questo allestimento da 17 pollici.

Com’è dentro

Nissan Leaf è realizzata con materiali di qualità iniziando dalla plancia che è in parte rivestita in eco-pelle con cuciture blu, mentre la parte superiore è realizzata in plastica rigida. I dettagli blu elettrico, che richiamano alcuni particolari esterni specifici per questo modello, sono presenti sulle cuciture dei rivestimenti cosi come sul selettore della trasmissione. Il cambio è posto centralmente sulla plancia ed è affiancato dal tasto per la gestione dell’e-pedal e del sistema di parcheggio automatico. Salendo abbiamo i comandi fisici per la climatizzazione e poi lo schermo centrale touch da 8 pollici. La plancia ha il tachimetro analogico affiancato a uno schermo configurabile in diversi modi, dalla navigazione al grafico dei consumi e della gestione della batteria. Queste funzioni si gestiscono tramite comandi al volante, dove trovano posto anche i tasti per il cruise control e il sistema ProPilot. Sulla sinistra della plancia abbiamo i tasti relativi alle modalità di guida e alla gestione dei vari sensori dell’auto. Belli  e comodi i sedili, realizzati in eco-pelle ed Ultrasuede, un materiale simile all’Alcantara, comodi e ben rifiniti.

Com’è l’infotainment

L’infotainment utilizza lo schermo centrale da 8 pollici, centro nevralgico del sistema NissanConnect. Scaricando l’app dedicata è possibile gestire la ricarica dell’auto, impostando gli orari di inizio e fine ciclo o gestire il riscaldamento dell’abitacolo da remoto. Il sistema prevede anche Apple CarPlay e Android Auto, oltre alla navigazione dedicata con l’indicazione delle colonnine di ricarica. Lo schermo si può gestire sia in modo touch che con i comandi fisici a fianco dello schermo stesso.

Com’è l’abitabilità e il bagagliaio

Le dimensioni di questa Nissan Leaf le assicurano un’ottima abitabilità. Stando seduti sul divano posteriore (anche riscaldato nell’allestimento Tekna) lo spazio per le gambe, spalle e testa è molto ampio. La seduta posteriore può ospitare tre passeggeri, solo quello seduto centralmente è ostacolato dalla presenza del tunnel centrale. Il posto di guida ha una posizione particolare, infatti la plancia e il volante sono posizionati piuttosto in basso regalando una buona visibilità ma perdendo qualcosa nella corretta posizione di guida, in quanto il volante rimane sempre alloggiato troppo in basso. Il bagagliaio ha una capacità di 435 litri, (420 litri per la versione Tekna per la presenza del subwoofer Bose) ha forme regolari e sono presenti anche i ganci di fissaggio. Il piano del bagagliaio è posizionato circa 20 centimetri sotto la soglia, rendendo un po’ più laborioso caricare e scaricare gli oggetti dall’auto.  Ci sono anche due reti per contenere i cavi dedicati alla ricarica domestica o per quella alle colonnine.

Come va? Prova su strada e consumi reali

Alla guida Nissan Leaf è molto piacevole da guidare grazie al motore elettrico da 150 cv e 320 Nm, che rende la guida fluida e regala buone prestazioni con lo 0-100km/h coperto in 7,9 secondi. E’ possibile poi scegliere tra due modalità di guida, Eco o Standard, gestendo la quantità di potenza in rigenerazione impostando la trasmissione in D oppure in B per avere il massimo freno motore. C’è poi la modalità e-pedal, con cui l’auto può essere guidata con il solo pedale dell’acceleratore, infatti rilasciandolo l’auto rallenta in modo repentino senza agire sui freni. Il feeling del pedale del freno è sicuramente migliorabile perché ha un feedback artificiale e non costante, caratteristica purtroppo comune a molte auto ibride ed elettriche.  Con il Nissan ProPilot l’auto è poi in grado di procedere quasi in autonomia, il cruise control adattativo è in grado anche di fermare l’auto, mentre il mantenimento della corsia aiuta a seguire la strada. Un unico appunto: c’è un eccesso di sensori (disattivabili) che portano spesso a generare molte segnalazioni acustiche che posso distrarre alla guida. Molto buono il comfort, con sospensioni piuttosto morbide e il silenzio tipico dei motori a elettroni. Sul fronte dei consumi i valori sono di 18 kWh/100km, che con la batteria da 40 kWh si traducono in una autonomia di 220 km reali su un percorso misto. Questi dati sono ottenuti con il riscaldamento acceso, che influisce sull’autonomia e guidando regolarmente senza lesinare troppo sul pedale del gas.

Come sono gli allestimenti?

Nissan Leaf è disponibile con batteria da 40 kWh oppure in versione e+ con batteria da 62 kWh. Gli allestimenti sono Acenta con caricatore interno da 3,6 kW, Acenta, Business, N-connecta e Tekna. Per le versioni con batteria maggiorata invece abbiamo gli allestimenti N-connecta e Tekna. Acenta ha fari alogeni e interni in tessuto, cerchi in lega da 16 pollici, radio DAB e navigatore. L’allestimento Business aggiunge i sensori di parcheggio anteriori e posteriori, i fari a led, le telecamere a 360° e i cerchi in lega da 17 pollici. Si passa poi all’allestimento N-connecta che ha anche il sistema ProPilot e volante e sedili riscaldati. L’allestimento top di gamma è quello Tekna, con interni specifici in eco-pelle e tessuto Ultrasuede ed impianto audio Bose.

Quanto costa?

I prezzi di Nissan Leaf partono da 30.700 euro per la versione Acenta 3.6 fino ai 35.330 euro per la versione da 40kWh in allestimento Tekna come quella in prova. Per le versioni con batteria maggiorata i prezzi partono da 38.775 euro. Tutti questi valori sono già comprensivi dell’incentivo statale pari a 6.000 euro e sono invece esclusi gli incentivi regionali.

Pro e Contro

Ci PiaceNon Ci Piace
Guida piacevole. Ricarica domestica efficace. Tanto spazio a bordo.Autonomia appena sufficiente. ProPilot Park poco efficace. Dispositivi elettronici e sensori invasivi

La pagella di Motorionline

Motore:★★★★☆ 
Ripresa:★★★★☆ 
Frenata:★★☆☆☆ 
Sterzo:★★★☆☆ 
Tenuta di Strada:★★★☆☆ 
Comfort di bordo:★★★★☆ 
Posizione di guida:★★★☆☆ 
Dotazione:★★★★★ 
Qualità/Prezzo:★★★★☆ 
Design:★★★☆☆ 
Consumi:★★★★☆ 

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati