Nuova Ford Focus RS 2020, trazione integrale e più potenza di prima [RENDERING]

Nuova Ford Focus RS 2020, trazione integrale e più potenza di prima [RENDERING]

Oltre 400 CV con extra boost elettrico e uno 0-100 km/h inferiore ai 4,2 secondi

Sta per tornare la tanto amata Ford Focus RS dopo il lancio della pepata ST. La più potente delle berline compatte di casa Ford potrebbe sfoderare più di 400 CV dal mitico 2.3 litri Ecoboost in abbinato ad un sistema Mild-Hybrid a 48V. Restiamo in attesa di ulteriori aggiornamenti per fine 2020.
Nuova Ford Focus RS 2020, trazione integrale e più potenza di prima [RENDERING]

Basta sentir nominare Ford Focus RS per far suscitare qualcosa nel cuore dei più grandi appassionati di auto. Una Hot Hatch che ha cambiato le regole per queste sportive compatte, quasi da tutti i giorni. Un’auto formidabile, con i suoi 350 CV e tutta la storia che si porta dietro, auto sempre molto particolari, piene di energia, di potenza, di carisma. Sportive mai banali, che hanno saputo differenziarsi per dettagli unici e sensazioni al volante che poche altro Hot Hatch sano regalare. L’attuale versione è in commercio dal 2015 e ad oggi, purtroppo, i suoi ultimi giorni sono segnati. La nuova Ford Focus è già stata presentata, così come la sua versione di media gamma, la Focus ST, con i suoi 280 Cv e 420 Nm di coppia, tutti lanciati sull’asse anteriore, che abbiamo provato (qui la prova completa)

Ford Focus RS 2020, oltre 400 CV e sistema ibrido

Non ci sono ancora informazioni precise circa la futura Focus RS, ma di una cosa siamo certi: la potenza crescerà ancora, per andare ad impensierire altre piccole leggende come Audi RS3 e Mercedes A45 S AMG, già presenti nel club over 400 CV. Secondo alcune indiscrezioni rivelate da CAR, nota rivista inglese, la prossima Focus RS potrebbe arrivare prima del previsto, già con la fine del prossimo anno. La trazione integrale dovrebbe rimanere confermata ma, potrebbe subire una sostanziale variazione: confermata la presenza di un sistema ibrido, bisogna capire se si tratterà di un Full-Hybrid o un Mild-Hybrid. Siamo più sicuri di quest’ultima alternativa, nonostante però, non siano ancora stati avvistati dei muletti di test sui vari circuiti europei.

Il sistema Mild-hybrid assicurerebbe un boost in più in fase di accelerazione e abbasserebbe i consumi della vettura. Alcuni vociferano una possibile trazione integrale on-demand, interamente gestita da una comparte elettrica, ma tutto il discorso si sposterebbe quindi verso una soluzione ibrida più invasiva, con batterie, maggior peso e maggiori componenti. Resterebbe invariata la modalità Drift, tanto amata dagli acquirenti e dagli appassionati, e il propulsore sarebbe lo stesso 2.3 litri Ecoboost a 4 cilindri, capace di grande reattività e potenza. Con oltre 400 CV potrebbe staccare uno 0-100 in soli 4,3 secondi, grazie anche ad un cambio automatico doppia frizione a 7 rapporti. Speriamo rimanga disponibile anche la variante con cambio manuale. I prezzi però, potrebbero facilmente salire oltre i 50 mila euro, rimaniamo in attesa di ulteriori aggiornamenti.

Immagine: X-Tomi Design.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati