Porsche Taycan, la potente berlina elettrica danza sul ghiaccio finlandese

Porsche Taycan, la potente berlina elettrica danza sul ghiaccio finlandese

Le temperature rigide non impensieriscono la nuova creazione di Stoccarda

La nuova Porsche Taycan si mostra in tutta la sua eleganza danzando tra le colline di neve della Finlandia, mettendo a punto la sua meccanica con temperature davvero difficili, fino a meno 15 gradi e venti oltre i 50 km/h.
Porsche Taycan, la potente berlina elettrica danza sul ghiaccio finlandese

Conosciamo già la nuovissima Porsche Taycan, la potentissima berlina totalmente elettrica, grande novità del 2019 per il marchio tedesco, che ha riscritto le regole delle performance a zero emissioni, andando ad impensierire il leader indiscusso di questo mercato, Tesla, almeno fino ad oggi. Un design rivoluzionario per lei, che però non volta completamente le spalle alla tradizione del marchio, un look sportivo ed elegante al tempo stesso, delle proporzioni e un’armonia che solo Porsche avrebbe saputo regalarle. Ma sarà anche veloce?

Porsche Taycan, il freddo finlandese non riesce a fermarla

Bhe, le prestazioni sono già note, soprattutto per le versioni più potenti: si parla di dati davvero impressionanti. Lo 0-100 km/h è coperto in soli 4 secondi per la versione di accesso alla gamma, ma si può arrivare fino a 2,8 secondi per la più performance Turbo S. Un’esplosione di potenza micidiale, da togliere il fiato. Non riesci a staccarti dal sedile neanche impegnandoti, perché la forza G è così elevata da comprimerti completamente contro la fodera del sedile. Un’auto fenomenale in ogni condizione, come ci dimostrano anche le immagini del centro prove Porsche a Levi, in Finlandia, dove le auto vengono testate in condizioni davvero rigidissime, fino a -15° per monitorare la loro resistenza e poter regolare il mantenimento delle performance in ogni condizione.

Temperature così basse potrebbero impensierire soprattutto le auto elettriche, le quali potrebbero presentare dei malfunzionamenti o limitare la capacità di trattenere energia da parte delle batterie, ma così non sembra per la Taycan. Dietro al volante troviamo Christian Wolfsried, ingegnere responsabile dello sviluppo “Chassis Driving Dynamics”, che sta testando il funzionamento del sistema integrale e la ripartizione di coppia del toque vectoring, appositamente settato per queste condizioni climatiche. L’auto risponde bene, è agile e ben bilanciata nonostante la sua imponente stazza che supera di poco le due tonnellate. Un’auto impegnativa su queste strade completamente ghiacciate, che compensa la sua fisicità con una meccanica sopraffina, capace di neutralizzare il peso. Attendiamo anche immagini dinamiche della vettura, così da poterci divertire ammirando imponenti traversi e derapate sul ghiaccio.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati