Roma, due ragazze di 16 anni investite ed uccise: il pirata era positivo ad alcol e droga

Roma, due ragazze di 16 anni investite ed uccise: il pirata era positivo ad alcol e droga

Gaia e Camilla, investite dal 20enne, figlio del regista Paolo Genovese

La tragedia si è consumata a Roma, vicino al Ponte Milvio. Gaia e Camilla, due giovani ragazze di 16 anni sono state investite da un ragazzo 20enne, figlio del registra Paolo Genovese. Si è fermato a prestare soccorso, ma i controlli hanno segnalato un esito positivo ad alcol e droga.
Roma, due ragazze di 16 anni investite ed uccise: il pirata era positivo ad alcol e droga

Era una sera come le altre, per Camilla Romagnoli e Gaia Von Freymann, due giovani ragazze di appena 16 anni. Stavano camminando nei pressi di Ponte Milvio poco dopo l’una di sera, a Roma e la tragedia si è consumata in una frazione di secondo lungo Corso Francia, tra via Flaminia Vecchia e la rampa di accesso all’Olimpica. Il giovane, un ventenne, figlio del noto regista Paolo Genovese sembrerebbe aver frenato, secondo ciò che hanno riportato i testimoni, ma la velocità era troppo alta e l’impatto inevitabile. Le due ragazze sono state sbalzate in aria. Si è fermato subito dopo, cercando di prestare soccorso, ma purtroppo le due giovani anime sono morte sul colpo. I medici del 118, accorsi poco dopo il misfatto, nulla han potuto fare, se non constatare il decesso di Gaia e Camilla.

Ad indagare sul caso sono presenti i vigili urbani del gruppo Paioli. La due ragazze stavano attraversando Corso Francia, per raggiungere altre amiche dall’altro lato della strada, quando è sopraggiunta una Renault, si pensa a velocità oltre il codice della strada. Al volante Pietro Genovese, 20 anni, figlio del regista Paolo, che avrebbe tentato una frenata disperata senza problemi riuscire ad evitare le due ragazze. Secondo alcune fonti della Polizia Locale il giovane sarebbe stato sorpreso positivo ai test alcolemici e tossicologici. Seguiranno aggiornamenti più dettagliati nelle prossime ore.

Il giovane è stato indagato per duplice omicidio stradale, sono stati sequestrati il telefonino che portava con sé e la vettura. Non è ancora chiaro se stesse utilizzando il dispositivo al momento dell’impatto, ulteriori controlli verranno effettuati nella giornata di oggi. La polizia sta interrogando ora i testimoni, tra cui le amiche delle due ragazze e altri passanti, per capire l’esatta dinamica della tragedia. Si ricercano anche le riprese delle telecamere di sicurezza della zona. Nel pomeriggio di ieri è stata rilasciata anche una dichiarazione da parte del regista Paolo Genovese, padre del giovane: “Il dolore per Gaia e Camilla e per i loro genitori è insopportabile. Siamo una famiglia distrutta è una tragedia immensa che ci porteremo dentro per sempre“.

Scopri le Offerte



    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Circolazione stradale

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati