Lamborghini Huracan Evo RWD, trazione tutta dietro con ben 610 CV

Lamborghini Huracan Evo RWD, trazione tutta dietro con ben 610 CV

Più orientata alla guida, trazione posteriore e 610 CV dal suo 5.2 litri V10

Torna in auge la mitica Lamborghini Huracan Evo RWD , una versione per piloti esperti, per chi sa che auto ha di fronte, anche perché saper gestire 610 CV tutti al posteriore non è proprio da tutti! Noi siamo entusiasti per questo grande ritorno, e voi?
Lamborghini Huracan Evo RWD, trazione tutta dietro con ben 610 CV

Per gli amanti della guida sportiva, sentir parlare di Lamborghini Hurcan Evo RWD, trazione tutta posteriore, 610 CV scaturiti dal mitico 5.2 litri V10 aspirato, potrebbe sembrare quasi magia. E così in parte è, perché la casa di S. Agata ha pensato di rimettere in listino la versione pensata per coloro che amano guidare, divertirsi e che conosco alla perfezione la meccanica della vettura che stanno domando. Non varia in modo sostanziale a livello estetico, se non per un frontale più aggressivo, con un nuovo “labbro” inferiore, prese d’aerazione maggiorate e un’impronta più acuminata. In vendita dalla pimavera 2020 ad un prezzo di circa 195.000 euro.

Lamborghini Huracan Evo RWD, meno peso, più controllo, più divertimento

Buona parte delle creazioni di S. Agata Bolognese sono tutte a trazione integrale, uno specifico set-up che negli ultimi hanno ha contraddistinto le supercar del toro tanto da diventare quasi un marchio di fabbrica. Tuttavia, fin dalla Gallardo Balboni, verso la fine del ciclo di vita del modello meno prestazionale della gamma sportiva, si è sempre inserita una versione particolare, dotata di sole due ruote motrici, più leggera e più entusiasmante. Si parla di circa 1390 kg, quasi 40 kg in meno della Huracan EVO tradizionale, sebbene però sia stata rivista la potenza del propulsore, ora scesa a 610 CV (30 cv in meno rispetto alla Evo).

Nuovo controllo di trazione P-TCS 3.0

Le prestazioni rimangono comunque da lode, con 325 km/h di velocità massima e uno scatto sullo 0-100 km/h coperto in soli 3,3 secondi. L’impianto frenante è di tutto rispetto, con dischi da 365 mm all’anteriore e 256 mm al posteriore, eventualmente anche corboceramici. Concludono la ciclistica delle ruote da 19″ gommate rigorosamente Pirelli P-Zero, che cercheranno di gestire al meglio il grip per tenere in strada questo bolide italiano.

A gestire la potenza della RWD troviamo un rinnovato sistema di controllo P-TCS (Performance-Traction Control System) ora aggiornato per garantire dei tagli della potenza meno bruschi e repentini, ma più prevedibili e dolci, così da non snaturare l’esperienza di guida. Il taglio della potenza, gestito tramite apposite centraline, varierà a seconda della modalità di guida selezionata: in Strada verranno limitati i pattinamenti delle ruote in ogni circostanza mentre in Sport lo slittamento delle ruote sarà consentito per assicurare scenografiche derapate e powerslide di potenza. In Corsa, modalità pensata per la pista, l’elettronica assicurerà il massimo di trazione per un miglior tempo in pista.

 

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati