Tesla Supercharger, in arrivo 24 nuove stazioni di ricarica in Italia

Tesla Supercharger, in arrivo 24 nuove stazioni di ricarica in Italia

Nuove stazioni di ricarica veloce in punti strategici, anche per Sardegna e Sicilia

Si allarga la rete dei Tesla Supercharger , le stazioni di ricarica veloce dedicate alle vetture elettriche del marchio californiano, capaci di ricaricare interamente la batteria in meno di un'ora. Tutte le nuove torrette saranno dotate delle tecnologia di ultima generazione, ma resta da capire se saranno i nuovissimi Supercharger V3.
Tesla Supercharger, in arrivo 24 nuove stazioni di ricarica in Italia

Nuovo giro di vite per i possessori di Tesla sul suolo Italiano. Torna a crescere la rete di infrastrutture che consentono di ricaricare modo rapido le vetture elettriche di Elon Musk, per aumentare i servizi il supporto di casa madre a tutti coloro che hanno scelto la realtà elettrica del visionario americano. Dopo un bel boost iniziale, abbiamo assistito ad un rallentamento della rete infrastrutturale di Tesla, che si è trovata immischiata nel processo di sviluppo dei nuovi Tesla Supercharger V3 da 250 kW, i quali hanno richiesto più tempo del previsto. Ad oggi, li possiamo trovare solamente a Londra, prima applicazione sul territorio di questi dispositivi. Per il 2020 però, il piano industriale per l’Europa sembra essere davvero ambizioso. Oltre 2000 i punti di ricarica che verranno innestati in questo anno, di cui 24 destinati all’Italia, quindi direi che non ci possiamo assolutamente lamentare, ci siamo meritati una buona fetta della torta.

Prevalenza al Nord, ma non si dimenticano delle isole

Seppur non in maniera omogenea, le nuove stazioni copriranno praticamente tutto il territorio Italiano, Sicilia e Sardegna incluse. Una certa prevalenza sarà comunque destinata al Nord che, comunque ad oggi sta collezionando la maggior parte di immatricolazioni di Tesla a livello nazionale. Troviamo due stazioni ad Adda Nord e Adda Sud, sull’autostrada Brebemi mentre altri degni di nota saranno quelli a Aprilia (LT), Alessandria, Bardonecchia (TO), Carsoli (AQ) e Compofelice di Roccella (PA). Tra gli altri troviamo anche Catania, Cesena, Civitavecchia, Como, Genova, Grosseto, Lamezia Terme e Milano Nord, poi Monopoli (BA), Olbia, Oristano, Perugia, Rho, Porto San Giorgio, Roma Ovest, Torino e Udine.

Da poco si è superata quota 15 mila Supercharger nel mondo, dei quali oltre 2000 sono stati installati nella seconda metà del 2019, quindi una manovra in continua crescita ed evoluzione, destinata a coprire in modo più capillare possibile tutto il globo ma soprattutto le grosse metropoli, per favorire la crescita delle immatricolazioni di Tesla.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati