Gruppo PSA: il 2019 si è chiuso con una crescita di tutti i brand

Gruppo PSA: il 2019 si è chiuso con una crescita di tutti i brand

Aumento del 3,5% delle immatricolazioni in Italia

Il Gruppo PSA ha avuto un 2019 molto positivo sul mercato italiano, con un aumento sia delle immatricolazioni che della quota di mercato. Aspettando gli effetti della fusione di dicembre con il Gruppo FCA
Gruppo PSA: il 2019 si è chiuso con una crescita di tutti i brand

Il 2019 è stato un anno importante per il Gruppo PSA. Nei mesi finali è arrivata la fusione con FCA, ma sono anche proseguite con risultati importanti le vendite dei propri modelli in Italia. Nel corso dei dodici mesi dell’anno appena concluso, infatti, il gruppo transalpino ha aumentato del 3,5% le proprie immatricolazioni ed è anche cresciuto nella quota di mercato.

Il 2019 del Gruppo PSA in Italia

Entrando un po’ più nel dettaglio, sono 335.262 le vetture (e veicoli commerciali) immatricolate dal Gruppo PSA nel nostro Paese nel corso del 2019. La quota di mercato è così salita al 15,9%, guadagnando 0,5 punti percentuali rispetto al 2018, e tutti i brand hanno fatto registrare una crescita. Questi risultati pongono il Gruppo PSA al secondo posto tra i gruppi automobilistici in Italia.

Ottime performance anche nel mercato dei veicoli commerciali con oltre 37.730 immatricolazioni dall’inizio dell’anno pari ad una quota del 20,2%, in crescita di 1,1 punti percentuali rispetto allo scorso anno.

La fusione tra PSA e FCA

La notizia clou del 2019 è stata, come dicevamo, la fusione con il Gruppo FCA, con l’obiettivo di portare un aumento di tecnologie e volumi di vendita nel corso dei prossimi anni. Secondo le prime stime, la nuova società avrà vendite annuali pari a 8,7 milioni di veicoli, con ricavi di quasi 170 miliardi di euro, un utile operativo corrente di oltre 11 miliardi di euro e un margine operativo del 6,6%, sulla base dell’aggregazione dei risultati del 2018.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati