WP_Post Object ( [ID] => 682670 [post_author] => 24 [post_date] => 2020-01-08 15:38:30 [post_date_gmt] => 2020-01-08 14:38:30 [post_content] => Al Consumer Electronics Show 2020 BMW offre un assaggio del futuro della mobilità a guida autonoma svelando tre concept. Il primo di questi è la BMW i Interaction EASE, sviluppata in collaborazione con Designworks, ha un aspetto "astratto" in quanto la Casa bavarese vuole che ci si concentri esclusivamente sull'abitacolo. Gli interni sono infatti stati progettati per "dare ai passeggeri la sensazione di essere già arrivati a destinazione mentre sono ancora in viaggio".

Sistema di rilevamento dello sguardo

Il concept i Interaction EASE è dotato di un avanzata tecnologia di rilevamento dello sguardo. I monitor della vettura guardano lo sguardo dei passeggeri e utilizzano l'intelligenza artificiale per elaborare le "informazioni acustiche e visive ricevute da numerosi sensori, interpretandole in base a situazione di guida, tempo, posizione e indicazione del veicolo". Il sistema sfrutta quindi questi dati per fornire informazioni pertinenti su ciò che si sta guardando. Ad esempio, tale tecnologia potrebbe essere in grado di recuperare informazioni sul ristorante a cui si sta dando un'occhiata dal finestrino. Queste informazioni possono essere visualizzate sul parabrezza poiché la sua intera superficie funge da head-up display panoramico.

Sul parabrezza un enorme head-up display panoramico

Parlando di quest'ultimo, il display panoramico dispone di un'interfaccia utente che sfrutta la realtà aumentata e propone tre diverse modalità. La modalità "Esplora" utilizza il sistema di rilevamento dello sguardo e visualizza le informazioni su ciò che i passeggeri stanno guardando. La modalità "Intrattenimento" è progettata per la visione di film, mentre la modalità "Ease" crea un ambiente calmo e rilassante, anche cambiando il posizionamento dei sedili in "zero gravity" che, spiega BMW, offre ai passeggeri la sensazione di fluttuare nell'aria. Nonostante molte tecnologie sembrano futuristiche e ancora lontane da vederle nei modelli di serie, la Casa tedesca afferma che alcune funzionalità del concept i Interaction EASE saranno lanciate sul modello iNEXT, che arriverà nel 2021 e disporrà di tecnologia di connettività 5G.

BMW X7 ZeroG Lounger

Venendo a prodotti di serie, al CES di Las Vegas BMW ha presentato una X7 equipaggiata con un ultra confortevole sedile ZeroG al posto passeggero. Il particolare sedile è dotato di poggiagambe integrato e può essere reclinato fino a 60 gradi. La BMW X7 ZeroG Lounger propone anche uno schermo ribaltabile davanti al passeggero che fa da centro d'intrattenimento. Presente a bordo anche un'esclusiva console con un caricabatterie wireless integrato nel tunnel centrale, il cui vano di posizionamento permette di visualizzare il display dello smartphone "senza alcuno sforzo in tutte le varie posizioni di seduta o reclinazione del sedile ZeroG". Sul fronte della sicurezza, il sedile ZeroG ha una cintura di sicurezza integrata e un airbag "a bozzolo" che fornisce una protezione avvolgente e totale in caso di incidente. Questa tipologia di sedili arriveranno nei modelli di serie tra pochi anni e non saremmo sorpresi di vederli sulla prossima BMW X7, modello che potrebbe presentarsi con un abitacolo a quattro posti per una sfida ancora più diretta con la Mercedes-Maybach GLS.

BMW i3 Urban Suite

Altra novità presente al CES 2020 è la BMW i3 Urban Suite, una particolare versione della piccola elettrica bavarese con un abitacolo completamente rivisto che punta a ricreare l'atmosfera di un boutique hotel. Della i3 di serie sono rimasti intatti soltanto il sedile del conducente e il cruscotto.

Comodità e privacy

Il divano posteriore dell'auto è stato sostituito da una poltrona dotata di poggiapiedi abbinato, con altoparlanti integrati nel poggiatesta che simulano l'effetto di un spazio acusticamente sigillato rispetto ai rumori esterni e dell'abitacolo stesso. BMW spiega infatti che tale tecnologia permette al passeggero di effettuare chiamate telefoniche in assoluta riservatezza dato che le conversazioni non possono essere ascoltate da chi si trova al posto di guida. Oltre all'esclusiva seduta, la BMW i3 Urban Suite ha anche un tavolo in legno e una piccola lampada. La vettura dispone anche di un appendiabiti, un ampio vassoio ed un paio di portabicchieri termoelettrici, mentre per l'intrattenimento a bordo c'è l'Amazon Fire TV, oltre a diverse prese di ricarica da 110 volt. [post_title] => BMW al CES 2020 con tre concept focalizzati sul massimo comfort di viaggio [FOTO] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => bmw-ces-2020-i-interaction-ease-concept-x7-zerog-lounger-i3-urban-suite [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2020-01-08 15:38:30 [post_modified_gmt] => 2020-01-08 14:38:30 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=682670 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

BMW al CES 2020 con tre concept focalizzati sul massimo comfort di viaggio [FOTO]

Si tratta di i Interaction EASE, X7 ZeroG Lounger e i3 Urban Suite

Al CES 2020 di Las Vegas BMW guarda al futuro con tre concept che si concentrano ad esaltare il comfort di viaggio. Le tre novità sono i Interaction EASE, X7 ZeroG Lounger e i3 Urban Suite.

Al Consumer Electronics Show 2020 BMW offre un assaggio del futuro della mobilità a guida autonoma svelando tre concept.

Il primo di questi è la BMW i Interaction EASE, sviluppata in collaborazione con Designworks, ha un aspetto “astratto” in quanto la Casa bavarese vuole che ci si concentri esclusivamente sull’abitacolo. Gli interni sono infatti stati progettati per “dare ai passeggeri la sensazione di essere già arrivati a destinazione mentre sono ancora in viaggio”.

Sistema di rilevamento dello sguardo

Il concept i Interaction EASE è dotato di un avanzata tecnologia di rilevamento dello sguardo. I monitor della vettura guardano lo sguardo dei passeggeri e utilizzano l’intelligenza artificiale per elaborare le “informazioni acustiche e visive ricevute da numerosi sensori, interpretandole in base a situazione di guida, tempo, posizione e indicazione del veicolo”.

Il sistema sfrutta quindi questi dati per fornire informazioni pertinenti su ciò che si sta guardando. Ad esempio, tale tecnologia potrebbe essere in grado di recuperare informazioni sul ristorante a cui si sta dando un’occhiata dal finestrino. Queste informazioni possono essere visualizzate sul parabrezza poiché la sua intera superficie funge da head-up display panoramico.

Sul parabrezza un enorme head-up display panoramico

Parlando di quest’ultimo, il display panoramico dispone di un’interfaccia utente che sfrutta la realtà aumentata e propone tre diverse modalità. La modalità “Esplora” utilizza il sistema di rilevamento dello sguardo e visualizza le informazioni su ciò che i passeggeri stanno guardando. La modalità “Intrattenimento” è progettata per la visione di film, mentre la modalità “Ease” crea un ambiente calmo e rilassante, anche cambiando il posizionamento dei sedili in “zero gravity” che, spiega BMW, offre ai passeggeri la sensazione di fluttuare nell’aria.

Nonostante molte tecnologie sembrano futuristiche e ancora lontane da vederle nei modelli di serie, la Casa tedesca afferma che alcune funzionalità del concept i Interaction EASE saranno lanciate sul modello iNEXT, che arriverà nel 2021 e disporrà di tecnologia di connettività 5G.

BMW X7 ZeroG Lounger

Venendo a prodotti di serie, al CES di Las Vegas BMW ha presentato una X7 equipaggiata con un ultra confortevole sedile ZeroG al posto passeggero. Il particolare sedile è dotato di poggiagambe integrato e può essere reclinato fino a 60 gradi.

La BMW X7 ZeroG Lounger propone anche uno schermo ribaltabile davanti al passeggero che fa da centro d’intrattenimento. Presente a bordo anche un’esclusiva console con un caricabatterie wireless integrato nel tunnel centrale, il cui vano di posizionamento permette di visualizzare il display dello smartphone “senza alcuno sforzo in tutte le varie posizioni di seduta o reclinazione del sedile ZeroG”.

Sul fronte della sicurezza, il sedile ZeroG ha una cintura di sicurezza integrata e un airbag “a bozzolo” che fornisce una protezione avvolgente e totale in caso di incidente. Questa tipologia di sedili arriveranno nei modelli di serie tra pochi anni e non saremmo sorpresi di vederli sulla prossima BMW X7, modello che potrebbe presentarsi con un abitacolo a quattro posti per una sfida ancora più diretta con la Mercedes-Maybach GLS.

BMW i3 Urban Suite

Altra novità presente al CES 2020 è la BMW i3 Urban Suite, una particolare versione della piccola elettrica bavarese con un abitacolo completamente rivisto che punta a ricreare l’atmosfera di un boutique hotel. Della i3 di serie sono rimasti intatti soltanto il sedile del conducente e il cruscotto.

Comodità e privacy

Il divano posteriore dell’auto è stato sostituito da una poltrona dotata di poggiapiedi abbinato, con altoparlanti integrati nel poggiatesta che simulano l’effetto di un spazio acusticamente sigillato rispetto ai rumori esterni e dell’abitacolo stesso. BMW spiega infatti che tale tecnologia permette al passeggero di effettuare chiamate telefoniche in assoluta riservatezza dato che le conversazioni non possono essere ascoltate da chi si trova al posto di guida.

Oltre all’esclusiva seduta, la BMW i3 Urban Suite ha anche un tavolo in legno e una piccola lampada. La vettura dispone anche di un appendiabiti, un ampio vassoio ed un paio di portabicchieri termoelettrici, mentre per l’intrattenimento a bordo c’è l’Amazon Fire TV, oltre a diverse prese di ricarica da 110 volt.

BMW al CES 2020 con tre concept focalizzati sul massimo comfort di viaggio [FOTO]
5 (100%) 1 vote
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati