WP_Post Object ( [ID] => 682853 [post_author] => 58 [post_date] => 2020-01-08 18:57:31 [post_date_gmt] => 2020-01-08 17:57:31 [post_content] => Non è assolutamente un segreto che Toyota starebbe lavorando ad un nuovo modello, e per la precisione un piccolo B-SUV di dimensioni compatte, posizionato sotto all'inarrestabile C-HR e con lo stesso pianale GA-B modulare impiegato per la nuovissima Yaris. Secondo la stampa inglese, questo modello dovrebbe essere svelato nella seconda metà del 2020, andando a competere direttamente con altri modelli già di successo come la nuova Renault Captur, appena rinnovata e la sua cugina nipponica, la Nissa Juke, anch'essa appena presentata nelle nuove vesti per il 2020.

Piattaforma GA-B e possibile trazione integrale

La nuova vettura a marchio Toyota dovrebbe presentare una lunghezza in linea con le competitor, poco più dei 4 metri, avvicinandosi anche ad un altro mostro sacro del segmento come la Volkswagen T-Cross. Il vicepresidente esecutivo europeo della Toyota, Matt Harrison, ha affermato che ci sono alcuni segmenti in costante ed inarrestabile crescita, ovvero il B e il C, i due più gettonati anche dall'Europa e, nonostante un grandissimo successo inaspettato del loro C-HR, sono sicuri di non aver ancora ricoperto tutte le varie sfaccettature della realtà rialzata dei SUV. Per questo vorrebbero introdurre un nuovo modello più compatto, per raggiungere quei clienti che non necessitano di una vettura dalle dimensioni di un C-HR. Sarebbe il secondo modello, oltre alla nuova Yaris, a sfruttare la nuova piattaforma modulare GA-B, infatti adotterebbe uno schema frontale con sistema MacPherson e un ponte semi torcente al posteriore. Tuttavia, questa piattaforma, è stata anche pensata per poter ospitare una geometria a bracci indipendenti per le sospensioni posteriori, quindi non è esclusa la variante a trazione integrale. [post_title] => Toyota, si lavora ad un nuovo B-SUV previsto per la seconda metà del 2020 [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => toyota-si-lavora-ad-un-nuovo-b-suv-previsto-per-la-seconda-meta-del-2020 [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2020-01-08 18:57:31 [post_modified_gmt] => 2020-01-08 17:57:31 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=682853 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Toyota, si lavora ad un nuovo B-SUV previsto per la seconda metà del 2020

Motore ibrido e trazione integrale o anteriore

Sarebbe in cantiere un nuovo B-SUV di Toyota che si posizionerebbe sotto al mitico C-HR e sfrutterebbe la piattaforma GA-B appena impiegata per la nuova Toyota Yaris, con alternativa a trazione integrale o anteriore.
Toyota, si lavora ad un nuovo B-SUV previsto per la seconda metà del 2020

Non è assolutamente un segreto che Toyota starebbe lavorando ad un nuovo modello, e per la precisione un piccolo B-SUV di dimensioni compatte, posizionato sotto all’inarrestabile C-HR e con lo stesso pianale GA-B modulare impiegato per la nuovissima Yaris. Secondo la stampa inglese, questo modello dovrebbe essere svelato nella seconda metà del 2020, andando a competere direttamente con altri modelli già di successo come la nuova Renault Captur, appena rinnovata e la sua cugina nipponica, la Nissa Juke, anch’essa appena presentata nelle nuove vesti per il 2020.

Piattaforma GA-B e possibile trazione integrale

La nuova vettura a marchio Toyota dovrebbe presentare una lunghezza in linea con le competitor, poco più dei 4 metri, avvicinandosi anche ad un altro mostro sacro del segmento come la Volkswagen T-Cross. Il vicepresidente esecutivo europeo della Toyota, Matt Harrison, ha affermato che ci sono alcuni segmenti in costante ed inarrestabile crescita, ovvero il B e il C, i due più gettonati anche dall’Europa e, nonostante un grandissimo successo inaspettato del loro C-HR, sono sicuri di non aver ancora ricoperto tutte le varie sfaccettature della realtà rialzata dei SUV. Per questo vorrebbero introdurre un nuovo modello più compatto, per raggiungere quei clienti che non necessitano di una vettura dalle dimensioni di un C-HR.

Sarebbe il secondo modello, oltre alla nuova Yaris, a sfruttare la nuova piattaforma modulare GA-B, infatti adotterebbe uno schema frontale con sistema MacPherson e un ponte semi torcente al posteriore. Tuttavia, questa piattaforma, è stata anche pensata per poter ospitare una geometria a bracci indipendenti per le sospensioni posteriori, quindi non è esclusa la variante a trazione integrale.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati