Blocco ai diesel Euro 6, Thorel, direttore generale Groupe PSA Italia: “Provvedimenti inefficaci e che creano confusione nei cittadini”

Blocco ai diesel Euro 6, Thorel, direttore generale Groupe PSA Italia: “Provvedimenti inefficaci e che creano confusione nei cittadini”

"Serve fare chiarezza nella lotta all'inquinamento atmosferico"

Gaetano Thorel, direttore generale di Groupe PSA Italia, prende posizione in merito allo stop alla circolazione ai diesel Euro 6 invitando a non demonizzare i veicoli diesel di ultima generazione e a fare maggior chiarezza sul tema.
Blocco ai diesel Euro 6, Thorel, direttore generale Groupe PSA Italia: “Provvedimenti inefficaci e che creano confusione nei cittadini”

In merito ai discussi provvedimenti di divieto alla circolazione dei veicoli diesel Euro 6 emessi dalle amministrazioni comunali di diverse città italiane nell’ultimo periodo si è espresso anche Gaetano Thorel, Direttore Generale di Groupe PSA Italia.

Il numero uno della divisione italiana del costruttore francese avanza parecchie perplessità sull’utilità e sull’efficacia di tali misure: “Credo sia il momento di fare chiarezza. La lotta all’inquinamento nelle nostre città deve essere affrontata in maniera seria e organica e non con provvedimenti locali estemporanei che, oltre a risultare inefficaci, creano parecchia confusione nei cittadini, nei clienti e anche nelle nostre aziende sul territorio con evidenti rischi sulla forza lavoro”.

I diesel di ultima generazione non devono essere penalizzati

Thorel spiega che bisogna fare molta attenzione a non demonizzare erroneamente e indistintamente tutti i veicoli diesel: “Chiarezza vuol dire affermare con forza che i veicoli diesel di ultima generazione, quelli attualmente in vendita, hanno emissioni di particolato e di ossidi di azoto uguali ai veicoli benzina e prossimi allo zero e non devono essere penalizzati in alcun modo. Al contrario di molte vecchie auto a benzina, come le Euro 3 – spesso erroneamente confuse come ecologiche – che non abbattono in maniera significativa le emissioni degli inquinanti. È illogico, inoltre, adottare localmente normative in contrasto con quelle europee ed internazionali, frutto di studi ed analisi scientifiche accurate che certificano la piena idoneità a circolare ai veicoli Diesel Euro 6 di ultima generazione”.

Emissioni si abbattono solo con veicoli 100% elettrici e ibridi plug-in

Su quali sono le vetture in grado di abbattere completamente le emissioni inquinanti, il direttore di Groupe PSA Italia, precisa che: “In maniera altrettanto chiara, dobbiamo spiegare ai cittadini come gli unici veicoli in grado di garantire una mobilità a zero emissioni sono i 100% elettrici o gli ibridi plug-in ricaricabili, ovvero ‘con la spina’. Non, invece, soluzioni come gli ibridi non ricaricabili o mild-hybrid. Infatti, solo grazie alla presenza della spina (plug-in) per la ricarica della batteria di trazione, il veicolo è in grado di percorrere decine di chilometri in modalità elettrica e abbattere in maniera drastica le emissioni inquinanti.

I tre Gruppi identificati dal MiT

Su questa necessaria differenziazione Thorel ricorda la recente circolare emessa dal MiT: “Un distinguo che lo stesso Ministero delle
Infrastrutture e dei Trasporti ha voluto mettere in evidenza, con una circolare dello scorso 3 dicembre 2019. In sostanza, sono stati introdotti tre Gruppi che indicano il livello di emissioni CO2 dei veicoli ibridi: Gruppo 1 ≤ 60 g/km (veicoli ibridi plug-in), Gruppo 2 tra 61 e 95 g/km (veicoli ibridi standard), Gruppo 3 ≥ 95 g/km (veicoli ibridi noti commercialmente come ‘Micro-hybrid’ e ‘Mild-hybrid’)”.

Alla luce di queste considerazione Thorel conclude il suo intervento invitando ” tutti gli attori che hanno a cuore una reale mobilità sostenibile – istituzioni, industria automotive, mondo della comunicazione – ad un maggior sforzo di approfondimento e confronto per garantire la chiarezza e la trasparenza ai consumatori italiani”.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati