Nuova Hyundai i10 2020: PROVA SU STRADA della nuova citycar coreana

Caratteristiche, specifiche tecniche, design, interni, motore, prezzi

Hyundai è pronta nuovamente a sfidare le concorrenti di segmento A con la nuova i10 2020, dal look più sportivo e aggressivo

I numeri parlano da soli: oltre 145.000 le Hyundai i10 vendute in Italia dal 2008. Questa terza generazione si rinnova nelle forme e negli spazi, grazie al progetto di un designer italiano, ed offre dotazioni di sicurezza (tanti gli ADAS di serie) e tecnologia ai vertici nella sua categoria, ma non si evolve dal punto di vista delle motorizzazioni.

Estetica sportiva

Basta uno sguardo per capire che la nuova Hyundai i10 2020 ha subito modifiche importanti, pur mantenendo la sua identità: merito di Davide Varenna, designer italiano trapiantato in Germania: qui, nel centro stile europeo della casa di Seul, hanno preso forma gli esterni “muscolosi” della city car, che le donano sportività rispetto alla precedente generazione. Grazie ai 2 cm in più di larghezza la griglia di colore nero, denominata Cascading Grill, è molto più ampia, e al suo interno sono incastonate le nuove luci diurne a LED dall’inedita struttura a nido d’ape. I fari anteriori si inclinano verso il paraurti, facendole assumere uno sguardo più cattivo; il cofano è attraversato da nervature marcate che trasmettono dinamicità. Il tetto è più basso di 2 cm, mentre la lunghezza rimane di 3,67 m nonostante l’aumento del passo di ben 4 cm, a grande vantaggio dell’abitabilità posteriore. Nella vista laterale si notano il nuovo taglio delle portiere, più orizzontale, il montante posteriore a X, che sfoggia il logo i10, ed i nuovi cerchi da 16 pollici. Il posteriore, infine, appare decisamente più massiccio a causa del largo paraurti che, nella vista d’insieme con il tetto, mostra la nuova architettura “a piramide”. Migliora, seppur leggermente, l’aerodinamica, con un Cx che passa da 0,32 a 0,31. Per quanto riguarda le colorazioni si possono scegliere ora 10 tinte per la carrozzeria e 2 per il tetto, arrivando a un totale di ben 22 combinazioni.

Gli Interni

La nuova Hyundai i10 2020 si rinnova profondamente anche negli interni, con una plancia allargata, con bocchette di ventilazione circolari dal design molto moderno. Gli assemblaggi sono veramente di livello per una city car, e non ci sono materiali morbidi se non sui comodi sedili. Sull’ampio cruscotto troviamo un nuovo pattern esagonale che si ripete anche sui lati del tunnel centrale e sui pannelli portiere. Il volante è piccolo, ma ricco di comandi. Tanti gli spazi per riporre oggetti di vario genere, con l’aggiunta di un vano extra sopra il cassetto del passeggero. Al centro, sopra la leva del cambio in posizione rialzata e al vano per smartphone dotato di ricarica wireless di serie, il nuovo schermo touch da 8 pollici, il più ampio del segmento. Quest’ultimo, unito al piccolo display computer bordo da 3,5 pollici, controlla l’infotainment con funzioni di connettività avanzate come Bluelink, Apple CarPlay e Android Auto. È presente anche una sim integrata per l’accesso ai servizi online come aggiornamenti software, informazioni in tempo reale e funzioni di riconoscimento vocale. Da segnalare anche la videocamera posteriore, anch’essa di serie, che agevola nelle manovre di parcheggio. L’abitabilità aumenta notevolmente ed è ai vertici della categoria, con 45 mm in più disponibili per le gambe di tutti e tre i passeggeri posteriori. Anche il bagagliaio si posiziona in alto nella classifica, con una capienza di 252 litri che sale fino a 1050 litri abbattendo i sedili. Sono tre gli allestimenti disponibili: Advanced, Tech e Prime.

Il Motore

La nuova Hyundai i10 2020 viene proposta con un’unica motorizzazione, il nuovo 3 cilindri 1.0 benzina da 67 CV a 5500 giri al minuto e 96 Nm di coppia a 3750 giri al minuto, abbinabile a un cambio manuale ed uno automatizzato, entrambi a 5 rapporti. Il piccolo propulsore offre di serie l’Idle Stop and Go (ISG) e il sistema di rigenerazione dell’energia ERS, che ricarica la batteria tramite la conversione di energia cinetica in energia elettrica quando si alza il piede dall’acceleratore con marcia innestata. Da segnalare la presenza di un motore 3 cilindri turbo da 100 CV, che verrà montato sulla versione N-Line con uscita prevista per l’estate 2020.

Prova su Strada

Abbiamo messo alla prova la nuova Hyundai i10 2020 in versione Tech con cambio manuale sulle strade che costeggiano il lago d’Iseo. Alla prima curva ci si rende conto di quanto sia diretto lo sterzo: i cambi di direzione sono veloci e l’auto mantiene bene la traiettoria impostata. Il motore 3 cilindri da 67 cavalli non offre certo alte prestazioni, ma risulta piacevole in allungo e giusto per il tipo di vettura. La frenata è ottima, anche se il pedale è, forse, poco modulabile. Quello della frizione, invece, è morbidissimo e non affatica; la leva del cambio, dagli innesti precisi, è comoda da raggiungere, grazie alla posizione rialzata, e da impugnare, grazie alla forma molto ergonomica. Le sospensioni, multilink all’anteriore e ponte torcente al posteriore, lavorano bene e rendono il viaggio confortevole senza rinunciare all’aderenza. Gli ADAS sono numerosi e di serie: troviamo frenata automatica con riconoscimento pedoni (unica nel segmento), oscuramento automatico dei fari abbaglianti, e tre aiuti inediti del segmento A: il mantenimento di corsia attivo (che abbiamo trovato invasivo), la rilevazione della stanchezza del conducente e l’avviso di ripartenza.

Infine i prezzi: la nuova Hyundai i10 2020 in allestimento Advanced costa 12.900 €, mentre ci vogliono 14.500 € per il Tech e 16.800 € per il top di gamma Prime.

Scopri le Offerte

[contact-form-7 id="736497" title="Richiedi offerta"]
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati