Subaru XV e-Boxer: la PROVA SU STRADA del crossover ibrido [FOTO]

Come va la nuova versione della best seller Subaru

La Subaru XV e-Boxer è la versione ibrida del crossover best seller del marchio delle Pleiadi. Abbiamo avuto l'occasione di provarla in anteprima sui colli bolognesi: le nostre sensazioni di guida ed i prezzi di questo modello

La Subaru XV diventa ibrida, con la nuova versione e-Boxer. Il crossover è il modello più venduto a livello mondiale del marchio delle Pleiadi e, con questa nuova motorizzazione, il marchio punta ad incrementare ancor di più il numero di esemplari venduti, seppur non ci sia l’intenzione di diventare comunque un marchio di volumi, restando sempre un brand di nicchia, con il proprio DNA.

Ne sono stati venduti oltre 1,3 milioni a livello globale e 11.500 esemplari in Italia, da quando venne lanciata per la prima volta sul mercato, per un modello arrivato alla terza generazione, svelata nel 2018. Abbiamo avuto l’occasione di metterci al volante di questa nuova versione in anteprima, in un panoramico e curvoso percorso tra i colli bolognesi, con alcuni tratti anche in off road.

La Subaru XV e le prospettive per l’ibrido

Diamo prima un po’ di numeri, entrando nello specifico della Subaru XV e-Boxer: l’obiettivo di vendita per il 2020 è di circa 1.700 esemplari di questo crossover in Italia, di cui poco meno del 40% si presume saranno ibride. Un numero piuttosto importante, per una motorizzazione su cui Subaru punta molto per i prossimi anni, con altri modelli in arrivo (dopo Forester ed uno in arrivo ad aprile).

Tuttavia, il marchio delle Pleiadi continuerà a puntare sul mild hybrid e non sull’ibrido plug-in, per una questione di pesi e di piacere di guida, mantenendo così il DNA Subaru. Troppa l’aggiunta di chilogrammi per introdurre motore elettrico e batteria più capienti, così almeno in tempi brevi non ci sarà ibrido ricaricabile, in Europa, abbinato alle vetture del marchio delle Pleiadi.

Le caratteristiche della Subaru XV e-Boxer

Torniamo alla protagonista di questa prova: la Subaru XV e-Boxer non ha particolari novità a livello estetico, rispetto alla versione con motore termico, visto che sono state introdotte solamente le cornici cromate dei fari fendinebbia, così come i badge ‘e-Boxer’ sui lati e sul posteriore, ed il colore Lagoon Blue Pearl (esclusivo per questa versione). Per il resto, si tratta della stessa identica vettura, che abbiamo avuto già l’occasione di provare nei mesi scorsi. Rispetto al modello con motore termico, aumenta il peso a 1.553 kg, con +50 kg all’anteriore e +60 kg al posteriore.

Anche all’interno dell’abitacolo, che noi abbiamo provato nella versione top di gamma Premium, non ci sono particolari novità, se non nelle cuciture arancioni dei sedili. La plancia è dominata dal sistema Subaru StarLink con schermo touchscreen 8”, tramite cui possono essere gestite dalla radio alla navigazione (non sempre chiarissima), passando per la compatibilità con gli smartphone grazie ad Apple CarPlay o Android Auto. Sul cruscotto c’è un piccolo schermo con le informazioni di guida, tra tachimetro e contagiri, mentre sopra l’infotainment c’è un altro piccolo schermo a colori, con una nuova funzionalità per verificare il funzionamento del sistema ibrido durante la guida.

Come funziona l’unità ibrida della XV e-Boxer

Parlando dell’unità ibrida, la Subaru XV e-Boxer è spinta dal motore 2.0 litri benzina da 150 CV e 194 Nm di coppia, abbinato al motore elettrico da quasi 17 CV e 66 Nm ed alla batteria agli ioni di litio da 13,5 kWh riposta nel bagagliaio. Come dicevamo, si tratta di un mild-hybrid, ma si comporta anche da full hybrid con 1,6 km di autonomia 100% elettrica al massimo a 40 km/h.

Durante la guida, il crossover ibrido lavora solo con il motore termico con minor spinta, mentre entra in funzione anche l’elettrico quando si pigia più sull’acceleratore e va in rigenerazione di energia in discesa o in frenata. La partenza avviene solitamente in elettrico, tranne se si spinge a fondo sull’acceleratore, mentre in caso di fermata entra in funzione il motore termico solo se c’è necessità di ricarica della batteria.

La guida su strada e off road con la Subaru XV e-Boxer

Ora è tempo di accendere l’unità ibrida e metterci al volante di questo crossover ibrido, sulle strade collinari nei dintorni di Bologna. Su percorso pianeggiante, la Subaru XV e-Boxer si è mostrata fluida e piuttosto confortevole, così come quando abbiamo affrontato le salite ed i tornanti quella coppia del motore elettrico si è fatta sentire ed ha garantito quella spinta in più. Tuttavia, le cambiate della trasmissione Leartronic (CVT) a sette rapporti sono poco brillanti ed avvengono a giri elevati, rendendo l’abitacolo piuttosto rumoroso e la guida meno sportiveggiante.

L’auto è comunque sempre rimasta stabile, lo sterzo è preciso e le sospensioni garantiscono un’ottima risposta quando si affronta un tratto stradale sconnesso o qualche dosso. Così come la sicurezza è ai massimi livelli, grazie ai sistemi di assistenza alla guida EyeSight efficienti ed efficaci.

La Subaru XV e-Boxer, tuttavia, ha stupito ancor di più nei tratti in off-road, certamente non estremi (non è il suo campo) ma comunque anche abbastanza impegnativi, dove si è comportata come un SUV o un fuoristrada. Ha affrontato senza alcun problema dossi laterali, tratti fangosi e pendenze importanti, dando sempre una sensazione di stabilità e sicurezza. E la spinta del propulsore elettrico ha aiutato ad affrontare i tratti più impegnativi con disinvoltura.

Chiudiamo la parte della prova su strada con i consumi: la casa dichiara 7,9 litri ogni 100 chilometri (WLTP) in un tratto misto. Noi non abbiamo avuto l’occasione di provare la vettura in città o in autostrada, quindi la nostra prova è stata effettuata su un percorso dove i consumi inevitabilmente salgono, soprattutto nei tratti off-road più impegnativi, ed il dato del computer di bordo è stato di 13,3 l/100 km in 57 km percorsi. Ci riserviamo di dare un’indicazione più reale prossimamente, in una prova completa della XV ibrida.

Subaru XV e-Boxer: uscita e prezzi

La Subaru XV e-Boxer arriverà nelle concessionarie italiane il prossimo 1° febbraio, con un porte aperte per quel weekend, con un listino prezzi a partire da 32.500 euro per la versione d’ingresso Style, 34.000 euro per la Style Navi e 36.500 per la top di gamma Premium. Ma sono disponibili anche altre opzioni a livello finanziario per poter mettersi al volante di questo crossover ibrido.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati