Nuova Porsche 911 Turbo 2020: test in strada completamente scoperta [FOTO SPIA]

Pizzicati anche gli interni della sportiva tedesca

La nuova Porsche 911 Turbo è stata immortalata durante i collaudi sulle strade di Stoccarda quasi completamente priva di camouflage suggerendo di essere quasi pronta al debutto.

Dalle strade di Stoccarda ci arrivano delle nuove foto spia della nuova Porsche 911 Turbo, ormai pronta per il debutto sul mercato come suggeriscono i pochi centimetri di nastro nero adesivo a mimetizzare e nascondere alcuni particolari degli esterni che per la gran parte rimangono scoperti alla vista. 

Carreggiata allargata

Rispetto alla precedente generazione 991, la Porsche 911 Turbo 992 crescerà in larghezza con 20 mm in più, portando cosi ad un incremento di 44 mm della carreggiata dell’auto rispetto alla nuova Porsche 911 Carrera. Sull’anteriore si nota il design specifico del paraurti, così come di quello posteriore, con il sistema Porsche Active Aerodynamics (PPA) introdotto sulla generazione 991 che viene nascosto alla vista nella modalità di guida standard. Con la semplice pressione di un pulsante o automaticamente al raggiungimento di una certa velocità, viene attivato lo splitter anteriore aggiuntivo sotto il paraurti, mentre lo spoiler posteriore si solleva per fornire maggiore deportanza.

Anche con Performance Sport Pack

Inoltre Porsche proporrà per la prima volta il pacchetto Performance Sport su una versione Turbo, che abbasserà leggermente l’assetto e offrirà ammortizzatori tarati per l’uso in pista. Non si sa ancora se la nuova Porsche 911 Turbo potrà continuare a disporre anche del pacchetto aerodinamico che era previsto nella generazione precedente.

Introdotto il sistema Start&Stop a beneficio dei consumi

Il posteriore della nuova Porsche 911 Turbo monterà un sistema di scarico sportivo con due terminali, dotato di serie di filtro antiparticolato. Rispetto alla 911 Carrera, le nuove 911 Turbo e Turbo S non presenteranno altre grosse differenze. Tuttavia sulle versioni Turbo è lecito aspettarsi un design esclusivo per il volante, sedili su misura e speciali opzioni per i rivestimenti degli interni. Altra novità inedita sarà l’introduzione della funzione Start&Stop di serie che contribuirà a rendere meno assettata di carburante la vettura durante la guida in città.

Motore turbo 3.0 fino a 650 CV sulla Turbo S

Sulla versione Turbo della nuova Porsche 911 non ci sarà, almeno per il momento, alcuna elettrificazione. Sotto il cofano delle nuove 911 Turbo e Turbo S ci sarà un motore benzina turbo flat a sei cilindri da 3.0 litri con circa 600 CV e 700 Nm di coppia sulla versione Turbo, mentre la potenza salirà attorno ai 650 CV e agli 800 Nm di coppia sulla 911 Turbo S. Entrambe le vetture avranno trazione integrale, sistema sterzante a quattro ruote e cambio automatico PDK doppia frizione a 8 marce, che sarà leggermente più pesante della precedente trasmissione a 7 rapporti che va a sostituire.

Top speed vicina ai 340 km/h

Il peso aggiuntivo non comprometterà il livello di prestazioni della nuova Porsche 911 Turbo, con la variante S che promette un accelerazione da 0 a 100 km/h in circa 2,5 secondi, mentre la velocità massima sarà attorno ai 340 km/h, vale a dire più o meno la stessa raggiunta dalla più recente Porsche 911 GT2 RS.

Freni derivati dai modelli Panamera Turbo S E-Hybrid e Taycan Turbo S

La nuova Porsche 911 Turbo monterà ruote da 20 pollici all’anteriore e da 21 pollici al posteriore, avvolte da pneumatici più larghi rispetto a quelli presenti sulla precedente generazione. L’impianto frenante che sarà montato sulla vettura è lo stesso dei modelli elettrificati Panamera Turbo S E-Hybrid e Taycan Turbo S, quindi con dischi anteriori da 420 mm e posteriori da 390 mm, con all’anteriore pinze dei freni a 10 pistoncini. Il debutto della nuova generazione della 911 Turbo è atteso nei prossimi mesi.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati