Honda e: la City Car elettrica del marchio giapponese [FOTO]

Batteria da 35.5 kWh ad alta capacità, trazione posteriore

Una sintesi dedicata alla compatta elettrica del marchio

Design essenziale, concettualmente tecnologica ed elettrica. La nuova Honda e rappresenta una visione contemporanea della mobilità alternativa e innovativa secondo il brand giapponese.

Design

La compatta elettrica di Honda è pensata per muoversi nei contesti urbani, ponendo al centro le necessità dell’utenza.
Una prima apparizione, sebbene in versione concept “Urban EV”, è avvenuta nel 2017. Poi è stata realizzata una “Honda e Prototipe” ammirata al Salone di Ginevra nel 2019 e, pochi mesi dopo, è stata introdotta la versione di serie al Salone di Francoforte.
In fase di realizzazione, una particolare attenzione è stata riposta su funzionalità e comfort, come emerso, considerando la stessa veste estetica essenziale e attuale. Caratterizzanti non solo i gruppi ottici LED, ma anche la maschera frontale, i dettagli e la copertura in vetro della porta di ricarica disposta davanti sul cofano. Interessante anche la presenza di un sistema di retrovisori laterali digitali (SCMS), introducendo delle videocamere compatte che trasmettono in tempo reale le immagini esterne su due schermi da 6 pollici posizionati all’interno.
L’essenzialità esterna trova conferma anche a bordo, valutando rivestimenti che rimandano a un “moderno salotto domestico”, anche considerando i 2.350 mm di passo segnalati (la lunghezza totale ammonta a 3.895 mm), così come una soglia d’ingresso non troppo alta. Lo spazio di carico può ospitare di base 171 litri (metodo VDA) e reclinando le sedute in seconda fila fino a 861 litri (al tetto, metodo VDA).

Tecnologia

Diversi sistemi di assistenza e ampia connettività appaiono al centro di questo progetto, assieme alla propulsione totalmente elettrica. Una variegata gamma di dispositivi che sostenono il guidatore da quelli già disponibili in gamma ad altri tre sommati nell’occasione come un Sistema di frenata con controllo dell’accelerazione, fermando un avvio improvviso in retromarcia o in caso di ostacolo; un Sistema di avviso di partenza dell’auto che precede, tramite una notifica; un Sistema di frenata alle basse velocità, con arresto d’emergenza anche ad andatura non elevata. Inoltre si cita anche un Honda Parking Pilot che aiuta nella fasi di parcheggio, verificando gli spazi e mostrando sui display l’opportuna posizione per una manovra assistita, riprendendo ancora le indicazioni.
Non manca una funzionale connettività, come detto, alla luce dei servizi di Infotainment intuitivi e app connesse e integrate, gestibili dai due schermi centrali touchscreen; oppure con comando vocale attraverso la soluzione d’intelligenza artificiale Assistente Personale Honda (APH) ma anche con un’applicazione per smartphone My Honda+. Si indicano anche altre tecnologie avanzate studiate pensando all’uso quotidiano del mezzo, come ad esempio una chiave digitale che sblocca le portiere tramite smartphone.

Concetto e propulsione

Questo modello prospetta anche l’idea di mobilità elettrica del marchio ed entro il 2022, anticipando di tre anni l’obiettivo iniziale, il costruttore elettrificherà i principali modelli di gamma con l’ausilio di sistemi ibridi ed elettrici. Nei prossimi 36 mesi si prospettano sei esemplari elettrificati, tra cui appunto la Honda e, un altro mezzo EV, una versione ibrida di Jazz e un SUV, riprendendo le anticipazioni. La sigla di riferimento dei veicoli elettrificati risulta “e: Technology”.
Tonando alla nuova City Car elettrica, l’auto presenta un telaio studiato per una vettura di questa tipologia, sostenendo prestazioni briose adatte a un contesto urbano ed extraurbano. La spinta è fornita da un motore elettrico che sviluppa di base 100 kW di potenza (136 cavalli), oppure 113 kW (154 cavalli) su Honda e Advance con ruote da 16 od opzionali da 17 pollici, come indicato. La coppia espressa risulta di 315 Nm. Secondo i dati: si copre una scatto da 0 a 100 km/h in 9 secondi (8,3 secondi nel caso di Honda e Advance), raggiungendo i 145 km/h di velocità massima.
Una vivacità da rapportare alle dimensioni compatte, una distribuzione dei pesi ottimizzata 50:50, baricentro contenuto e raggio di sterzata di 4,3 metri, sempre considerando i dati segnalati.
Il propulsore è abbinato a un sistema di ricarica veloce e quindi a una batteria da 35.5 kWh ad alta capacità che prospetta un’autonomia di 222 km (WLTP), come fatto presente, ma anche una ricarica fino all’80% in 30 minuti. Si citano anche un Sistema di controllo a pedale unico e due modalità di guida: Normale e Sport.

Proposta

Due le versioni di Honda e: una prima che come indicato prospetta già un’autonomia di 222 km (WLTP) a una dotazione nutrita; quindi la citata Honda e Advance con cerchi in lega da 16 o opzionali da 17 pollici come riferito, che trasmette una maggior vivacità e dispone anche di uno specchietto retrovisore centrale digitale. In più si indicano anche un parabrezza e volante riscaldati, sistemi Honda Parking Pilot e audio premium.

Foto: Honda

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati