WP_Post Object ( [ID] => 687753 [post_author] => 70 [post_date] => 2020-02-10 09:48:10 [post_date_gmt] => 2020-02-10 08:48:10 [post_content] => Si espande la flotta di Hyundai Nexo circolante in Alto Adige. Il marchio coreano ha, infatti, consegnato altri dieci esemplari del SUV ad idrogeno all’azienda di trasporto pubblico di Bolzano, Merano e Laives. L’azienda consegnerà, a sua volta, queste vetture a varie realtà attive sul territorio attraverso formule di noleggio gestite dallo stesso IIT, dove è attiva la stazione di rifornimento.

Il progetto LifeAlps per l’ambiente

L’aumento della flotta di vetture ad idrogeno fa parte del progetto LifeAlps, promosso da SASA (l’azienda di trasporto pubblico) e IIT, per un sistema di trasporto su strada ad emissioni zero in Alto Adige, lungo il corridoio del Brennero e nelle regioni limitrofe. A tale scopo, il progetto segue un piano strategico basato su tre principi, strettamente correlati tra di loro, fondamentali a uno sviluppo a 360° della mobilità elettrica: creare una rete infrastrutturale basilare, introdurre flotte pilota e offrire servizi a zero emissioni in vari settori.

Le caratteristiche della Hyundai Nexo

La Hyundai Nexo è, come dicevamo, il SUV ad idrogeno del marchio coreano, con un’autonomia dichiarata di 666 chilometri (WLTP) e la possibilità di effettuare un completo rifornimento in cinque minuti. È la seconda generazione di questo modello, con un rinnovato propulsore più compatto, leggero e resistente. Durante la guida l'aria dell’ambiente esterno viene purificata, arrivando a filtrare il 99,9% delle polveri sottili, comprese quelle inferiori al particolato PM 2.5. Le celle a combustibile, il motore elettrico, la batteria e i serbatoi di idrogeno, infatti, funzionano in sinergia. [post_title] => Hyundai Nexo: dieci SUV ad idrogeno consegnati in Alto Adige [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => hyundai-nexo-ideogeno-bolzano-autonomia-caratteristiche [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2020-02-10 09:49:34 [post_modified_gmt] => 2020-02-10 08:49:34 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=687753 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Hyundai Nexo: dieci SUV ad idrogeno consegnati in Alto Adige

Ha un'autonomia dichiarata di 666 chilometri

Dieci Hyundai Nexo sono state consegnate in Alto Adige, aumentando così la flotta di veicoli ad idrogeno circolanti nel territorio. Una parte del progetto per l'ambiente denominato LifeAlps, per un trasporto ad emissioni zero
Hyundai Nexo: dieci SUV ad idrogeno consegnati in Alto Adige

Si espande la flotta di Hyundai Nexo circolante in Alto Adige. Il marchio coreano ha, infatti, consegnato altri dieci esemplari del SUV ad idrogeno all’azienda di trasporto pubblico di Bolzano, Merano e Laives. L’azienda consegnerà, a sua volta, queste vetture a varie realtà attive sul territorio attraverso formule di noleggio gestite dallo stesso IIT, dove è attiva la stazione di rifornimento.

Il progetto LifeAlps per l’ambiente

L’aumento della flotta di vetture ad idrogeno fa parte del progetto LifeAlps, promosso da SASA (l’azienda di trasporto pubblico) e IIT, per un sistema di trasporto su strada ad emissioni zero in Alto Adige, lungo il corridoio del Brennero e nelle regioni limitrofe.

A tale scopo, il progetto segue un piano strategico basato su tre principi, strettamente correlati tra di loro, fondamentali a uno sviluppo a 360° della mobilità elettrica: creare una rete infrastrutturale basilare, introdurre flotte pilota e offrire servizi a zero emissioni in vari settori.

Le caratteristiche della Hyundai Nexo

La Hyundai Nexo è, come dicevamo, il SUV ad idrogeno del marchio coreano, con un’autonomia dichiarata di 666 chilometri (WLTP) e la possibilità di effettuare un completo rifornimento in cinque minuti. È la seconda generazione di questo modello, con un rinnovato propulsore più compatto, leggero e resistente.

Durante la guida l’aria dell’ambiente esterno viene purificata, arrivando a filtrare il 99,9% delle polveri sottili, comprese quelle inferiori al particolato PM 2.5. Le celle a combustibile, il motore elettrico, la batteria e i serbatoi di idrogeno, infatti, funzionano in sinergia.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati