Dacia: entra nella dimensione elettrica al Salone di Ginevra 2020

Dacia: entra nella dimensione elettrica al Salone di Ginevra 2020

Il primo modello a zero emissioni sarà presentato il 3 marzo

Dacia proporrà a Ginevra il suo primo modello a zero emissioni, forse basato sulla Renault K-ZE, venduta solamente in Cina. La casa romena porterà anche un nuovo motore ed un'edizione speciale Anniversary
Dacia: entra nella dimensione elettrica al Salone di Ginevra 2020

Un nuovo capitolo della storia di Dacia. Il marchio del Gruppo Renault entra, infatti, nell’era elettrica, a partire dall’ormai imminente Salone di Ginevra 2020, in programma dal 3 al 15 marzo prossimi. La casa romena presenterà una showcar a zero emissioni all’appuntamento svizzero, sfruttando “gli oltre 10 anni di esperienza del Gruppo Renault nella mobilità elettrica”.

Dacia e la mobilità elettrica

Non sono state fornite ulteriori indicazioni su questo modello, anche se alcune indiscrezioni si riferiscono ad una base ricavata da un modello Renault venduto solamente in Cina, la K-ZE, con dimensioni ridotte ed un motore da 45 cavalli, alimentato da batterie di 26,8 kWh.

Tuttavia, l’autonomia di 270 km (NEDC) e, soprattutto, la velocità massima di soli 105 km/h paiono però poco compatibili con i riferimenti del mercato europeo e quindi il modello marchiato Dacia potrebbe avere qualche specifica tecnica differente, rispetto alla sorella cinese.

Un nuovo motore GPL

Non ci sarà solamente questa vettura nello stand della casa romena al Salone di Ginevra 2020, visto che verrà presentato il nuovo motore TCe 100 ECO-G, con doppia alimentazione benzina e GPL.

Per concludere, quest’anno Dacia festeggerà il 15° anniversario del marchio in Europa e, per questo motivo, verrà presentata anche un’edizione limitata Anniversary.

L’appuntamento per scoprire tutte queste novità è per la mattina di martedì 3 marzo, giorno in cui l’evento elvetico verrà aperto ufficialmente, con la prima giornata dedicata alla stampa.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati