Peugeot 806: quella volta in cui un monovolume comparve sulla pista di Spa-Francorchamps

Peugeot 806: quella volta in cui un monovolume comparve sulla pista di Spa-Francorchamps

Era il 30 luglio 1995

Si rievoca la curiosa presenza di una Peugeot 806, sviluppata per competere, nella maratona svolta sul tracciato belga nell'estate del 1995
Peugeot 806: quella volta in cui un monovolume comparve sulla pista di Spa-Francorchamps

Un gruppo di 46 auto componeva lo schieramento sul leggendario circuito di Spa-Francorchamps, in occasione della 24 Ore belga per vetture turismo del 30 luglio 1995. Tra esse, con il numero 86, un esemplare di Peugeot 806 da circa 300 cavalli. Una presenza interessante, ricordata nell’occasione a distanza di tempo.

Un monovolume da corsa

L’episodio confermò l’attitudine sportiva della produzione siglata Peugeot, anche quella studiata per un uso tradizionale, ma vivacizzata con modifiche tecniche funzionali. Una tradizione importante per il marchio transalpino, considerando un approccio alle gare che risale già a fine 800, così come i diversi successi conquistati in Africa a bordo delle Peugeot 504 o la spumeggiante 405 Mi16 impegnata in passato anche negli appuntamenti italiani.
Tornando all’auto numero 86, avvistata a Spa-Francorchamps quel lontano 1995, condivideva la base con un esemplare 806, il monovolume realizzato dal costruttore nel periodo. La meccanica fu profondamente rivista, data l’introduzione di un propulsore derivato dalla 306 MAXI capace di sviluppare circa 300 cavalli di potenza, oltre a sospensioni e freni ripresi dall’esemplare 406 Superturismo. Questa presenza catturò diverse attenzioni nell’occasione, testimoniata dalle varie famiglie che componevano il pubblico intervenuto, come ricordato.
La vettura fu schierata dalla filiale belga del marchio, impegnata allora in forma ufficiale nel campionato nazionale Procar. Competizioni con modelli vicini alle versioni di serie. Al volante si diedero il cambio diversi piloti, citando Eric Bachelart ingaggiato da Peugeot Belgio per disputare delle gare su 406; quindi Philippe Verelleny e Pascal Witmeur che disputarono una buona porzione di corsa fino alla dodicesima ora. I compagni di squadra Van de Wauwer-Boillot-Caiellet, a bordo Peugeot 306 Turbodiesel, svettarono nella categoria EcoTech, riprendendo ancora le informazioni.

Foto: Peugeot

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati