Ferrari: al MEF di Modena una mostra sulla dimensione globale del Cavallino Rampante [FOTO]

"Ferrari Grand Tour, un viaggio tra passione e bellezza"

Una nuova esposizione dedicata alla "vocazione globale" del marchio

Come da tradizione nel giorno in cui si ricorda il compleanno del fondatore Enzo Ferrari (18 febbraio), è stata aperta una nuova mostra al Museo Enzo Ferrari di Modena. Una rassegna denominata “Ferrari Grand Tour, un viaggio tra passione e bellezza”, che evidenzia il raggio d’azione globale del prestigioso costruttore.

Informazioni

Cinque i portali multimediali che compongono il percorso dell’esposizione e identificano altrettante città importanti nel mondo. Nello specifico: Parigi, Londra, New York, Shanghai e Abu Dhabi. Dimensioni arricchite da immagini e audio rappresentativi, ma in evidenza figurano soprattutto alcuni raffinati esemplari Gran Turismo realizzati nel tempo da Ferrari, con un forte legame con le diverse realtà mondiali. Il viaggio si conclude “idealmente” in Italia, culminando con la più recente Ferrari Roma, realizzata dal Centro Stile di Maranello e che risulta ispirata al tema della Dolce Vita, decantata tra gli anni ’50 e ’60.

I portali

Parigi è il punto iniziale dell’area europea. Si parte dalla “Ville Lumière” e dal celebre Salone Internazionale. Si risale al 1949 e al debutto della Ferrari 166 Inter Touring, a cui seguirono altre interessanti presentazioni sempre nella capitale francese, come quella dell’esclusiva 375 MM nel 1954. Un esemplare one-off fu commissionato a Pinin Farina da Roberto Rossellini per la moglie Ingrid Bergman, come ricordato.
Approdando nell’area Regno Unito, salta in mente il prestigioso appuntamento di Goodwood. Una manifestazione in cui Ferrari è sempre stata protagonista. In questo caso si può ammirare l’esemplare 330 GT 2+2, una coupé equipaggiata con un potente motore V12 anteriore, fotografata nel 1964 dinanzi a Westminster in occasione della presentazione ai clienti della Maranello Concessionaire gestita dal Colonnello Ronny Hoare.
Poi il legame tra Ferrari e gli Stati Uniti risulta altrettanto duraturo e unico. Artisti come Miles Davis o star di Hollywood come Jane Mansfield sono alcune testimonianze di questa affinità. In evidenza la prestigiosa 250 GT SWB del 1959, protagonista anche all’evento 30 Million Cars Rally nel 2016 a New York. Una tra le vetture più note nel mondo dei collezionisti.
Approdando a Shanghai, il punto d’incontro tra una profonda ricerca estetica che cattura l’interesse dei pubblici di Estremo Oriente e Occidente è sottolineato da una 599 GTB Fiorano del 2006. Un modello decorato all’esterno dall’artista Lu Hao, considerando lo stile delle porcellane della dinastia Song, come ricordato. Visibile anche la 612 Scaglietti impegnata in un tour di 15.000, proprio in Cina, nel 2005. Mentre uno scatto dedicato alla più recente Portofino del 2018, consente un’immersione nel quartiere Shibuya di Tokyo, un altro punto importante in Oriente dove spicca la passione per il marchio.
Infine Abu Dhabi, cuore pulsante per la casa in medio-orientale anche considerando il parco a tema Ferrari World. Qui nel 2011 fu mostrata la Ferrari FF, dopo la presentazione al Salone di Ginevra. Un esempio di ulteriore evoluzione nello sviluppo costruttivo del marchio, con ‘adozione di un sistema a quattro ruote motrici. Si ricorda anche l’appuntamento Cavalcade Internazionale, con riferimento al 25° anniversario dell’ingresso del costruttore negli Emirati Arabi, celebrato attraverso una parata di oltre 100 vetture, riprendendo ancora le indicazioni.

Foto: Ferrari

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati

    Auto

    Maradona e la storia della sua Ferrari Testarossa nera

    Venduta all'asta nel 2014 per 250.000 euro gli fu regalata da Ferlaino per la vittoria del Mondiale del 1986
    Il più grande calciatore di tutti i tempi ci ha lasciati. Ieri pomeriggio la terribile notizia verso le 16 dall’Argentina